ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
4 min

Muralto: il futuro di via della Stazione si chiama ‘Urbania’

La Renzetti Properties Sa conferma punto per punto i dettagli del progetto per il fronte urbano del comparto che ospita il Grand Hotel
Bellinzonese
1 ora

Nuovo giallo a Bellinzona sulle orme della Banda dei Cedri

Sabato 3 dicembre nella sala del Consiglio comunale Gionata Bernasconi e Lietta Santinelli presenteranno il loro romanzo per ragazzi
Ticino
4 ore

Livelli, Speziali chiude la porta: ‘Il Decs ritiri il messaggio’

Il presidente del Plr sull‘ultima proposta di superamento dei corsi A e B alla scuola media: ’Deludente e inconsistente, da noi troppo ottimismo iniziale’
Locarnese
4 ore

Losone, una ‘rivoluzione’ da (non) buttare nel cestino

Tra novità già attuate e altre in arrivo, il Comune locarnese può considerarsi un precursore nella strategia di gestione dei rifiuti
Bellinzonese
4 ore

Area di servizio a Giornico, progetto ridotto ma ancora vivo

Ridimensionato l’investimento di 12 milioni inizialmente previsto. Per realizzare la ‘Green Station’ la Sa chiede all’Aet di collaborare
Ticino
12 ore

‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’

Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
12 ore

Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile

Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
13 ore

Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo

I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
13 ore

Certificati Covid in azienda: ‘Una misura che non serve più’

Lo sostiene la commissione sanità e sicurezza sociale, che invita il Gran Consiglio a respingere una mozione dell’Udc Pamini (dell’ottobre 2021) sul tema
Ticino
13 ore

Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino

Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
14 ore

‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’

La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Luganese
14 ore

Lugano, riciclaggio di denaro: 39enne a processo

L’uomo, domiciliato nel Sopraceneri, avrebbe fatto parte di un ‘giro di truffa carosello’ per l’ammontare di circa 16,4 milioni di franchi
Ticino
15 ore

Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie

La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
15 ore

Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport

A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
Bellinzonese
15 ore

Ospedali di valle, Gina La Mantia nominata presidente

L’attuale presidente del Gran Consiglio è stata eletta al vertice dell’associazione, dopo la scomparsa di Tiziana Mona
Mendrisiotto
16 ore

Con ‘Gnammaggio e l’ApeRitivo’ alla scoperta della Val di Spinee

Pubblicato il quinto racconto per bambini scritto da Moreno Colombo. L’opera contiene anche dei disegni da colorare
30.11.2020 - 22:28
Aggiornamento: 01.12.2020 - 10:06

Aeroporto, atterra la ratifica del legislativo di Lugano

Avallata la liquidazione di Lugano Airport Sa nata nel 2005 e la pista tracciata dal Municipio verso la gestione privata dello scalo.

aeroporto-atterra-la-ratifica-del-legislativo-di-lugano
Una veduta serale della pista dell'aeroporto di Lugano (Ti-Press)

Decolla finalmente la transizione verso la gestione privata dell'aeroporto di Lugano. Non senza discussioni. Rinviato il voto previsto nella precedente seduta, stasera il Consiglio comunale di Lugano ha praticamente ratificato il percorso che il Municipio aveva già deciso di intraprendere la primavera scorsa durante la prima ondata pandemica senza il coinvolgimento del legislativo. I gruppi hanno ribadito le posizioni espresse nella seduta del 5 ottobre. Il Plr si è espresso in maniera critica, più o meno come l'Udc, la Lega ha invece rinnovato il proprio sostegno, come ha fatto il Ppd e il messaggio è stato approvato poco prima delle 22.30 con 53 voti favorevoli. Luce verde quindi al credito d’investimento di 430'000 franchi necessari all’acquisto da Lugano Airport Sa (Lasa) della sostanza fissa  perativa (infrastrutture di sicurezza, sistemi di comunicazione, equipaggiamenti, installazioni e strutture tecniche e veicoli) necessaria alla Città per gestire la struttura al valore concordato con l’ufficio di revisione e il liquidatore di Lasa. Non solo. È stato accordato anche il credito di gestione corrente per acquisire al prezzo di costo le scorte di carburante, liquidi per il disgelo dei velivoli e della pista e altri pezzi di ricambio per infrastrutture e attrezzature d’esercizio esistenti a fine maggio. Di riflesso, via libera pure all'aggiornamento del preventivo 2020 con il maggiore costo di poco meno di 982'000 franchi.

Una scelta fra i sette entro fine anno

Particolarmente sferzanti gli interventi di Ferruccio Unternaehrer (Plr) che ha stigmatizzato il fallimento di una società pubblica chiedendo al Municipio di Lugano di coinvolgere il Consiglio comunale riferendo dell'ultima assemblea di Lasa e di Jacques Ducry (Indipendente) che ha stroncato l'uso di soldi pubblici per favorire la futura gestione dei privati dello scalo. Il titolare del Dicastero finanze e del 'Dicastero' aeroporto di Lugano Michele Foletti ha ribadito che il Municipio ha sempre voluto salvaguardare un bene prezioso della Città nell'interesse di tutti i cittadini. L'emergenza sanitaria non è stata una scusa, ha detto Foletti difendendo la messa in liquidazione di Lasa, in primavera non si poteva convocare la seduta di Consiglio comunale di Lugano. Ora, ci sono sette offerte per la gestione privata dello scalo come aveva richiesto il legislativo, ha osservato il titolare del dicastero. Il vero valore aggiunto è stato quello di salvare l'operatività dell'aeroporto. La tempistica è stretta: domani verranno chieste garanzie ai sette concorrenti, che settimana prossima riceveranno la lettera della Città per completare l'offerta, con l'obiettivo, ha detto, Foletti di arrivare a una scelta entro la fine dell'anno o all'inizio dell'anno prossimo. L'assemblea di Lasa è stata rinviata al 23 dicembre proprio per poter discutere in Consiglio comunale le istruzioni da dare ai rappresentanti della Città nel CdA di Lasa.

Piano sociale, no agli emendamenti della sinistra

Non sono state votate le due richieste avanzate dai banchi della sinistra per incrementare il sostegno ai dipendenti di Lasa rimasti senza lavoro, con l'avvio della liquidazione di Lasa. La maggioranza del Consiglio comunale li ha bocciati anche per evitare disparità di trattamento fra i lavoratori della Città. In una votazione 'a cascata' è invece passato con 37 voti favorevoli (la prima volta e la seconda volta) il credito di gestione corrente di mezzo milione di franchi per finanziare un piano sociale a favore del personale di Lasa che ha perso l'impiego. Un emendamento è stato presentato dai consiglieri comunali Demis Fumasoli (Indipendente) Nicola Schönenberger e Danilo Baratti (Verdi di Lugano) e Edoardo Cappelletti (Pc) che hanno chiesto un piano sociale di 1,36 milioni di franchi a favore dei lavoratori rimasti a piedi, l'altro è stato sottoscritto da il gruppo socialista e da Cappelletti. Entrambe le richieste sono state pensate per incrementare l'aiuto pubblico alle persone senza lavoro, in particolare per tutti i dipendenti di Lasa, come avevano indicato i sindacati. Ora però, il 60% del personale e altri tre dipendenti sono stati ricollocati ma in posizioni più precarie e meno qualificate. La Città e soprattutto il Cantone avrebbe potuto fare di più, secondo la sinistra.

Reimann e Pignone al posto di Buri e Zanchi

In apertura di seduta, il legislativo ha dato luce verde a due subingressi: Beatrice Reimann (Ps) al posto di Simona Buri mentre torna in Consiglio comunale Romolo Pignone (Plr) in sostituzione di Federica Zanchi. Numerose le attinenze comunali concesse dal legislativo. Intanto, i consiglieri comunali della Lega, che sono membri della commissione delle petizioni ma lo scorso settembre avevano rifiutato di esaminare le richieste di naturalizzazione, hanno fatto marcia indietro e nell'ultima seduta il presidente della commissione Michele Malfanti ha distribuito le circa 120 domande pendenti. Uno dei quattro leghisti che hanno 'scioperato', Enea Petrini, ha annunciato che il cambiamento di strategia è stato deciso dalla maggioranza del gruppo e che il merito dell'iniziativa è stato quello di sollevare la questione che non dovrebbe essere di competenza della commissione delle petizioni, come è stato chiesto di recente a livello di Parlamento cantonale.

Leggi anche:

Sette i gruppi interessati all'aeroporto di Lugano

L'aeroporto di Agno in stallo. Messaggio rinviato a novembre

Lugano Airport Sa, decolla l'indignazione Plr

Naturalizzazioni a Lugano, la Lega in 'sciopero dello zelo'

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved