la-casa-del-territorio-da-qui-si-dirama-l-offerta-turistica
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
27 min

Resega e dintorni, un ‘regalo’ all’Hcl?

Fa discutere la concessione di un diritto di superficie per una palazzina attigua alla pista
Luganese
27 min

Conferenza Ucraina: ‘Simbolica? Direi piuttosto solidale’

Artem Rybchenko, ambasciatore ucraino a Berna, sulla Ukraine Recovery Conference di Lugano: ‘Preziosa opportunità di incontro coi partner internazionali’
Ticino
8 ore

L’economia dei lavoretti da noi è ‘poco diffusa’

Lo rileva il Consiglio di Stato rispondendo a un’interrogazione di Sirica (Ps) in seguito al ‘caso Divoora’. Attesi approfondimenti a livello nazionale
Locarnese
9 ore

JazzAscona 2022, organizzatori molto soddisfatti

Sotto il segno del gemellaggio con New Orleans la maratona musicale ticinese, giunta alla 38esima edizione, ha registrato un ottimo successo
Locarnese
9 ore

Salvataggio Sub Gambarogno, dati due nuovi brevetti

 Mattia Ferrari e Roberto Plebani hanno ottenuto il brevetto per i salvataggi nelle acque libere
Locarnese
10 ore

Mortale di Broglio, ‘Daniele amava la valle e la sua libertà’ 

Il 20enne è deceduto nell’incidente stradale avvenuto stanotte. Nato al ‘piano’ ma col cuore fra le montagne. Il ricordo di parenti e amici.  
Gallery
Mendrisiotto
10 ore

Cavea Festival ad Arzo, grande musica e buoni numeri

Organizzatori soddisfatti. Alla manifestazione alle cave tutto è filato liscio anche sul fronte della sostenibilità e della sicurezza
Luganese
11 ore

Lugano, Harley Days di successo con... fuochi inattesi

Folta partecipazione all’evento che si chiude oggi. Ma a far discutere sono i fuochi d’artificio non annunciati di sabato sera. Badaracco: ‘Malinteso’.
Gallery
Luganese
12 ore

Ukraine Recovery Conference, Shmyhal atterrato ad Agno

Il Primo ministro, che guiderà la delegazione ucraina è arrivato in città. Accolto dal presidente Cassis e dal sindaco Foletti
Mendrisiotto
13 ore

Morta sull’A2, gli amici del ritrovo: ‘Una bellissima persona’

Nella regione ha lasciato increduli la morte della 36enne travolta nella notte a Rancate. La giovane donna era mamma di due bambine
Luganese
13 ore

Risparmio energetico, i Verdi: ‘Lugano faccia la sua parte’

Un’interrogazione ecologista chiede al Municipio di adeguarsi alle raccomandazioni dell’Agenzia internazionel dell’energia
Bellinzonese
13 ore

Diaporama di Giuseppe Brenna sugli alpi di Leventina

L’alpinista giovedì 7 luglio presso il Dazio Grande presenterà in conferenza la sua ultima fatica editoriale
Ticino
14 ore

Mafie in Ticino, ‘il pool cantonale non serve’

Risposta del Consiglio di Stato alla mozione di Quadranti (Plr). Il deputato insoddisfatto replica: ‘Porterò il dossier nella commissione competente’
23.06.2022 - 08:44
Aggiornamento: 18:36

La Casa del Territorio, da qui si dirama l’offerta turistica

Inaugurata a Intragna l’ultima iniziativa nel campo del marketing territoriale; l’ex Legato sale diventa infopoint e vetrina del Museo

‘Benvenuti nella nuova Casa del territorio’. Il saluto lo porta il ‘padrone di casa’, Mattia Dellagana, curatore del Museo regionale delle Centovalli e del Pedemonte. L’ultima trovata nel campo del marketing e della promozione territoriale per i comprensori delle Centovalli e delle Terre di Pedemonte è racchiusa dentro un piccolo, elegante, edificio che si affaccia sulla pittoresca Piazza del capoluogo. Spazio inaugurato proprio mercoledì scorso, alla presenza di autorità comunali e rappresentanti delle istituzioni turistiche e museali. Un progetto che apre una finestra sulla ricca e variegata offerta di svago a 360 gradi di queste terre al fine di favorirne la conoscenza delle peculiarità culturali e paesaggistiche, integrando promozione, arte e accoglienza. Un’iniziativa originale che ha sede sotto il tetto in piode dello stabile ex Legato sale, un tempo di proprietà della Parrocchia, passato nelle mani del Museo un ventennio fa. Prima dell’intervento di restauro, il piccolo immobile ha funto da deposito delle collezioni museali. Poi, con la necessità del Municipio di Centovalli di poter inserire la nuova agenzia postale nel locale al pianterreno della Casa comunale dove per oltre 15 anni il Museo ha gestito il precedente infopoint regionale, si è presentata l’occasione giusta per metter mano all’edificio storico. «L’idea di riqualificare questo stabile, contribuendo a valorizzare una piazza tra le più belle del Ticino, risale ormai a molto tempo fa. La necessità di dover trasferire lo sportello turistico (gestito dal Museo su mandato di prestazione dell’Otr) è stata la classica scintilla spesso utile per dare al via a un progetto come questo – spiega Mattia Dellagana – In gennaio sono partiti i lavori, affidati a ditte del posto. Per tutti gli interventi eseguiti alla struttura (dal rifacimento della carpenteria e della copertura in piode, alla sistemazione degli elementi sia interni che esterni, ai nuovi serramenti, ecc.) si è cercato di prestare la maggior cura possibile alla scelta dei materiali e al rispetto delle tecniche di costruzione tradizionali. Come museo etnografico era infatti molto importante per noi che la riqualifica di questo edificio storico fosse animata da uno spirito di esemplarità. Presupposto infatti che il nostro patrimonio costruito sia una delle principali risorse nella nostra regione, restiamo infatti convinti che prenderne cura e valorizzarlo in maniera rispettosa sia un passo indispensabile per coltivare la bellezza della nostra terra tramandataci dai nostri avi».
Così dal tetto in piode alla carpenteria, passando per gli intonaci in calce, ecco che l’ex Legato sale ha cambiato volto trasformandosi in una piccola "casa del visitatore".

La fotogallery come fonte d’ispirazione e l’avamposto museale

Un punto di riferimento non solo per il turista, ma anche per i ticinesi – magari alla ricerca d’ispirazione – che si affidano a un servizio informativo per scoprire il territorio. Detto del contenitore, eccoci al contenuto: all’interno delle quattro mura, con un allestimento originale, sobrio e curato, si scopre il percorso di valorizzazione in termini d’informazioni su tutto quanto il comprensorio è in grado di offrire. Una selezionata gallery fotografica appesa alla parete accende l’ispirazione del visitatore fornendogli (col supporto degli immancabili pieghevoli) un assaggio delle possibilità; una bacheca raccoglie gli eventi in programma, una seconda invece riporta una cartina con 12 proposte escursionistiche. Coloro che necessitano maggiori ragguagli possono comunque far capo allo sportello informativo presso la hall d’entrata del Museo, situato a pochi passi, dove gli orari di apertura sono stati prolungati proprio per venire incontro alle richieste. Ma la Casa del Territorio non è solo uno spazio di promozione dell’offerta turistica, svolge anche la funzione di avamposto museale. Il locale racchiude infatti una bacheca di promozione delle mostre temporanee in essere e, all’interno di una vetrinetta, è stato ricreato un museo in miniatura con cui dare un assaggio di ciò che il visitatore potrà trovare e scoprire nel Museo "vero" a pochi passi di distanza. Una vera e propria iniziativa di marketing territoriale, insomma, pensato per favorire la crescita della rete turistica locale. Un luogo fisico destinato in modo ufficiale e qualificato alla diffusione delle news da fornire, soprattutto ma non esclusivamente, a quanti giungono in visita sul nostro territorio, aperto dalle 8 alle 20 durante l’alta stagione. Un edificio ristrutturato e che migliore destinazione d’uso non poteva avere, in un luogo visibile e strategico tra i più rilevanti del comprensorio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casa del territorio centovalli pedemonte offerta turistica
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved