17.10.2022 - 15:34
Aggiornamento: 16:34

Fevi, l’ultimo concorso per il ristorante del Palexpo

Uscito il bando cittadino. Avrà una durata di due anni (eventualmente allungabili) in vista di demolizione e ricostruzione

a cura di Red.Locarno
fevi-l-ultimo-concorso-per-il-ristorante-del-palexpo
Ti-Press
Tutti potenziali clienti del ristorante

Torna in locazione il ristorante del Palexpo Fevi di Locarno, luogo di eventi e manifestazioni (oltre che luogo di Festival) fra i più importanti, per numero di posti a sedere, dell’intero Ticino. La Città, che ne è proprietaria, ha appena bandito il concorso per un’occupazione temporanea, di due anni, a decorrere dal primo trimestre del 2023, quando saranno terminati i lavori previsti da parte della Divisione della Logistica dei Servizi del Territorio. Il capitolato, con la relativa documentazione, è ottenibile previa iscrizione al concorso (cancelleria@locarno.ch). Le offerte dovranno pervenire in Cancelleria (pianterreno di Palazzo Marcacci, Piazza Grande 18, 6600 Locarno) in busta chiusa o pacco chiuso entro venerdì 21 ottobre alle 11, con la dicitura esterna "Concorso per la locazione del Ristorante Fevi". L’apertura pubblica delle offerte è prevista subito dopo la scadenza del concorso, nella sala del Consiglio comunale.

Il vero punto di forza del Fevi è la capienza della sua sala multiuso di 2’100 metri quadrati, che può ospitare sino a 3’200 persone. Ospita annualmente una trentina fra congressi, banchetti, esposizioni, manifestazioni sportive, sfilate di moda, lancio di prodotti commerciali, spettacoli e concerti, più naturalmente le proiezioni cinematografiche durante il Film Festival ad agosto. Altre sale più piccole, al primo e secondo piano, nonché il ristorante ora rimesso a concorso, completano l’offerta.

Il periodo di locazione si limita a due anni (eventualmente allungabili) perché a medio termine l’intenzione del Municipio è quella di abbattere la struttura e ricostruirla con l’ausilio di terzi, secondo la formula del concorso per la cessione in diritto di superficie a lunga scadenza. Secondo i calcoli effettuati a suo tempo l’abbattimento e la ricostruzione sono la soluzione più vantaggiosa e soprattutto intelligente, considerando poi che il nuovo Fevi, parcheggi e spazi esterni compresi, dovrà essere calibrato sul grande progetto di riordino di tutto il comparto Morettina avviato dal Cantone.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved