cevio-la-fondazione-silene-giannini-fa-spazio-all-arte
I vertici della Fondazione
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Rivoluzione e trasformazione digitale, incontro al Ciani

Conferenza a più voci il 30 agosto nell’ambito degli Eventi al parco promossi dalla Città di Lugano
Mendrisiotto
4 ore

Vacallo, una colonia da Grecia antica ma non un’Odissea

Successo per l’iniziativa che ha visto la partecipazione di 55 bambini e 20 giovani monitori
Locarnese
4 ore

È morto Aldo Belloli. Fu re Kapiler del Carnevale di Locarno

Prima bidello al Liceo, poi ristoratore: è stato uno degli ideatori del premio ‘Boccalino’ del Festival del film
Locarnese
5 ore

Recuperato il corpo dell’83enne annegato a Vira Gambarogno

Il cadavere è stato ritrovato a una profondità di circa 106 metri e a 550 metri da riva usando fra l’altro un sonar e un robot per il recupero
Mendrisiotto
5 ore

Vacallo, ti presento la nuova edizione della Via Lattea

La manifestazione, alla sua 18esima edizione, che unisce il piacere del camminare a quello dell’ascolto, sarà illustrata il 23 agosto
Bellinzonese
5 ore

A Bellinzona ricco programma per la stagione Mini e Maxi teatro

Dodici gli appuntamenti suddivisi in spettacoli per bambini e adolescenti. Si comincia mercoledì 21 settembre
Ticino
5 ore

Il ritorno a scuola si avvicina, la polizia invita alla prudenza

Lo scorso anno 36 bambini si sono infortunati a seguito di un incidente stradale. A dover fare attenzione anche chi utilizza l’auto vicino alle scuole
Bellinzonese
6 ore

Festa popolare per i 127 anni della Musica di Daro

Venerdì 9 settembre ad Artore il corteo seguito dal concerto, dai saluti ufficiali e da una cena
Bellinzonese
6 ore

Luca Chieregato al Teatro Tan di Biasca

Venerdì 26 agosto lo scrittore, regista e cantastorie presenterà il suo nuovo libro ‘Di che storia hai bisogno?’
Locarnese
6 ore

Teatro Scintille, ‘Mille e una notte’ a Locarno

La rappresentazione è prevista nel giardino del Centro Sant’Antonio
26.06.2022 - 15:49
Aggiornamento: 27.06.2022 - 18:36
di Fausta Pezzoli Vedova

Cevio, la Fondazione Silene Giannini fa spazio all’arte

Obiettivo: sostenere chi eccelle in pittura, fotografia, grafica e altri settori figurativi, creando anche una rete regionale

È stata inaugurata ufficialmente domenica 5 giugno a Cevio la Fondazione Silene Giannini, proprietaria, dal 2016, dello stabile e del sedime dell’ex Centro dell’Artigianato di Vallemaggia. Un atto formale che ha permesso al presidente della Fondazione, Philippe Candolfi, di ripercorrere le tappe principali che hanno segnato la nascita e i primi passi della nuova Istituzione, costituita nel 2013 su desiderio di Silene Giannini (1953-2014) con l’obiettivo di "garantire sostegno ad artisti che eccellono nel campo delle arti figurative, quali, pittura, fotografia, grafica, e altre". In questi primi anni – resi difficili anche dal persistere della pandemia – ad animare la struttura sviluppando un ricco programma di attività (fra cui spicca la ‘Primavera musicale’ e il progetto d’arte multidisciplinare ‘Sotto la superficie’ del 2019), ci ha pensato la neonata Associazione Silarte (2017) presieduta da Marco Milani; Associazione che costituisce una sorta di ‘braccio operativo’ della Fondazione Silene Giannini e che si avvale della preziosa collaborazione di un team di persone scelte per le loro specifiche competenze.

L’inaugurazione ufficiale (presenti un’ottantina di persone) è stata l’occasione, per il presidente Candolfi, per tracciare il futuro. «Intendiamo trasferire la sede della Fondazione qui a Cevio e operare attivamente nello sviluppo dell’arte in valle; a tal riguardo siamo in contatto con il Centro Internazionale di scultura di Peccia tramite il suo presidente Thomas Geiser, con l’obiettivo di unire le nostre potenzialità a favore di tutta la regione. Desideriamo darci l’opportunità di poter contribuire al cammino e al successo di artisti già noti o emergenti. In quest’ottica, siamo lieti che siano le opere di Marco Milani, eccellente artista locale, a tenere a ‘battesimo’ questo nuovo spazio espositivo della Fondazione Silene Giannini».
Per il Municipio del Capoluogo è intervenuto brevemente il vicesindaco Ercole Nicora che a nome della comunità ha espresso gratitudine alla Fondazione «per l’opportunità che ha favorito di dare una nuova vita a questa struttura e per l’organizzazione di puntuali eventi culturali di grande interesse per tutta la valle». Marco Milani si è soffermato sugli interventi che hanno permesso di arricchire la sede di un moderno spazio espositivo. Sala che ha ospitato fino a oggi, domenica 26 giugno, le opere "Immagini del tempo" di Milani. Opere che, come specificato, in un breve sunto, dall’artista stesso: «Affrontano il tema in senso letterale: le superfici sono dapprima dipinte e levigate più volte narrando così la loro creazione, dopo di che, attraverso la rifinitura, il vissuto viene interpretato alla ricerca del significato finale». L’esposizione si è appena conclusa e il bilancio è stato positivo.

Dal 9 luglio la seconda esposizione

Il secondo atto espositivo organizzato dalla Fondazione Silene Giannini è previsto per il prossimo 9 luglio. Nella nuova sala troverà posto la mostra "Cinque Posizioni" opere di altrettanti artisti/e selezionati da un progetto di promozione pianificato dalla Fondazione in collaborazione con il portale d’arte ARTWORKS.ART nel 2020. Da una rosa di 200 candidati, provenienti da Germania, Austria e Svizzera sono stati premiati venti artisti. Una seconda selezione fra questi ultimi ha portato a un ulteriore riconoscimento per cinque artisti; saranno le opere di questi artisti/e ad andare in mostra il 9 luglio a Cevio, dove resteranno fino al prossimo 10 settembre.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cevio fondazione silene giannini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved