il-castello-incantato-riporta-la-magia-nelle-piazze-e-non-solo
+2
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Rivoluzione e trasformazione digitale, incontro al Ciani

Conferenza a più voci il 30 agosto nell’ambito degli Eventi al parco promossi dalla Città di Lugano
Mendrisiotto
4 ore

Vacallo, una colonia da Grecia antica ma non un’Odissea

Successo per l’iniziativa che ha visto la partecipazione di 55 bambini e 20 giovani monitori
Locarnese
4 ore

È morto Aldo Belloli. Fu re Kapiler del Carnevale di Locarno

Prima bidello al Liceo, poi ristoratore: è stato uno degli ideatori del premio ‘Boccalino’ del Festival del film
Locarnese
4 ore

Recuperato il corpo dell’83enne annegato a Vira Gambarogno

Il cadavere è stato ritrovato a una profondità di circa 106 metri e a 550 metri da riva usando fra l’altro un sonar e un robot per il recupero
Mendrisiotto
5 ore

Vacallo, ti presento la nuova edizione della Via Lattea

La manifestazione, alla sua 18esima edizione, che unisce il piacere del camminare a quello dell’ascolto, sarà illustrata il 23 agosto
Bellinzonese
5 ore

A Bellinzona ricco programma per la stagione Mini e Maxi teatro

Dodici gli appuntamenti suddivisi in spettacoli per bambini e adolescenti. Si comincia mercoledì 21 settembre
Ticino
5 ore

Il ritorno a scuola si avvicina, la polizia invita alla prudenza

Lo scorso anno 36 bambini si sono infortunati a seguito di un incidente stradale. A dover fare attenzione anche chi utilizza l’auto vicino alle scuole
Bellinzonese
5 ore

Festa popolare per i 127 anni della Musica di Daro

Venerdì 9 settembre ad Artore il corteo seguito dal concerto, dai saluti ufficiali e da una cena
Bellinzonese
5 ore

Luca Chieregato al Teatro Tan di Biasca

Venerdì 26 agosto lo scrittore, regista e cantastorie presenterà il suo nuovo libro ‘Di che storia hai bisogno?’
Locarnese
5 ore

Teatro Scintille, ‘Mille e una notte’ a Locarno

La rappresentazione è prevista nel giardino del Centro Sant’Antonio
Locarnese
6 ore

Festa patronale a Frasco, in Verzasca

Messa, processione e incanto dei doni
Mendrisiotto
6 ore

Ligornetto, binomio di poesia e musica antica al Museo Vela

Sabato 27, si terrà una serata dedicata al dialogo tra parola e suono dell’arte antica con Luca Pianca alla trioba e con Marcel Dupertuis e i propri poemi
Luganese
7 ore

Un altro furbetto dei crediti Covid in aula: condannato

Sottratti 80mila franchi ai danni dello Stato. ‘Aiuti ottenuti illecitamente’ gonfiando i bilanci di una società che gestiva un ristorante di Lugano
Mendrisiotto
7 ore

Morbio Superiore, sagra sul colle di San Martino

Appuntamento per domenica 28 dalle 11 alle 14.30 con santa messa, pranzo e lode Vespertina organizzati dal gruppo nuova Bragada
Bellinzonese
7 ore

Rodi, ecco la Festa di Lèras

Domenica 21 agosto al campo da calcio pranzo a base di polenta e contorni, musica e tombola
Locarnese
7 ore

Festa di San Bartolomeo a Indemini

La messa sarà celebrata dal vescovo Valerio Lazzeri
05.08.2022 - 18:37
Aggiornamento: 18:53

Il castello incantato riporta la magia nelle piazze (e non solo)

Dal 12 agosto all’11 settembre la 24a edizione del festival internazionale di teatro di figura propone spettacoli in 10 suggestive location del Locarnese

Una cornice intima e suggestiva quale ad esempio il bosco di Cardada, il sagrato della chiesa di Frasco, il lungolago di Muralto/Minusio o una delle tante piazzette nascoste nei comuni del Locarnese. Al suo interno, la creatività di artisti locali e internazionali specializzati nel teatro con figure (ma non solo). E la magia è fatta.

Una formula vincente che il Teatro dei Fauni ripropone ormai dal 1998 attraverso il festival "Il castello incantato", la cui 24esima edizione scatterà venerdì 12 agosto da Gerra Gambarogno con lo spettacolo di narrazione, canti e ombre "Aiko e l’orso della luna bianca". In circa un mese (l’11 settembre la chiusura in quel di Locarno Monti) il carrozzone itinerante con marionette, burattini e tanto altro farà poi tappa in altri nove luoghi suggestivi della regione, offrendo (nel vero senso della parola visto che l’entrata è sempre libera) in totale 13 spettacoli messi in scena da compagnie provenienti oltre che dalla Svizzera (a rappresentare il Ticino lo stesso gruppo organizzatore dell’evento e "L’indiano volante") anche da Italia, Spagna, Repubblica Ceca, Bulgaria e Venezuela, per far sognare il pubblico di ogni età attraverso fiabe classiche, spettacoli di circo di marionette, rappresentazioni con teatro d’ombre e tanto altro.

«Contrariamente a quello che si può pensare – spiega Santuzza Oberholzer, direttrice artistica nonché fondatrice del Teatro dei Fauni, compagnia nata a Locarno che produce rappresentazioni di teatro di figura e di narrazione anche per adulti e con particolare attenzione ai personaggi femminili –, il teatro di figura, che in sostanza usa degli oggetti come protagonisti degli spettacoli, solo negli ultimi decenni è diventato un genere dedicato in particolare ai bambini, prima si rivolgeva a tutto il pubblico. Ed è questo lo spirito che da sempre anima il nostro festival, che propone spettacoli adatti sia ai giovani, sia ai meno giovani, con l’intento di portare la gente a ritrovarsi e a condividere emozioni nelle piazze e in altri splendidi luoghi della nostra regione».

Fondamentale in tutto questo «la vicinanza e la comunicazione diretta tra gli artisti e gli spettatori, non a caso scegliamo location dalla capienza piuttosto limitata, in modo da permettere un rapporto stretto tra gli interpreti e la platea. Credo sia uno dei fattori che rende speciale il nostro festival e anche per questo è davvero una grande gioia poter tornare a riproporre la manifestazione in una situazione di "normalità", dopo che le ultime due edizioni si erano svolte con diverse limitazioni legate alla pandemia – ad esempio piazze transennate e ingresso solo con certificato Covid nel 2020, distanziamento nel 2021».

A proposito di transenne, va sottolineato che il festival per il pubblico è completamente gratuito, «perché non ci va di chiudere una piazza, che deve rimanere un luogo libero. Questo evidentemente non sarebbe possibile senza il sostegno dei Comuni, del Decs e di altri enti locali. Noi ci mettiamo del nostro oltre che nell’organizzazione, andando in giro durante l’anno a proporre i nostri spettacoli per raccogliere fondi, ma non è sempre evidente, si tratta di artisti professionisti che vanno pagati e dietro c’è davvero un gran lavoro. Chi ce lo fa fare? La passione e il fatto che crediamo davvero in tutto questo».

Sempre più regine e principesse

Il Teatro dei Fauni negli ultimi anni sta cercando di includere nel suo Castello incantato qualche "regina" e qualche "principessa" in più… «Da tre anni a questa parte poniamo un’attenzione particolare sulle figure femminili e cerchiamo di mettere in luce le compagnie di donne, tanto che quest’anno su tredici spettacoli almeno otto sono portati in scena da sole donne o da gruppi misti. Di questo siamo molto orgogliosi perché il teatro di figura è legato molto alla tradizione e, ancora più che in altre arti, la presenza di artisti uomini è sempre stata preponderante. Qualcosa però sta cambiando e in particolare in Italia, da dove arrivano la metà dei nostri artisti, negli ultimi cinque anni c’è stata grande innovazione, con molti giovani (tra cui diverse donne) che stanno garantendo il ricambio generazionale soprattutto per quel che riguarda il teatro con burattini e marionette».

Quanto al programma della 24esima edizione, tra i vari spettacoli («tutti meritevoli») la direttrice artistica richiama l’attenzione in particolare sulla serata del 13 agosto con la rappresentazione "Pirù, Demoni e denari" che si svolgerà nella pineta di Cardada (dalle 17.15 corse a metà prezzo) e sulla giornata di sabato 3 settembre, quando il "Paese dei balocchi" proporrà tra le 15 e le 19 in piazza Remo Rossi a Locarno spettacoli e giochi (quest’anno legati in particolare ai suoni) per tutte le età.

Laboratori per la costruzione di marionette

È riservato ad adulti e ragazzi dagli 8 anni il Laboratorio di costruzione di marionette di legno che il Teatro dei Fauni propone nel suo atelier locarnese (via alla Morettina 2) nelle mattine tra il 22 e il 26 agosto. A condurlo in italiano e inglese il marionettista bulgaro Teodor Borisov, che aiuterà i partecipanti a costruire una marionetta a filo di 22 pezzi con mani e testa scolpite. Iscrizione (a pagamento, 200 franchi materiale incluso) entro il 16 agosto a fauni@teatro-fauni.ch o allo 079 331 35 56. Sono invece gratuiti i laboratori "al volo" che si terranno nelle piazze prima degli spettacoli del Castello incantato del 20 agosto a Frasco e del giorno seguente a Contone. Informazioni e programma completo al sito teatro-fauni.ch.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
il castello incantato teatro dei fauni
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved