laRegione
Nuovo abbonamento
(foto Ti-Press)
+2
Luganese
06.07.2018 - 10:200
Aggiornamento : 14:31

L'ottantenne è deceduta nel corridoio di casa sua in fiamme

La vittima, patrizia di Caslano, abitava sola. L'allarme è partito nella notte dai vicini: 'Abbiamo visto il fumo e abbiamo sentito il crepitio del legno'

Stamane, alle tre di mattina, la polizia è intervenuta a Caslano per un incendio in una casa monofamiliare, in via Chiesuola, dove è morta una donna ultraottantenne, che è stata probabilmente sorpresa dalle fiamme, limitate al corridoio della casa. La donna ultraottantenne, patrizia di Caslano, abitava da sola, era infatti rimasta vedova da qualche anno. Era inoltre nota in Paese per essere una persona molto devota e partecipava al coro della Chiesa. 

A dare l'allarme sono stati i vicini, verso le tre di notte, quando hanno visto un grande fumo uscire dall'ingresso dell'abitazione della signora. «Abbiamo visto il fumo e abbiamo sentito il crepitio del legno che bruciava», ha confermato alla Regione una vicina. La casa è intatta, da fuori non si vede nulla, i danni sono circoscritti al corridoio.  

Le cause del rogo non sono ancora chiare, l'inchiesta di polizia dovrà stabilire, che cosa è accaduto. Sono infatti in pieno svolgimento i rilievi della polizia scientifica per capire le cause dell'incendio: da dove è partito e perché. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale, i pompieri di Caslano e i soccorritori della Croce Verde di Lugano. 

Guarda tutte le 6 immagini
© Regiopress, All rights reserved