WAS Capitals
5
COL Avalanche
3
3. tempo
(2-1 : 2-1 : 1-1)
PIT Penguins
1
DAL Stars
1
overtime
(0-1 : 1-0 : 0-0 : 0-0)
NJ Devils
3
SEATTLE KRAKEN
1
2. tempo
(2-0 : 1-1)
TB Lightning
1
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-0 : 0-1 : 1-2)
MON Canadiens
0
SJ Sharks
5
3. tempo
(0-3 : 0-1 : 0-1)
BUF Sabres
5
VAN Canucks
2
3. tempo
(1-2 : 1-0 : 3-0)
DETROIT RED WINGS
0
COB Jackets
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
CHI Blackhawks
0
NY Islanders
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
NAS Predators
0
LA Kings
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
MIN Wild
2
WIN Jets
3
2. tempo
(2-2 : 0-1)
EDM Oilers
1
ANA Ducks
1
1. tempo
(1-1)
alla-limonaia-di-lugano-il-countdown-2030-per-il-clima
Il clima prima di tutto
Luganese
08.02.2021 - 19:270

Alla Limonaia di Lugano il countdown 2030 per il clima

Un display sensibilizza sull'obiettivo di zero gas effetto serra provenienti da edifici entro i prossimi nove anni

Il clima, prima di tutto. La finestra della Limonaia di Villa Saroli a Lugano ospita un display. Un conto alla rovescia che indica l’urgenza con cui il think tank di architetti Countdown 2030 vuole mettere al centro dell’attenzione un ripensamento dell’architettura e dell’edilizia in ottica climatica. “Se la costruzione, l’utilizzo e la demolizione degli edifici causano il 40% delle emissioni globali di CO2, un impatto enorme, diventa urgente cambiare la situazione”. Un appello fatto da Countdown 2030, oggi rappresentato a Lugano dall’architetto Jérôme Glaser che i2a istituto internazionale di architettura fa suo, ospitando per due mesi il display: si rivolge a cittadini, professionisti, istituzioni, per raggiungere l’obiettivo di zero gas effetto serra provenienti da edifici entro il 2030. Incontri e dibattiti sul tema appena la situazione lo permetterà.

L’idea alla base di Countdown2030

“Countdown2030 simboleggia la velocità con cui dobbiamo agire. Nonostante siamo stati confrontati al cambiamento climatico per decenni, è il nostro presente ad essere cruciale.” Da qui la scelta del nome programmatico del think tank nato a Basilea: un gruppo interdisciplinare di architetti che ha l’obiettivo di sensibilizzare la società su quanto possa fare il settore della costruzione per combattere la crisi climatica e la perdita della biodiversità.

Il display

Alle 00:00 del 1 gennaio 2020 è stato attivato un conto alla rovescia tutt’ora in corso, che scandisce il tempo rimanente al 2030. Dopo essersi fermato all’ingresso del Museo svizzero di architettura S AM, all’ingresso della Federazione degli Architetti Svizzeri di Basilea (FAS) e quello della rivista Hochparterre di Zurigo, il display si è trasferito ora a i2a istituto internazionale di architettura di Lugano per i prossimi due mesi. “Il conto alla rovescia sottolinea la tempestività con cui dobbiamo agire riguardo l’impatto del settore edile sul cambiamento climatico.” Nei prossimi dieci anni, questo dispositivo sarà installato in varie località della Svizzera e indicherà questa urgenza.

© Regiopress, All rights reserved