18.10.2022 - 08:30
Aggiornamento: 19:46

Minusio, tutti gli stabili comunali muniti di pannelli solari

Una mozione chiede al Municipio di dotare i tetti degli immobili d’impianti fotovoltaici, in modo da ottimizzare l’autoconsumo

minusio-tutti-gli-stabili-comunali-muniti-di-pannelli-solari

Dotare tutti i tetti degli stabili o delle installazioni di proprietà comunale d’impianti fotovoltaici. A chiederlo, al Municipio di Minusio, in una mozione, sono i consiglieri comunali Massimo Mobiglia, verde liberale del Gruppo Usi e Lorenzo Tomasetti (Uniti per Minusio). I due firmatari ricordano a mo’ d’introduzione come "la strategia energetica svizzera indichi che l’approvvigionamento locale con energie rinnovabili sia il più sicuro sotto molti di vista. Tra le fonti rinnovabili locali si annovera anche il fotovoltaico. Alle nostre latitudini la produzione è più che ottima, grazie all’orientamento del territorio verso sud e alla presenza del lago. Infatti, gli impianti della zona hanno una produzione superiore alla media cantonale. Inoltre il costo reale di produzione di corrente da questi impianti si aggira attorno ai 6 cts/kWh, costo notevolmente inferiore ai 24 cts/kWh (tariffa al momento) delle forniture della Ses. I recenti avvenimenti geopolitici causeranno inoltre aumenti tra il 20-25% che renderanno il fotovoltaico ancora più concorrenziale".

Secondo i mozionanti, la situazione attuale a Minusio potrebbe però essere ulteriormente incentivata. "Nel proprio parco immobiliare il Comune ha realizzato pochi impianti mentre le superfici disponibili a tale scopo sono molte". Da qui la specifica richiesta oggetto della mozione, che invita l’amministrazione "a realizzare impianti fotovoltaici su tutti gli stabili e installazioni comunali, dove non vi sono vincoli di forza maggiore, in modo da ottimizzare l’autoconsumo degli stessi impianti sia con consumo proprio, sia con fornitura ad altri utenti di Minusio".

In una secondo atto parlamentare, un’interpellanza stavolta, lo stesso Massimo Mobiglia, sostenuto da sei consiglieri dei gruppi Usi-Plr-Uniti per Minusio, chiede al Municipio quanti inquilini del Comune hanno avuto acceso al progetto ‘Sole per tutti’. Come qualcuno forse ricorderà, il Comune in collaborazione con la Ses e altri partner nel 2015 aveva aderito a un interessante progetto che offre a chiunque non sia in grado di dotarsi di un proprio impianto solare, di produrre e consumare la propria elettricità proveniente dalla grande stella. Una sorta di cooperativa del solare, insomma. Una proposta interessante, che si rifà all’iniziativa dell’Azienda multiservizi di Bellinzona (Amb), ente pioniere. Tuttavia i suoi contenuti hanno dovuto essere adattati alle disposizioni della nuova Legge federale sull’energia, entrata in vigore nel 2018. A quel punto il progetto è stato congelato. La Ses, nel frattempo, a Minusio ha venduto 12 quote. Gli interpellanti vogliono quindi sapere dall’Esecutivo come stanno le cose.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved