21.07.2022 - 16:25

Alpe di Naccio, volontari all’opera a favore del territorio

Nella zona montana, sopra Brissago, portati a termine dal Patriziato (con volontari) progetti di valorizzazione

alpe-di-naccio-volontari-all-opera-a-favore-del-territorio
Patriziato Brissago
Tavolo e panche in legno di castagno

Si è svolta recentemente la giornata di volontariato per la salvaguardia dell’alpe di Naccio, organizzata dal Patriziato di Brissago. "Hanno partecipato persone, non solo patrizi, che hanno dimostrato ancora una volta grande attaccamento al territorio e alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale – indica l’Amministrazione patriziale (il segretario è Fausto Beretta) in una nota ai media –. Sono stati tagliati alberelli, arbusti e piante invasive per ripulire le superfici imboschite e aumentare l’ampiezza del pascolo dell’alpe. Oltre a ciò, allo scopo d’informare gli escursionisti che visitano la zona e la regione del Pizzo Leone, è stato posato, dove il sentiero che porta verso Termine e Rasa e s’inoltra nel bosco di faggio, un pannello informativo sulla nuova piantagione di abete bianco e maggiociondolo (igher in dialetto brissaghese)". Il pannello riporta informazioni sugli aspetti naturalistici della piantagione: "Abbiamo anche installato un piccolo cartello con indicazione della piantagione di abete bianco istituita nel 2009, per rendere omaggio e ricordare il nostro compianto amico Guido Repetti".

Nelle immediate vicinanze è pure stato posato un tavolo con panche in legno di castagno: "Il successo di questa idea, con l’avallo dell’Ufficio patriziale, va soprattutto riconosciuto ad Athos Berta membro dell’Ufficio patriziale, che, con dinamismo e intraprendenza, è risuscito a portare a termine il progetto – continuano i vertici dell’ente –. Un caloroso ringraziamento va agli amici della squadra di Porta, che con il loro generoso contributo hanno permesso la riuscita dell’iniziativa".

In questi ultimi anni l’Amministrazione patriziale ha rilanciato diverse attività per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio; prossimamente ai cittadini patrizi di Brissago giungerà una richiesta di sostegno, tramite una tassa "fuocatica". Soldi che serviranno per la manutenzione degli edifici e delle proprietà fondiarie e per garantire investimenti ben pianificati e programmati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved