lugano-monsignor-chiappini-indagato-ma-ancora-in-cattedra
Uno dei corsi di monsignor Chiappini
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
5 ore

Lugano, Consiglio comunale insediato. Tessa Prati presidente

La cerimonia si è tenuta stasera al Palazzo dei congressi, dove sono stati nominati anche i membri delle commissioni legislative
Grigioni
6 ore

Un nuovo animatore per il Centro giovani del Moesano

Il mandato di prestazione permette di retribuire un coordinatore non più volontario. Si cerca una nuova sede a San Vittore, Grono o Roveredo
Mendrisiotto
6 ore

Chiasso, ‘soluzioni efficaci per il bene della popolazione’

Il Consiglio comunale si è insediato. Il primo cittadino è Claudio Schneeberger (Lega-Udc), affiancato da Giorgio Fonio (Ppd)
Locarnese
6 ore

A Locarno un sabato al mese per aggiustare gli oggetti rotti

L’appuntamento è allo Spazio Elle, per tornare ad appropriarsi di quei ‘gesti di una volta’ in favore dell’ambiente e del risparmio
Mendrisiotto
6 ore

Una Mendrisio che 'dalle parole passi ai fatti'

Nominata prima cittadina Daniela Carrara esponente della nuova formazione partitica L'Alternativa; vicepresidenti Benjamin Albertalli e Giovanni Poloni
Gallery
Luganese
7 ore

Allarme chimico in via Campagna ad Agno

Pompieri allertati nel pomeriggio per il riversamento di un bidone contenente una sostanza chimica. Non si registrano feriti
Bellinzonese
7 ore

Bellinzona, giovane ciclista investito sulle strisce pedonali

L'incidente è avvenuto questa sera in via Pierino Tatti. Ferite serie per il ragazzo in sella alla bicicletta, portato d'urgenza in ospedale dai soccorritori
Luganese
8 ore

Lugano, la Città propone un'estate in movimento

Al via corsi di yoga e pilates all'aperto per la popolazione al Parco San Michele e a Villa Saroli nel rispetto delle misure anti-Covid
Bellinzonese
8 ore

Simone Gianini vicesindaco di Bellinzona

Lo ha deciso il Municipio durante la seduta odierna. L'esito del ballottaggio non muta la ripartizione dei dicasteri.
Luganese
8 ore

Gravesano, una passeggiata tra le stelle

La serata pubblica promossa dall'associazione le Pleiadi fornirà qualche dritta su come leggere il cielo notturno e le costellazioni
Ticino
8 ore

A un passo dal ripristino del quarto giudice di garanzia

La commissione firma il rapporto di Corti e Viscardi favorevole alla reintroduzione del quarto gpc. Aldi: è un potenziamento dovuto
Bellinzonese
8 ore

Giubiasco: Parco giochi, ancora lamentele. Incontro in vista

I genitori si chiedono quando arriveranno giochi adatti a tutti i bambini. L'associazione di quartiere ne parlerà a breve con l'autorità politica
Luganese
8 ore

Capriasca promuove le camminate nel bosco

Organizzate sei passeggiate rivolte in particolare alle persone anziane. Ritrovo all'Arena sportiva di Tesserete.
Luganese
23.02.2021 - 06:000

Lugano, monsignor Chiappini indagato ma ancora in cattedra

La Facoltà di teologia: 'i corsi sono sospesi'. Ma il professore emerito rimane nell'organigramma della facoltà di teologia

Indagato, eppure ancora in cattedra. Nel primo giorno di avvio del nuovo semestre primaverile della facoltà di teologia di Lugano, monsignor Azzolino Chiappini - sotto inchiesta della magistratura dallo scorso novembre (e per il quale vale la presunzione d'innocenza) per le ipotesi di reato di sequestro di persona, coazione e lesioni semplici per condotta omissiva per aver tenuto segregata nel suo appartamento di via Borgetto 2 una donna 48enne di origine finlandese priva di permesso di soggiorno - figura di nuovo titolare di due corsi universitari: "Iniziazione allo studio della teologia" e "Ragione e fede". Salvo che le prime due lezioni, in agenda oggi e domani, appaiono sospese, come si può leggere sul sito dell'ateneo. 

Da noi interpellato, il rettore della facoltà di teologia, René Roux, dà incarico alla sua segretaria di rilasciare dichiarazioni: «Al momento i corsi sono sospesi. E aggiorneremo ulteriormente nei prossimi giorni sul nostro sito lo stato dei prossimi corsi del professor Chiappini». Insomma, la facoltà si riserva di sospendere di volta in volta le lezioni del professore emerito, ma non rilascia nessuna indicazione chiara in merito alla permanenza o meno del sacerdote nell'organigramma dei docenti dell'ateneo luganese, ruolo che, stando al sito della facoltà, si mantiene saldo e immutato. «Posso dare la stessa risposta: teniamo in sospeso tutto e vediamo la settimana prossima» - aggiunge la nostra interlocutrice. Azzolino Chiappini, 80 anni e già rettore della stessa facoltà, aveva tenuto regolarmente i corsi del semestre autunnale iniziati a settembre, poi bruscamente interrotti per forza maggiore dopo il suo arresto avvenuto il 20 novembre e poi revocato tre giorni più tardi dal giudice dei provvedimenti coercitivi che ha disposto la sua scarcerazione. Anche lo scorso semestre, il sito recava il nome del professore emerito e dei suoi due corsi, intitolati "Donne: sante e maestre nella Chiesa. Ildegarda di Bingen, Caterina da Siena (ev. altre)" e "Vescovo di Roma, vicario di Cristo, successore di Pietro? Il ministero/primato papale nella storia, nella teologia, nei dialoghi ecumenici". Corsi rimasti deserti. Perché una volta indagato, «il professore ha dovuto purtroppo sospendere» - fa sapere la segretaria del rettore. Corsi e titolare della cattedra, insomma, non si cancellano dal sito. E la cattedra non è dunque tolta. «No, per ora è tutto in sospeso, ancora. Quello che posso dire è quanto ho detto». 

La Curia rimane attendista

Nell'organigramma del sito della Curia, monsignor Azzolino Chiappini figura a tutt'oggi "rappresentante del capitolato". Anche in questo caso, per quale motivo non si è deciso di procedere a una sua sospensione? Luca Montagner, responsabile della comunicazione ufficiale del vescovo di Lugano, Valerio Lazzeri: «Queste sono decisioni che si vedranno alla fine delle indagini. Fintanto che l'inchiesta penale è in corso...». Per ora decidete dunque di non decidere? «No, è un momento di attesa anche per noi. Come avevamo già dichiarato tramite il nostro comunicato stampa, siamo stati e siamo tuttora a disposizione della Magistratura. Bisognerà vedere cosa dirà l'indagine, la decisione spetta al Ministero pubblico che dovrà appurare o meno l'entità delle accuse che vengono mosse». 

Le accuse promosse dalla procuratrice pubblica, Pamela Pedretti, nei confronti del sacerdote di Lugano si sgretoleranno come neve al sole? Da parte della titolare delle indagini vige il più stretto riserbo. «No comment», è stata la riposta alla nostra precisa domanda rivolta al magistrato nei giorni scorsi. L'avvocato Elio Brunetti, dal canto suo, sin dalla scarcerazione del suo assistito, è convinto che le accuse cadranno e che si andrà dunque verso un decreto di non luogo a procedere. Intanto, monsignor Azzolino Chiappini, non risiederebbe più nell'appartamento al numero 2 di via Borgetto, accanto alla Cattedrale e nelle vicinanze della Curia vescovile, quella stessa dimora visitata dagli inquirenti a novembre in cui trovarono una casa in completo disordine e ricolma di scatole, esito di innumerevoli acquisti online di indumenti. Gli agenti della polizia erano fra l'altro intervenuti anche alla facoltà di Teologia di Lugano, nell'ufficio del sacerdote, dove avevano posto sotto sequestro carte utili alle indagini. Difficile dire quando e come si concluderà l'inchiesta penale e incerto rimane pure il ritorno all'insegnamento del professore emerito, tra le attese dell'esito delle indagini e la cautela di facoltà e Curia vescovile, che per ora preferiscono limitarsi a misure di sospensione. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved