carona-affossata-la-biopiscina
Ne sorgerà una simile ma senza trampolino di 10 metri (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
21 ore

Lostallo, tamponamento sull’A13: due feriti

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio. Un 79enne e un 30enne sono stati trasportati in ospedale.
Bellinzonese
23 ore

Monte Carasso, auto colpisce un motociclista e si dà alla fuga

L’incidente è avvenuto poco prima delle 00.30 su via El Stradun. La Polizia cantonale cerca testimoni
Luganese
1 gior

Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto

Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Locarnese
1 gior

Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
Bellinzonese
1 gior

Torna l’evento ‘Belli di sera’

Appuntamento per mercoledì 25 maggio nel centro cittadino. L’orario di chiusura del mercato del mercoledì e dei negozi sarà posticipato alle 21
Luganese
1 gior

Unitas, il finanziamento cantonale non sarebbe in dubbio

In seguito alla denuncia di molestie, ma si valuterà l’esito dell’inchiesta
Bellinzonese
1 gior

‘No a Avs 21 e nel 2023 un nuovo sciopero femminista’

La presidente Vania Alleva è intervenuta alla Conferenza nazionale delle donne Unia che ha riunito a Bellinzona 150 delegate
Mendrisiotto
1 gior

‘Mettete il fotovoltaico sui tetti delle vostre imprese’

Il Cantone chiama a raccolta il mondo economico del Distretto per dare un’accelerata alla svolta energetica
Locarnese
1 gior

Gli allevatori: ‘Scegliete, o noi o il lupo’

A Cevio s’incendia l’incontro con il Cantone. Criticata l’assenza del ministro Claudio Zali
Bellinzonese
1 gior

E a Bellinzona già si pensa a un Bar Blues

Il comitato EsercEventi accolto dal municipale Bison. Il coordinatore Morici: ‘Soddisfatti’. In programma non solo Notte bianca e Notte live
Ticino
1 gior

Offerta straordinaria di corsi per bambini non italofoni

L’iniziativa del Decs per i giovani in età di scuola elementare e scuola media per i ragazzi provenienti dall’Ucraina (ma non solo)
Ticino
1 gior

Nel caldo maggio ticinese, occhio a non ‘scottarsi’ con un radar

La Polizia cantonale comunica le località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli elettronici della velocità
Mendrisiotto
1 gior

Chiasso, è lotta alla flavescenza dorata nei vigneti

Il Comune indica che il primo trattamento è da prevedere orientativamente tra il 10 e il 15 giugno
Ticino
1 gior

‘Cavalli di razza’ sul banco degli imputati

’ndrangheta, prime decisioni giudiziarie in Italia sull’operazione che interessò anche il Ticino. I verbali del pentito
Ticino
1 gior

Tra aumento delle ditte senza notifica e lo spettro malaedilizia

Il bilancio 2021 dell’Associazione interprofessionale di controllo. Ambrosetti: ‘Sempre più permessi di corta durata’. Bagnovini: ‘Importante segnalare’
Mendrisiotto
1 gior

Corsie A2, ‘nessuna considerazione per il Distretto a Berna’

Il Plr di Mendrisio contesta il modus operandi dei servizi federali. ‘Si dia la precedenza ad AlpTransit a sud’
07.07.2020 - 21:19
Aggiornamento : 23:29

Carona, affossata la biopiscina

Nella ristrutturazione del centro balneare con la partership del Tcs e il cosiddetto Glamping, ne sorgerà una 'tradizionale'

I rapporti talvolta tesi fra le commissioni del legislativo e l'esecutivo emersi lunedì sono venuti a galla anche nella seduta di Consiglio comunale di Lugano in corso stasera al Palazzo dei congressi. Tre le proposte di risoluzione per progettare il centro balneare a Carona con la partecipazione del Tcs che realizzerebbe un Glamping. Ai voti ha prevalso la proposta formulata dalle commissioni dell'Edilizia e della Gestione che ha raccolto 35 consensi. Non verrà quindi realizzata una biopiscina, bensì una tradizionale. Come proposto e sostenuto da Alain Buelhler (Udc) che ha salutato con favore la ristrutturazione del comparto. Il consigliere comunale ha detto che si è visto costretto a 'scavalcare' l'esecutivo per chiedere al Tcs se fosse stato realizzabile il progetto con una piscina tradizionale. Troppi i rischi legati all'igiene e alla possibile chiusura per carenza nel ricambio dell'acqua vista l'assenza di bacini imbriferi, come ha ricordato Marco Bortolin (Lega). Perciò è stato proposto l'emendamento che ne chiede una tradizionale. Danilo Baratti (Verdi) ha invece sostenuto, tramite un emendamento, la necessità di un approfondimento specialistico perché s'impone una verifica ambientale. Emendamento poi ritirato al secondo turno di votazione eventuale.

