12.08.2022 - 11:27
Aggiornamento: 16:16

Base aerea, l’ultimo gradino per i futuri piloti

Iniziata all’aerodromo militare di Locarno l’ultima fase di selezione per i venti candidati alla guida dei velivoli. Si vola in Ticino e Mesolcina

base-aerea-l-ultimo-gradino-per-i-futuri-piloti

Lunedì scorso, 8 agosto, è iniziata alla Base aerea di Locarno l’ultima fase di selezione per 20 candidati piloti militari (14 di lingua tedesca, 5 di lingua francese e uno di lingua italiana). Questa fase si protrarrà fino a venerdì 16 settembre. Seguendo un programma affinato con anni di esperienza, i candidati effettuano, oltre all’istruzione teorica, circa 18 ore di volo in doppio comando sopra i cieli del Ticino e della Mesolcina. I velivoli impiegati sono i Pilatus PC-7 mentre i monitori di volo sono tutti piloti militari professionisti con una lunga esperienza. Con il sistema d’istruzione, adottato ormai da qualche anno, i candidati piloti militari si presentano per la selezione con il grado d’ufficiale. Dopo questa importante fase a Locarno, coloro che adempiono i requisiti, potranno proseguire la loro formazione come pilota militare professionista, nell’ambito della scuola piloti delle Forze aeree.Per quest’ultima fase della selezione dove si valutano in modo particolare le attitudini pratiche in volo e la padronanza della terza dimensione, è indispensabile l’utilizzo dei velivoli. Con il simulatore sono già state verificate in precedenza altre caratteristiche.
Le Forze aeree faranno tutto il possibile per limitare al minimo indispensabile il disturbo e ringraziano già sin d’ora la popolazione per la comprensione. I giovani interessati a una formazione di pilota o di paracadutista militare, possono consulta-
re il sito www.sphair.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved