ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’

Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
2 ore

Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile

Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
2 ore

Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo

I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
2 ore

Certificati Covid in azienda: ‘Una misura che non serve più’

Lo sostiene la commissione sanità e sicurezza sociale, che invita il Gran Consiglio a respingere una mozione dell’Udc Pamini (dell’ottobre 2021) sul tema
Ticino
2 ore

Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino

Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
3 ore

‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’

La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Luganese
4 ore

Lugano, riciclaggio di denaro: 39enne a processo

L’uomo, domiciliato nel Sopraceneri, avrebbe fatto parte di un ‘giro di truffa carosello’ per l’ammontare di circa 16,4 milioni di franchi
Ticino
4 ore

Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie

La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
4 ore

Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport

A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
Bellinzonese
4 ore

Ospedali di valle, Gina La Mantia nominata presidente

L’attuale presidente del Gran Consiglio è stata eletta al vertice dell’associazione, dopo la scomparsa di Tiziana Mona
Mendrisiotto
5 ore

Con ‘Gnammaggio e l’ApeRitivo’ alla scoperta della Val di Spinee

Pubblicato il quinto racconto per bambini scritto da Moreno Colombo. L’opera contiene anche dei disegni da colorare
Locarnese
5 ore

Locarnese: ‘Periferie e agglomerato, parti dello stesso albero’

Presentati i risultati di uno studio sulla demografia e il parco immobiliare di Onsernone, Verzasca, Vallemaggia e Centovalli. Con proposte di rilancio
Locarnese
5 ore

Locarno on ice, dal 2 dicembre con... ice

Pronta per l’apertura la pista di ghiaccio. E continua il programma dei concerti
Luganese
5 ore

Villa Luganese, la lotteria di Casimiro Piazza

È stata organizzata per sottolineare il 17esimo anno di attività della Scuola. L’elenco dei 20 numeri vincenti
Bellinzonese
5 ore

Lodrino, castagnata con il Ps di Riviera

Appuntamento per sabato 3 dicembre alle 16 al Centro sportivo
26.12.2020 - 18:00

Sorengo premia le aziende che assumono apprendisti

Il Comune si dota di un innovativo Regolamento comunale per l'incentivazione della formazione professionale: tre mensilità alle aziende che formano giovani

sorengo-premia-le-aziende-che-assumono-apprendisti
Settore in difficoltà a causa del Covid, ma è anche stata inaugurata la Città dei mestieri a Bellinzona (nella foto, Ti-Press)

Tre mensilità per ogni nuovo apprendista. È un aiuto concreto e mirato quello approvato dal Consiglio comunale di Sorengo durante la seduta del 15 dicembre. Il legislativo ha infatti approvato il Regolamento comunale per l'incentivazione della formazione professionale, proposto dal Municipio a seguito di una mozione del gruppo Ppd (primo firmatario il consigliere comunale Daniele Cameroni) presentata lo scorso giugno. «È un sostegno alle aziende per incentivare l'assunzione di apprendisti – ci spiega la sindaca Antonella Meuli –. È un segnale, qualcosa di simbolico se vogliamo, ma che riteniamo importante perché anche durante la pandemia è emersa la difficoltà dei giovani di trovare un posto di apprendistato».

Regolamento valido fino al 2023

A Sorengo, Comune escluso, vi sono quindici aziende che formano una quarantina di apprendisti. Di questi, quattordici sono al primo anno. Tenuto conto del salario medio nelle varie professioni, il costo dell'iniziativa potrebbe aggirarsi attorno ai 40-45'000 franchi. Ipotesi di spesa inserita nel Preventivo 2021. Il Regolamento si applica a tutti i contratti sottoscritti dopo il 15 luglio, ossia quando è stato licenziato il relativo messaggio municipale, e sarà valido fino al 30 settembre del 2023. Come spiegato poi dall'articolo 4, l'incentivo verrà erogato al datore di lavoro al termine del terzo mese di tirocinio, dietro presentazione del contratto sottoscritto dalle parti, approvato dalla Sezione per la formazione professionale, e dell'avvenuta retribuzione dell'apprendista.

Sorengo non è l'unico Comune a essersi mosso

Sorengo è fra i primi Comuni a essersi mosso in questa direzione, ma non è l'unico. La Città di Bellinzona, ad esempio, ha creato il Fondo ‘assunzione di nuovi apprendisti’, che elargisce un contributo a fondo perso una tantum ad aziende e imprenditori locali che assumono apprendisti e che ne fanno richiesta. Iniziative come queste e come quelle di altri Comuni ricalca di fatto una strategia cantonale contenuta nel pacchetto di misure ‘Più duale PLUS’ e presentato dal Consiglio di Stato la scorsa estate. Abbiamo fatto il punto su questi aiuti con Oscar Gonzalez, aggiunto al direttore della Divisione della formazione professionale del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport.

La Divisione della formazione professionale: ‘Grande interesse dei Comuni’

«La scorsa primavera ci siamo trovati in difficoltà – ricorda –. Era tutto fermo: le aziende avevano altre preoccupazioni e priorità e le prime cifre erano inquietanti. La prospettiva era di un 20-30% di contratti in meno. La minaccia di compromettere l'apprendistato era importante. La nostra preoccupazione era garantire la continuità della formazione e parallelamente non compromettere la nuova campagna di collocamento. Ci siamo incontrati con i nostri partner, con la Commissione cantonale per la formazione professionale, per capire quali misure si potessero mettero sul tavolo per evitare un contraccolpo troppo duro. Così è nato il pacchetto ‘Più duale PLUS’, che contempla anche un sostegno finanziario alle aziende». In questo difficile contesto anche i Comuni si sono interessati per capire cosa potessero fare: «Da parte loro ci sono stati un grande interesse e un bell'impulso: in molti ci hanno contattati per informarsi in modo da avere gli elementi per ragionare su quali misure prendere nei loro territori». E così, in diversi sono arrivati ad adottare disposizioni concrete come a Sorengo, mentre altri hanno svolto campagne di sensibilizzazione rivolte alle aziende, affinché potessero mantenere il loro impegno formativo. «Tutti hanno ribadito la loro sensibilità e il loro impegno per il tema dell'apprendistato».

Una piccola flessione dei nuovi contratti quest'anno

Il pacchetto di misure si poneva come obiettivo i 2'500 nuovi contratti di tirocinio di formazione duale per il corrente anno scolastico. È stato raggiunto? «L'obiettivo era di mantenersi allineati ai numeri dell'anno precedente (2'449, ndr) – precisa Gonzalez –. Abbiamo infine registrato una piccola flessione (2'369, ndr), ma riteniamo che sia un risultato eccellente considerato il contesto. Da un giorno all'altro ci siamo ritrovati con le prospettive capovolte: dall'obiettivo pre-pandemia che prevedeva azioni per rafforzare l'apprendistato, ci siamo trovati a doverlo difendere. Siamo riusciti a mantenere alta l'attenzione e per questo dobbiamo ringraziare tutti i nostri partner, Comuni compresi: hanno dato un apporto importante.

EspoProfessioni in presenza annullato anche nel 2021

E se la scorsa è stata una campagna molto lunga, intensa e costellata di incertezza, quali prospettive ci sono per la prossima? «Stiamo già lavorando sulle nuove sfide. In parte si ripetono, ma se non altro abbiamo accumulato un certo grado di esperienza. Certo, è una situazione difficile anche quella odierna. Gli eventi in presenza che promuovono gli incontri fra giovani e aziende sono in una situazione critica anche per i prossimi mesi. Abbiamo ad esempio dovuto annullare anche la prossima edizione di EspoProfessioni in presenza, che a sua volta avrebbe dovuto sostituire quella cancellata lo scorso marzo, ma stiamo preparando un ricco programma alternativo di eventi anche online, per permettere la continuità del sistema».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved