PHI Flyers
1
NY Islanders
1
1. tempo
(1-1)
BOS Bruins
0
CAR Hurricanes
2
1. tempo
(0-2)
WAS Capitals
0
WIN Jets
2
1. tempo
(0-2)
OTT Senators
0
BUF Sabres
1
1. tempo
(0-1)
NAS Predators
VAN Canucks
02:00
 
DAL Stars
MON Canadiens
02:30
 
inquinamento-luminoso-l-ordinanza-e-insufficiente
Ti Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
3 ore

L’accusa: ‘Erano mossi da intenti egoistici e avidità di denaro’

Caso Fec-Hottinger, chiesti quattro anni di reclusione per Rocco Zullino e due anni e nove mesi per Alfonso Mattei. Venti mesi per Tartaglia
Ticino
4 ore

‘Riforma tutorie, ora bisogna accelerare’

Preture di protezione, la presidente della commissione Giustizia: ‘Come deputati non dobbiamo perdere tempo’. Agna intanto propone dei correttivi
Bellinzonese
4 ore

Lupo in alta Valle, la Società agricola Bleniese scrive al CdS

Gli allevatori lamentano carenze nella comunicazione e sollecitano un incontro per definire una strategia da adottare in caso di presenza del predatore
Luganese
6 ore

Presunto stupro di gruppo, in tre a processo

Rinviati a giudizio tre uomini che lo scorso 25 settembre avrebbero abusato di una donna dopo una serata in un locale del Sottoceneri
Locarnese
6 ore

Lungolago di Muralto, stop alla progettazione ‘totale’

Ritirato il messaggio per moderazione del traffico e riassetto urbano perché due dei tre comparti sono “troppo” legati alle incertezze in stazione
Ticino
6 ore

Scuole di musica e obbligo 2G: ‘Non ci sono margini di manovra’

Il Consiglio di Stato risponde al Conservatorio sulle novità introdotte a fine dicembre: formazioni non equiparate a scuola dell’obbligo o secondario II
Luganese
6 ore

Campione, ricorso al Tar contro il taglio della sanità ticinese

La delibera del Consiglio regionale della Lombardia è in vigore dal 15 dicembre. Un’avvocata chiede l’intervento del Tribunale amministrativo regionale
Mendrisiotto
6 ore

Piazza del Ponte, progetto in sospeso. ‘Che delusione’

La Lista civica torna alla carica con il Municipio di Mendrisio. ‘A che punto è il bando di concorso?’
Luganese
7 ore

Guasto risolto, i treni da Lugano al nord tornano in viaggio

Dopo due ore di disagi, le Ffs sono riuscite a ripristinare ‘la perturbazione tecnica agli impianti ferroviari’
05.03.2018 - 06:100

Inquinamento luminoso, 'l'Ordinanza è insufficiente'

Critiche da Dark-Sky Switzerland. Replica il capo dicastero, Angelo Jelmini: 'Porterò al tavolo della discussione le riserve dell'associazione'

a cura de laRegione

E quindi uscimmo a riveder le stelle. Ma quali stelle? Il celebre verso di Dante appare allontanarsi dalle nostre latitudini e rendere sempre più improbabile la bella immagine poetica. L’allarme viene rafforzato da Stefano Klett, vice presidente di Dark-Sky Switzerland, sodalizio che si batte per un’illuminazione ecologica e una protezione della notte, che nel suo blog pubblica un commento critico alla nuova Ordinanza municipale concernente la prevenzione dell’inquinamento luminoso votata il 1° marzo. Il sodalizio plaude a questo “passo importante per la riduzione delle emissioni di luce” ma giudica l’Ordinanza insufficiente, definendo drammatica la situazione delle emissioni di luce a Lugano rispetto ad altre realtà svizzere e auspica che l’autorità cittadina accetti una collaborazione con Dark-Sky Switzerland.

Abbiamo girato il problema ad Angelo Jelmini, capodicastero Pianificazione, ambiente e mobilità. «Ho letto nel loro sito la presa di posizione di Dark-Sky Switzerland e senz’altro sono disponibile a portare al tavolo della discussione le riserve espresse».

Diverse le critiche rivolte dal sodalizio all’Ordinanza, tra cui le troppe deroghe contemplate dal documento per situazioni commerciali e particolari; un troppo generico adeguamento degli impianti esistenti nel caso di situazioni moleste e un riferimento indistinto delle zone naturali. Altro punto contraddittorio: l’obiettivo che la Città vuole raggiungere con l’utilizzo delle lampadine Led, riconosciute senz’altro come più economiche, ma che “contengono luce blu che si trasmette più facilmente nell’atmosfera e quindi inquina di più”.

Lampadine Led, economiche ma…

«Anche questo è un tema che ci è bene presente, riferito oltretutto a un mercato in rapida evoluzione: attueremo pertanto tutte le scelte del caso tenendone in debito conto» – fa sapere Jelmini, che spiega come in seno al dicastero esista un tavolo di discussione, denominato ‘Lugano Energia’ che vuole essere allargato anche al dicastero Immobili e a quello del trasporto pubblico per ampliare la tematica a più orizzonti. Inoltre – prosegue il municipale – va evidenziato che da gennaio è stato nominato un responsabile dell’area Ambiente ed Energia nella persona dell’ingegner Ugo Bernasconi. «La politica energetica con precise decisioni di principio è partita già a fine 2016». Lugano, come noto, ha in serbo un progetto ambizioso: ottenere il certificato di Città dell’energia. «È un obiettivo che intendiamo perseguire entro il 2020 – spiega Angelo Jelmini. «Diversi a tal proposito sono i tasselli in atto: oltre all’Ordinanza municipale sulla prevenzione dell’inquinamento luminoso, ad aprile designeremo il vincitore del concorso pubblico indetto per prestazioni professionali per l’elaborazione della strategia energetica 2050 della città di Lugano. Intendiamo pure giungere entro l’anno prossimo ad adottare un importante strumento operativo: il Piano energetico comunale».

Insomma, il dibattito in tema di risparmio energetico e misure di prevenzione dell’inquinamento luminoso appare più che aperto. Il capodicastero Angelo Jelmini si dice disponibile al dialogo: «Gli attori sensibili a queste tematiche saranno senz’altro ascoltati».

© Regiopress, All rights reserved