Costi maggiorati di mezzo milione di franchi

La titolare del Dicastero immobili Cristina Zanini Barzaghi ha espresso soddisfazione per il sostegno al progetto voluto dal Municipio che però ritiene che sarebbe meglio realizzare la piscina naturale, innovativa e idonea al concetto naturalistico di grande pregio, complementare al lido cittadino. L'esecutivo avrebbe volentieri risposto ai timori emersi nelle commissioni, ma sono stati letti soltanto nei rapporti, a giochi fatti. Come già fatto in tante occasioni, «saremmo stati a disposti ad allestire uno studio di fattibilità come richiesto dall'emendamento Ps-Verdi». Zanini Barzaghi ha ricordato che le due soluzioni prevedono entrambe un impianto di depurazione (uno fitosanitario, l'altro chimico per la struttura tradizionale). La piscina naturale il risparmio sarebbe di mezzo milione di franchi con costi di gestione nettamente inferiori. Lo specchio d'acqua sarebbe ridotto del 10%, (una corsia della piscina olimpionica) e funzionerebbe anche senza la prossimità di corsi d'acqua. Tant'è che le principali biopiscine in Svizzera sono a circuito chiuso. Conscia che il tema è diventato politico, la municipale si è rimessa alla decisione del legislativo.

Ok ai conti 2018 del Lac ma il sipario resta giù

Via libera inoltre ai conti 2018 e il relativo rapporto di attività del Lac che hanno chiuso con un utile di 567'000 franchi (contro una perdita prevista di poco più di 81'000 franchi). Nella seduta sono stati stati sottolineati i primi anni di vita del centro culturale (2015-2018): un vero successo con più di 700 spettacoli presentati, 21 mostre temporanee organizzare, un’affluenza di pubblico superiore alle 230'000 persone per stagione. Il Covid-19 ha però calato il sipario. L'auspicio di tutti è che si possa rialzare al più presto. Approvato il credito di 3,5 milioni di franchi per realizzare le infrastrutture dell'acqua potabile in alcuni quartieri cittadini. Luce verde anche al credito di poco più di 2,5 milioni di franchi per la progettazione del parco Viarno che comprende la ristrutturazione dello stabile ex-villa Viarnetto. Approvato anche il credito di 1,33 milioni di franchi per i lavori di manutenzione a Palazzo civico.

Michele Malfanti per Giovanna Viscardi 

In apertura di seduta è stato rinnovato l'Ufficio presidenziale: primo cittadino è l'ex sindaco di Sonvico dal 2008 al 2013 Michele Malfanti (Ppd) che subentra a Giovanna Viscardi (Plr). La deputata in Gran Consiglio ha evocato la sensazione d'insicurezza dai tracolli finanziari del 2008 e ha parlato del 'virus infame' che «ha sconvolto i nostri comportamenti e contribuito all'insorgenza di nuove paure che la politica ha solo in parte limitato». Il Covid-19 ha però dato vita a nuove forme di solidarietà, ha sottolineato Viscardi che fra i temi del suo anno di presidenza, ha ricordato quello del clima con la risoluzione sull'emergenza climatica votata dal Consiglio comunale. Anche Michel Malfanti, nel suo intervento, ha parlato di Covid-19e dei suoi effetti negativi sulla società, ricordando tutte quelle persone che hanno perso la vita. Il primo cittadino ha evocato il collegamento ferroviario Alptransit che contribuirà allo sviluppo della città ome il completamento della rete tram-treno verso il Pian Scairolo e Cornaredo. Quanro capitato con Lugano Airport Sa,  società pubblica in fallimento controllato, ha detto Malfantiforse darà spunti per migliorare la gestione pubblica delle società partecipate. Partendo dall'esperienza diretta e personale da giovane sindaco, ha poi rimarcato la disaffezione crescente verso la politica e degli antidoti per mantenere una democrazia sana e partecipata.

Seduta streaming seguita da 21 persone

La seduta in streaming di lunedì sera è stata seguita soltanto da una ventina di persone. Ventuno per la precisione. Un flop, per alcuni. Però, bisogna considerare che l'esperienza è appena cominciata e che il piatto forte di lunedì sera era il consuntivo 2019, non un argomento in grado di infiammare le folle. La scarsa partecipazione è figlia di un calo dell'interesse della cittadinanza nei confronti della Cosa pubblica. Ci sentiamo tuttavia di concedere altre possibilità di 'riscatto' alle seduta via streaming prima di trarre bilanci.

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved