laRegione
Nuovo abbonamento
mascherine-per-tutti-il-malcantone-e-pronto
Mascherine (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
5 ore

Balerna introduce regole di mobilità aziendale

Pronto il Regolamento che, dal 2021, porterà posteggi a pagamento per i dipendenti e alla concessione di incentivi per la mobilità sostenibile
Ticino
5 ore

Più di 30mila firme contro l'eutanasia degli animali sani

La maggior parte sono state raccolte sulla piattaforma internet change.org. La petizione è stata consegnata al presidente del Gran Consiglio
Bellinzonese
5 ore

Liquami nel fiume in Alta Valle di Blenio

La situazione è stata segnalata al Dipartimento del territorio e al Comune. Si tratta di uno scarico proveniente da un alpe
Locarnese
6 ore

Un caso positivo alle Medie di Losone, classe in quarantena

Dopo aver informato la direzione dell’istituto, l’Ufficio del medico cantonale ha già provveduto a notificare alle famiglie via Sms
Bellinzonese
6 ore

Patriziato di Bellinzona in assemblea

Tra i temi all'ordine del giorno, verrà anche presentato il progetto di restauro della Chiesa Madonna della Neve
Luganese
6 ore

Clima, i Comuni che possono fare? Se ne parla a Lugano

Se ne discuterà in un pomeriggio informativo che si terrà il 7 ottobre al Palazzo dei congressi. Prenotazione entro il 30 settembre
Luganese
6 ore

Manno, EspaceSuisse in assemblea

Il gruppo regionale si riunirà sabato 1 ottobre nella sala Aragonite e voterà il sostituto di Giancarlo Re alla guida dell'associazione dal 2004
Bellinzonese
6 ore

A S. Antonino premiato il podista Gaetano Genovese

Scopre la passione per la corsa alla soglia dei 50 anni e da lì nessuno lo ferma più. Il Comune gli ha dato un riconoscimento al merito
Luganese
6 ore

Muzzano, Ubs mette in campo 150 volontari

Al quarto anno l'iniziativa dei dipendenti per salvaguardare il natura e paesaggio. Interventi di pulizia anche al Monte Verità
Luganese
6 ore

Cambio al vertice al Soroptimist di Lugano

Nuova timoniera del club è Elena Bittante, che subentra a Catherine Gasser-Clément
Luganese
16.04.2020 - 14:300
Aggiornamento : 15:02

Mascherine per tutti? Il Malcantone è pronto

Originale iniziativa del sindaco di Vernate Giovanni Cossi che ne ha distribuite 40'000 ai Comuni della regione e a due farmacie

Quarantamila mascherine già distribuite a prezzo di costo in 14 Comuni malcantonesi (comprese due farmacie). È un'iniziativa tanto originale quanto lungimirante quella che ha messo in atto Il sindaco di Vernate Giovanni Cossi da oramai un paio di settimane. Originale perché pare sia unica, per lo meno alle nostre latitudini e perché il promotore ha coinvolto tutti gli enti locali della regione. Lungimirante invece siccome per la fase 2 da più parti si invoca una progressiva ripresa delle attività economiche e un allentamento delle misure restrittive con le mascherine. La maggior parte dei Comuni hanno accolto positivamente l'iniziativa.

Idea nata dalla carenza

«L'idea è nata quando è emersa la carenza di questo genere di prodotti di cui abbiamo bisogno - spiega Cossi -. Vedremo come evolve la situazione ma ne servirebbero decine di milioni perché se la chiusura delle attività economiche è stata traumatica, la ripresa rischia di diventare ancor più problematica a causa del virus. Per cui, ne ho già ordinate altre 20-30mila. Seguirò attentamente le informazioni da Berna e Bellinzona, ma ho l'impressione che la riapertura sarà accompagnata dall'obbligo di portare mascherine. Avrei voluto proporle a tutti i Comuni del Ticino ma le risposte negative di sei enti locali malcantonesi mi hanno indotto a lasciar perdere. Non vorrei che qualcuno pensasse che sto giocando a fare il salvatore della patria. Con l'iniziativa non ho guadagnato nulla, le ho comprate a 90 centesimi più Iva e cedute allo stesso prezzo di costo».

Tante reazioni positive al gesto

È vero che le ha distribuite anche in due farmacie? «Sì, non riuscivano a procurarsene a sufficienza e le hanno ricevute ben volentieri. Le ultime diecimila le stanno consegnando proprio stamattina)». Quali sono state le reazioni al suo gesto? «Sono rimasto meravigliato che, ad esempio, alcuni Comuni non le abbiano volute - risponde il sindaco di Vernate -. Eppure mi sono limitato a consegnarle, poi ogni Comune le gestisce come meglio crede. A Vernate la prima cosa che ho fatto è stato di consegnare due mascherine a ogni anziano over 65, con una lettera nella quale abbiamo ricordato le misure di precauzione e l'importanza di restare a casa e di usare la mascherina per i contatti con le altre persone, anche sporadici. Devo dire che mi hanno lasciato esterrefatto, le reazioni positive delle persone, alcune delle quali faticavano a salutarmi mentre ora si fanno vive tutti i giorni».

Certificate dall'Ufficio del farmacista cantonale

Che tipo di mascherine ha distribuito e da dove arrivano? 'Provengono dalla Cina e sono state certificate dall'Ufficio del farmacista cantonale perché ne girano di tutti i generi e alcune non servono a niente - osserva Cossi -. Ce ne sono almeno di tre tipi, quella chirurgiche che ho consegnato e si possono usare per sei-sette ore di seguito. Chi la usa in maniera sporadica e prende tutte le precauzioni del caso, la può usare diverse volte. Poi ci sono le professionali che mi offrivano a 4,60 franchi l'una e sono molto più resistenti. Di questo tipo le ho prese per i gli anziani di Vernate. Si possono lavare a 60 gradi e durano molto di più. Infine, ci sono quelle per gli ospedali che sono destinate ai professionisti della sanità». Secondo il sindaco di Vernate, si va verso una progressiva ripresa delle attività economiche, «però, occorre prudenza e temo discussioni animate (come peraltro successo in parte con la chiusura, ndr.) su un'eventuale decisione di riaprire anche le scuole dell'infanzia e le elementari, cosa che ritengo abbia poco senso».

 

 

 

 

 

 

© Regiopress, All rights reserved