aeroporto-atterra-la-ratifica-del-legislativo-di-lugano
Una veduta serale della pista dell'aeroporto di Lugano (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Collina d’Oro, ‘l’acqua vogliamo gestirla noi’: è referendum

Lanciata la raccolta delle firme contro il messaggio municipale sulla cessione alle Aziende industriali di Lugano della gestione globale dell’acquedotto
Mendrisiotto
1 ora

PoLuMe, dalla Sinistra di Stabio una risoluzione contraria

Il Gruppo ha consegnato in cancelleria una dichiarazione da far passare al prossimo Consiglio comunale, per ribadire il proprio no al progetto
Mendrisiotto
2 ore

Campi piccoli e spogliatoi vecchi, ‘mancano le strutture’

Nel Mendrisiotto diverse squadre di calcio costrette a cambiare paese per giocare le partite. ‘Una riflessione da fare a livello regionale’.
Luganese
2 ore

Adria Costruzioni, comunque vada sarà un maxi processo

Almeno 7 gli imputati in attesa del rinvio a giudizio alle Assise criminali di Lugano per il crac milionario dell’impresa edile scoperto nel 2015
Mendrisiotto
2 ore

Aggregazione Basso Mendrisiotto, una serata per parlarne

La sezione momò del Ps organizza un evento che avrà luogo a Balerna il 1° giugno, con ospiti i vicesindaci di Chiasso e Vacallo
Luganese
2 ore

Taverne: liberato un capriolo dalla vasca di contenimento

L’animale è stato soccorso dai guardiacaccia e dalla Società di protezione animali di Bellinzona, dileguandosi nel bosco
Luganese
2 ore

Lugano, estate in arrivo: che sicurezza alla Foce?

Un’interrogazione socialista domanda al Municipio cosa è stato messo in campo per la stagione balneare alle porte
Luganese
2 ore

Lugano, per il Municipio con la Gipi Sa tutto in regola

L’esecutivo sottolinea di non essere a conoscenza di criticità riguardo all’operato e agli immobili in mano alla Gestioni Immobiliari per Istituzionali
Mendrisiotto
3 ore

Riva San Vitale, serata pubblica sulle Fornaci

L’evento si terrà l’8 giugno. Inoltre, nel Palazzo comunale è stata posata un’opera evocativa dell’artista Pierino Sulmoni
Luganese
3 ore

Francesco Hoch ricevuto a Savosa

Il Municipio ha organizzato nei giorni scorsi un ricevimento per il compositore di fama internazionale
Luganese
3 ore

Lugano, spettacolo delle Forze aeree svizzere

Il gruppo acrobatico PC-7 Team inscenerà delle dimostrazioni di volo sopra all’aerodromo di Agno
Luganese
3 ore

Filarmonica di Castagnola in concerto

Domenica 19 giugno al Lac il secondo concerto per gli ottant’anni del sodalizio, rinviato più volte a causa della pandemia
Locarnese
5 ore

Ascona, incontro con Luca Pfaff

Il direttore d’orchestra sarà ospite della Biblioteca popolare mercoledì prossimo. Presenterà il suo libro
Bellinzonese
5 ore

‘Atteggiamento mafioso’, Pronzini querelato dal Municipio

Bellinzona: il consigliere Mps indagato per diffamazione, calunnia e ingiuria. All’origine un suo intervento in Cc sulla casa anziani di Sementina
Locarnese
5 ore

Maggia, l’ultima casalinga della squadra di calcio

Sabato in occasione della sfida col Cadenazzo grigliata e musica al termine del match. Su schermo gigante la finale di Champions
Ticino
6 ore

Maggio va agli archivi, ma non... i controlli della velocità

Da Airolo a Ligornetto, attenzione a non premere troppo sull’acceleratore sulle strade ticinesi: ce n’è per tutti
30.11.2020 - 22:28
Aggiornamento : 01.12.2020 - 10:06

Aeroporto, atterra la ratifica del legislativo di Lugano

Avallata la liquidazione di Lugano Airport Sa nata nel 2005 e la pista tracciata dal Municipio verso la gestione privata dello scalo.

Decolla finalmente la transizione verso la gestione privata dell'aeroporto di Lugano. Non senza discussioni. Rinviato il voto previsto nella precedente seduta, stasera il Consiglio comunale di Lugano ha praticamente ratificato il percorso che il Municipio aveva già deciso di intraprendere la primavera scorsa durante la prima ondata pandemica senza il coinvolgimento del legislativo. I gruppi hanno ribadito le posizioni espresse nella seduta del 5 ottobre. Il Plr si è espresso in maniera critica, più o meno come l'Udc, la Lega ha invece rinnovato il proprio sostegno, come ha fatto il Ppd e il messaggio è stato approvato poco prima delle 22.30 con 53 voti favorevoli. Luce verde quindi al credito d’investimento di 430'000 franchi necessari all’acquisto da Lugano Airport Sa (Lasa) della sostanza fissa  perativa (infrastrutture di sicurezza, sistemi di comunicazione, equipaggiamenti, installazioni e strutture tecniche e veicoli) necessaria alla Città per gestire la struttura al valore concordato con l’ufficio di revisione e il liquidatore di Lasa. Non solo. È stato accordato anche il credito di gestione corrente per acquisire al prezzo di costo le scorte di carburante, liquidi per il disgelo dei velivoli e della pista e altri pezzi di ricambio per infrastrutture e attrezzature d’esercizio esistenti a fine maggio. Di riflesso, via libera pure all'aggiornamento del preventivo 2020 con il maggiore costo di poco meno di 982'000 franchi.

Una scelta fra i sette entro fine anno

Particolarmente sferzanti gli interventi di Ferruccio Unternaehrer (Plr) che ha stigmatizzato il fallimento di una società pubblica chiedendo al Municipio di Lugano di coinvolgere il Consiglio comunale riferendo dell'ultima assemblea di Lasa e di Jacques Ducry (Indipendente) che ha stroncato l'uso di soldi pubblici per favorire la futura gestione dei privati dello scalo. Il titolare del Dicastero finanze e del 'Dicastero' aeroporto di Lugano Michele Foletti ha ribadito che il Municipio ha sempre voluto salvaguardare un bene prezioso della Città nell'interesse di tutti i cittadini. L'emergenza sanitaria non è stata una scusa, ha detto Foletti difendendo la messa in liquidazione di Lasa, in primavera non si poteva convocare la seduta di Consiglio comunale di Lugano. Ora, ci sono sette offerte per la gestione privata dello scalo come aveva richiesto il legislativo, ha osservato il titolare del dicastero. Il vero valore aggiunto è stato quello di salvare l'operatività dell'aeroporto. La tempistica è stretta: domani verranno chieste garanzie ai sette concorrenti, che settimana prossima riceveranno la lettera della Città per completare l'offerta, con l'obiettivo, ha detto, Foletti di arrivare a una scelta entro la fine dell'anno o all'inizio dell'anno prossimo. L'assemblea di Lasa è stata rinviata al 23 dicembre proprio per poter discutere in Consiglio comunale le istruzioni da dare ai rappresentanti della Città nel CdA di Lasa.

Piano sociale, no agli emendamenti della sinistra

Non sono state votate le due richieste avanzate dai banchi della sinistra per incrementare il sostegno ai dipendenti di Lasa rimasti senza lavoro, con l'avvio della liquidazione di Lasa. La maggioranza del Consiglio comunale li ha bocciati anche per evitare disparità di trattamento fra i lavoratori della Città. In una votazione 'a cascata' è invece passato con 37 voti favorevoli (la prima volta e la seconda volta) il credito di gestione corrente di mezzo milione di franchi per finanziare un piano sociale a favore del personale di Lasa che ha perso l'impiego. Un emendamento è stato presentato dai consiglieri comunali Demis Fumasoli (Indipendente) Nicola Schönenberger e Danilo Baratti (Verdi di Lugano) e Edoardo Cappelletti (Pc) che hanno chiesto un piano sociale di 1,36 milioni di franchi a favore dei lavoratori rimasti a piedi, l'altro è stato sottoscritto da il gruppo socialista e da Cappelletti. Entrambe le richieste sono state pensate per incrementare l'aiuto pubblico alle persone senza lavoro, in particolare per tutti i dipendenti di Lasa, come avevano indicato i sindacati. Ora però, il 60% del personale e altri tre dipendenti sono stati ricollocati ma in posizioni più precarie e meno qualificate. La Città e soprattutto il Cantone avrebbe potuto fare di più, secondo la sinistra.

Reimann e Pignone al posto di Buri e Zanchi

In apertura di seduta, il legislativo ha dato luce verde a due subingressi: Beatrice Reimann (Ps) al posto di Simona Buri mentre torna in Consiglio comunale Romolo Pignone (Plr) in sostituzione di Federica Zanchi. Numerose le attinenze comunali concesse dal legislativo. Intanto, i consiglieri comunali della Lega, che sono membri della commissione delle petizioni ma lo scorso settembre avevano rifiutato di esaminare le richieste di naturalizzazione, hanno fatto marcia indietro e nell'ultima seduta il presidente della commissione Michele Malfanti ha distribuito le circa 120 domande pendenti. Uno dei quattro leghisti che hanno 'scioperato', Enea Petrini, ha annunciato che il cambiamento di strategia è stato deciso dalla maggioranza del gruppo e che il merito dell'iniziativa è stato quello di sollevare la questione che non dovrebbe essere di competenza della commissione delle petizioni, come è stato chiesto di recente a livello di Parlamento cantonale.

Leggi anche:

Sette i gruppi interessati all'aeroporto di Lugano

L'aeroporto di Agno in stallo. Messaggio rinviato a novembre

Lugano Airport Sa, decolla l'indignazione Plr

Naturalizzazioni a Lugano, la Lega in 'sciopero dello zelo'

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aeroporto lugano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved