ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
13 min

Brusino Arsizio si prepara all’avvento

Arte, musica, fiaccolata dei bambini e falò augurale caratterizzeranno l’avvicinarsi al Natale
Ticino
1 ora

E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge

Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
1 ora

Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti

Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
2 ore

La Croce Rossa del Sottoceneri cerca volontari

La sezione, in occasione della Giornata internazionale del volontariato, ringrazia anche le centinaia di persone che già danno una mano
Luganese
3 ore

I Cantori delle Cime tornano al Lac con il Concerto Corale

Domenica 11 dicembre alle 17 nella sala teatro del Lac sul palco anche Giovanni Storti del trio Aldo Giovanni e Giacomo, Rosy Nervi e Flavio Sala
Luganese
4 ore

Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea

Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Mendrisiotto
4 ore

A Chiasso la quarta edizione del torneo cantonale di burraco

La competizione è stata vinta dalla coppia formata da Lina Pizzi e Silvana Polonara. L’evento ha visto la partecipazione di 24 coppie di giocatori.
Grigioni
5 ore

Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’

Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
18.12.2020 - 16:15

Imprese culturali, arriva ossigeno da Lugano e Cantone

Un fondo straordinario per il rilancio del settore afflitto dalla pandemia e dalle restrizioni. La Città libera 120 mila franchi

di Guido Grilli
imprese-culturali-arriva-ossigeno-da-lugano-e-cantone
TI-PRESS
Il mondo della cultura soffre

Il mondo della cultura soffre, la Città di Lugano e il Dipartimento dell'educazione della cultura e dello sport aiutano. Come? Con un fondo straordinario con l'obiettivo di sostenere il rilancio del settore culturale. I due enti pubblici, in collaborazione con la Confederazione, hanno siglato un'intesa per restituire ossigeno alle imprese culturali, confrontate con la pandemia e le restrizioni varate dalle autorità per combattere il Covid-19.

Il limite di spettatori ha messo in ginocchio il settore

Dopo una lenta ripresa, quest'autunno il nuovo limite cantonale a 30 persone per gli eventi ha portato all'annullamento della maggior parte della programmazione di spettacoli nelle grandi sale come nelle piccole strutture. Le perdite per il settore sono drammatiche e la ripresa è ancora minata dall'incertezza. Lo indica con chiarezza in un comunicato stampa congiunto la Divisione cultura della Città di Lugano che ha elaborato, in collaborazione con il Decs, "un progetto per poter mettere a disposizione delle imprese culturali della Città oggi in difficoltà i crediti non spesi per progetti annullati o realizzati solo in parte nel 2020 a seguito dell'emergenza sanitaria". In novembre il Cantone Ticino ha sottoscritto il nuovo contratto di prestazione con la Confederazione per il sostegno finanziario alle imprese culturali. Con due importanti novità.
La prima è il supporto finanziario a progetti di riorganizzazione delle imprese culturali (razionalizzazione organizzativa, cooperazione o fusione tra più imprese culturali, proposte per l'acquisizione di nuovi pubblici anche tramite il digitale). "L'obiettivo è quello di creare le condizioni per preparare gli operatori beneficiari a uscire rafforzati dalla crisi". La seconda è invece la possibilità offerta ai Comuni di fornire un "sostegno supplementare": le imprese culturali che hanno ricevuto indennizzi o contributi a progetti di ristrutturazione che raggiungono il limite massimo ammissibile dal sostegno cantonale, possono ottenere un contributo aggiuntivo dal Comune in cui ha sede l'impresa culturale. Gli aiuti del Comune al beneficiario dovranno essere versati tramite il Cantone che provvederà, grazie al sostegno della Confederazione, a raddoppiare la quota messa a disposizione dal Comune. Il Municipio di Lugano ha approvato lo stanziamento di circa 120'000 franchi che una volta versato al Cantone sarà raddoppiato e raggiungerà circa 240'000 franchi. "L'ammontare totale - viene chiarito - sarà a disposizione delle persone giuridiche che realizzano il proprio fatturato principalmente nel settore della cultura o delle associazioni cultuali con ricavi superiori a 50 mila franchi e deficit superiori a 10 mila franchi; sono escluse le unità amministrative statali e le persone di diritto pubblico".

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved