dramma-di-breganzona-erano-persone-solari-non-me-lo-spiego
CF
09.03.2021 - 11:01
Aggiornamento : 16:42

Dramma di Breganzona: 'Erano persone solari, non me lo spiego'

La vicina di casa, amica della donna, il giorno dopo la tragica scoperta dei due cadaveri, racconta il suo rapporto di amicizia e confida il proprio sconcerto

Il giorno dopo il dramma consumatosi ieri pomeriggio a Breganzona, la vicina di casa della coppia è sconvolta. Una coppia che viveva nella stessa via da 38 anni da quando, come la sua famiglia, aveva comprato una delle casette che costeggiano via Passeggiata alle scuole. E c'è grande sconcerto nelle sue parole, perché quel marito e quella moglie non avevano mai mostrato tensioni o avvisaglie del dramma consumatosi ieri pomeriggio. «Erano persone molto gentili, serene, sempre contente - ci racconta -. Non hanno mai avuto problemi, nessun litigio. Lui era una persona molto solare, sempre disponibile. Fino a tre giorni fa li sentivo ancora in giardino».

Nessuna voce, nessuna brutta notizia recente che avrebbe potuto scardinare l'equilibrio della coppia? «Assolutamente no. Erano persone che ricevevano sempre la visita di tanti amici, la loro porta era sempre aperta. Lei per me era un'amica, e ci si vedeva spesso. Non riesco proprio a comprendere questo terribile gesto». La coppia come detto era venuta ad abitare a Breganzona nel 1984, aveva due figlie, vent'anni fa avevano vissuto insieme il grande dolore per la perdita di una di esse in un incidente stradale, la cui tragica ricorrenza cade in questi giorni.

Leggi anche:

Lugano, rinvenuta senza vita una coppia di anziani

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
breganzona lugano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved