27.09.2022 - 10:05
Aggiornamento: 19:42

La Divisione urbanistica e infrastrutture sale a Cardada

Una gita fuori ufficio per i dipendenti del settore della Città, un po’ per diletto un po’ per toccare con mano progetti e sfide del territorio

la-divisione-urbanistica-e-infrastrutture-sale-a-cardada
Città di Locarno
Una scampagnata per fare squadra

Venerdì scorso 23 settembre, gli uffici della Divisione urbanistica e infrastrutture della Città di Locarno si sono spostati in altitudine. E più precisamente a 1’340 metri sopra il livello del mare, a Cardada, per un pomeriggio diverso dal solito in cui riunire fisicamente le collaboratrici e i collaboratori per un momento di svago che, con leggerezza, permettesse di rinsaldare ulteriormente un settore dell’Amministrazione confrontato con molteplici temi. Tale incontro segue quello dello scorso anno, svoltosi sul Piano di Magadino: l’obiettivo è infatti quello di coprire progressivamente tutto il territorio comunale.
Ad arricchire l’incontro, la presenza di Luca Jardini, direttore della Cit, che dopo aver ripercorso la storia della stessa Cardada impianti turistici ha illustrato alcuni dei progetti realizzati – o in corso di realizzazione – anche grazie al contributo della Città: tra questi il nuovo percorso che dall’arrivo della funivia porta anche disabili e famiglie con passeggini alla passerella panoramica e i lavori per la creazione del nuovo laghetto allo Stallone. Con Luca Malacrida, presidente della Pro Cardada, è stata invece l’occasione per approfondire le attività dell’associazione e le attese della popolazione e dei proprietari di case nel quartiere.

Il capodicastero e municipale di riferimento Nicola Pini ha accompagnato la delegazione composta da circa 20 tra collaboratrici e collaboratori: «Sentirsi solo al telefono o di fretta non è ideale: con André Engelhardt abbiamo voluto questi momenti perché ci permettono di ritrovarci al di fuori della frenesia quotidiana, di conoscerci meglio, di coltivare lo spirito di squadra e di discutere insieme su cosa dobbiamo fare. La promozione di un sano ambiente di lavoro è fondamentale, perché le persone fanno la differenza».

La Dui, diretta da André Engelhardt, si occupa di pianificazione, di edilizia privata, di mobilità, del genio civile e del servizio dell’acqua potabile. Essa conta 24 collaboratori in totale e fa parte del Dicastero sviluppo economico e territoriale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved