ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
10 min

Nel 2050 obiettivo -90% di emissioni di Co2 e consumi dimezzati

Il governo mette in consultazione il nuovo Piano energetico e climatico cantonale. Zali: ‘Allungare il passo, no a tasse e divieti. Sì agli incentivi’
Bellinzonese
34 min

Lattodotto, elettrodotto e acquedotto per l’Alpe Angone-Crestumo

Il Consiglio di Stato chiede di stanziare un contributo cantonale massimo di quasi 840mila franchi, per un investimento complessivo di 2,35 milioni
Luganese
35 min

Il gruppo Ps&Si Capriasca si riunisce in assemblea

L’appuntamento è per domenica 12 febbraio a Tesserete
Ticino
43 min

Dichiarazione di fedeltà alle Leggi per Luca Federico Guastalla

La cerimonia a Palazzo delle Orsoline per il nuovo procuratore pubblico supplente nominato a titolo temporaneo in sostituzione della pp Canonica Alexakis
Ticino
1 ora

‘Uno statuto speciale per gli agenti della Polizia cantonale’

Mozione dei deputati del Centro Claudio Isabella e Giorgio Fonio: occorre un regolamento maggiormente consono alle esigenze di servizio
Bellinzonese
1 ora

Il lupo banchetta vicino alle case di Dalpe: ‘Siamo preoccupati’

Il Cantone segnala la predazione odierna di un cervo. Il sindaco attende dal governo una risposta ai timori e indicazioni su come comportarsi
Locarnese
1 ora

Ronco s/Ascona, le stime di spesa inducono fiducia

Preventivo 2023 rassicurante, grazie anche a un forte gettito d’imposta; aumentano spese e introiti. La capacità di autofinanziamento è buona
morbio inferiore
1 ora

Dimissioni del vicesindaco, un subentrante entro fine mese

Il Municipio ha dato avvio alla procedura di designazione del successore di Matteo Mombelli
Locarno
2 ore

Voto ai 16enni e agli stranieri, ‘la Città cosa ne pensa?’

Lo chiedono con un’interrogazione al Municipio i consiglieri comunali dei Verdi Buzzi, Machado, Antunovic e Mileto
Mendrisiotto
2 ore

A Morbio Inferiore due giorni per festeggiare il Carnevale

L’appuntamento è per sabato 18 febbraio al campo sportivo e per domenica 19 sul piazzale della casa comunale
Locarno
3 ore

La vita e l’opera di Pietro Morettini alla Biblioteca

Appuntamento giovedì alle 18.15, a Palazzo Morettini. Relatore sarà Marino Viganò, dottore in storia militare
Ticino
4 ore

Il Cantone ricorre a Instagram per favorire il voto dei giovani

La campagna ‘Io faccio la mia parte’ si rivolge soprattutto alle fasce di elettori dai 18 ai 30 anni con un nuovo canale social e un sito rinnovato
Mendrisiotto
5 ore

Giovani e sportivi a Chiasso, la gran parte è ticinese

Passate in rassegna le società attive sul territorio comunale, è emerso che gli atleti provenienti dall’estero sono la minoranza
Luganese
6 ore

Cantiere in vista in via Maraini a Lugano

Da lunedì 6 febbraio e per quattro giorni il traffico sarà regolato da agenti di sicurezza
Bellinzonese
6 ore

Le Terre del Ceneri incontrano la Città dei mestieri

Mercoledì 15 marzo porte aperte nelle aziende formatrici del territorio di Cadenazzo, Gambarogno e Monteceneri
Locarnese
6 ore

Chiacchiere al camino in compagnia di Zeno Ramelli

L’incontro con lo storico e giornalista, inserito nelle attività di ‘Natal in Vall’, si terrà giovedì nel Castello Marcacci di Brione Verzasca
laR
 
09.06.2022 - 11:04
Aggiornamento: 15:20

Mobilità sostenibile, Gambarogno coinvolge i giovani

Al convegno ‘Smart Border’ anche la preoccupazione del sindaco per l’eliminazione dello svincolo di Quartino e il ritorno alla rotonda con semaforo

mobilita-sostenibile-gambarogno-coinvolge-i-giovani
Al tavolo dei relatori al convegno

Martedì 7 giugno si è svolto a Luino il Convegno plenario del progetto transfrontaliero Interreg "Smart Border", promosso dai capifila del progetto, i Comuni di Gambarogno e Luino.

Il progetto vuole sviluppare il dialogo nella pianificazione strategica, per agevolare e promuovere il trasporto pubblico (su ferro e gomma), nonché per diffondere la mobilità dolce nella regione dell’alto Lago Maggiore e del Lago Ceresio occidentale. Obiettivo: migliorare la qualità della vita dei cittadini dell’area coinvolta, valorizzando le risorse naturali e paesaggistiche, mitigando così l’impatto del trasporto individuale motorizzato dei lavoratori transfrontalieri. Un’operazione complessa e dal Gambarogno giungono anche preoccupazioni per il futuro prossimo...

Il lavoro degli scolari

Ma partiamo da un altro tema. La mobilità è uno dei principali fattori critici di rischio per il nostro territorio, non più sostenibile. Per i capifila è fondamentale puntare su diversi target con diverse iniziative: e fra questi target, anche i più giovani. A partire dallo scorso 22 febbraio sono così state coinvolte le scuole nell’iniziativa "Smart Border 4 future". Il tema è stato presentato in 11 classi delle Elementari e Medie di Luino e in 3 classi delle Elementari del Gambarogno. Più di 250 bambini sono stati interessati alle fasi iniziali. Il primo step è stato quello di coinvolgerli dando loro semplici informazioni sul tema della sostenibilità e della mobilità. Attraverso il lavoro svolto con i docenti, i ragazzi hanno poi potuto esprimere la propria creatività per la realizzazione di materiale grafico e videografico. I piccoli attori del futuro al convegno di martedì hanno presentato i loro lavori, la loro visione di mobilità sostenibile. Sono stati inoltre anche chiamati alla creazione di una mascotte.

Preoccupazioni gambarognesi

Per Gambarogno erano presenti al convegno il sindaco Gianluigi Della Santa, la municipale Cristina Zerbola, Eros Nessi che, su mandato del Comune, segue con Christian Bordoli (coordinatore del progetto per Gambarogno) le diverse fasi e soprattutto ha coordinato le azioni di sensibilizzazione nelle scuole, Valentina Sandberg, direttrice dell’istituto scolastico del Gambarogno, Jessica Gago Peña, docente di una delle tre quinte elementari che hanno partecipato ai lavori, Davide Marconi direttore di Mobitrends (www.mobitrends.ch). Era inoltre presente Luisella Celio dell’Ufficio dello sviluppo economico del Cantone, incaricata nel segretariato tecnico congiunto del programma Interreg.

Nel suo intervento Della Santa si è complimentato con gli alunni per gli splendidi lavori, sottolineando l’importanza di coinvolgere le nuove generazioni sui temi ambientali, e in questo caso sulla mobilità: i giovani sono il futuro e da loro bisogna iniziare.

Il sindaco non ha comunque mancato di sottolineare le difficoltà di raggiungere gli obiettivi del progetto a causa di diversi fattori; come per esempio gli orari dei treni non corrispondenti alle necessità, la difficoltà dei frontalieri a lasciare la propria auto a favore del car pooling e del trasporto pubblico. Ha pure auspicato nuove e più incisive azioni. Ha quindi informato del fatto che prossimamente potrebbe anche esserci qualche problema al traffico in Gambarogno dovuto a un cambiamento del sistema viario: «Nell’immediato futuro ci preoccupa molto l’intenzione di Ustra di eliminare il grande svincolo a Quartino, all’altezza della Pergola, con la reintroduzione della piccola rotonda con regolazione semaforica». Un allarme lanciato dopo che, per diversi anni, il Comune aveva rivendicato, ottenendolo, una soluzione che permette un miglior flusso dei veicoli.

Nessi, dal canto suo, ha parlato del lungo e arricchente percorso in questo progetto, dell’ottima esperienza avuta con le quinte elementari di Gambarogno e soprattutto del ruolo della scuola sia per affrontare temi ambientali, sia come aggregatore sociale: «Scuola che come istituzione può anche educare alla democrazia, alla pace, alla libertà, al rispetto reciproco, alla tolleranza e alla solidarietà».

Marconi ha illustrato la campagna d’informazione e sensibilizzazione eseguita a tappeto, su incarico del Municipio, presso le aziende di Gambarogno e presso le più importanti ditte che impiegano frontalieri da Bellinzona a Losone. Per questo sono stati organizzati incontri ed è stato inviato alle stesse aziende un volantino da distribuire e un sondaggio che promuove l’utilizzo dei nuovi parcheggi Interreg Smart Border di Luino, dedicati al car pooling e al Park&Ride.

Nel corso del convegno si è tenuta la presentazione, con premiazione, dei lavori svolti dalle tre classi gambarognesi e dai loro compagni di Luino. Gli alunni hanno realizzato manifesti, disegni, progetti articolati, motti (slogan), video, interviste e mascotte. La quinta elementare di Quartino ha vinto il premio per la migliore mascotte: Lina la chiocciolina, che invita e riflettere e rallentare.

Alla conferenza, programmata durante la mattinata, sono stati illustrati i risultati del progetto, le applicazioni dedicate ai parcheggi e le pratiche virtuose promosse da Smart Border: bike e car sharing, mobilità elettrica e altro ancora. Per il futuro prossimo è prevista un’app dedicata ai frontalieri, per meglio organizzare la condivisione dell’auto, così come altre azioni d’informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento. Maggiori informazioni sono su www.gambarogno.ch/ Interreg-Smart-Border-0a3c5100 che propone anche le realizzazioni delle scuole, compresi i video, e la recente e ancora esposta campagna pubblicitaria "Meno colonne sulle strade", composta da striscioni esposti sulle arterie principali del Gambarogno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved