ana-con-togo-acqua-microprogetti-e-nomine
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
12 min

Brissago, alla Hildebrand un ambulatorio per il long-covid

La clinica metterà a disposizione personale specializzato e conoscenze per il percorso riabilitativo dei pazienti toccati dai postumi della pandemia
Locarnese
25 min

Verzasca, i 105 anni di Aurelio Gnesa

Storico traguardo per il decano della Valle, festeggiato lunedì corso dalle autorità comunali e dei familiari
Mendrisiotto
1 ora

Riva San Vitale, il Fc si riunisce in assemblea

I lavori si terranno mercoledì 13 luglio nella sala patriziale Al Torchio, con inizio alle 20.15
Locarnese
1 ora

Alba, in attesa di risposte da Berna si compattano i ranghi

L’Associazione che si batte a difesa dell’Aeroporto cantonale di Locarno ha pronto un suo Consiglio strategico
Luganese
2 ore

Prima di quella dei conferenzieri, s’alza la voce di Greenpeace

Azione di alcuni militanti ‘verdi’, che in prossimità della sede degli incontri della conferenza sull’Ucraina hanno issato una finta pala eolica
Luganese
2 ore

A Lugano al lavoro per un ‘piano Marshall’ ucraino

Ultimi scampoli di conto alla rovescia in riva al Ceresio: alle 13.30 Ignazio Cassis e Volodymir Zelensky (virtualmentre) daranno il via ai lavori
Luganese
6 ore

Conferenza Ucraina: ‘Simbolica? Direi piuttosto solidale’

Artem Rybchenko, ambasciatore ucraino a Berna, sulla Ukraine Recovery Conference di Lugano: ‘Preziosa opportunità di incontro coi partner internazionali’
Luganese
6 ore

Resega e dintorni, un ‘regalo’ all’Hcl?

Fa discutere la concessione di un diritto di superficie per una palazzina attigua alla pista
Ticino
14 ore

L’economia dei lavoretti da noi è ‘poco diffusa’

Lo rileva il Consiglio di Stato rispondendo a un’interrogazione di Sirica (Ps) in seguito al ‘caso Divoora’. Attesi approfondimenti a livello nazionale
Locarnese
15 ore

JazzAscona 2022, organizzatori molto soddisfatti

Sotto il segno del gemellaggio con New Orleans la maratona musicale ticinese, giunta alla 38esima edizione, ha registrato un ottimo successo
27.05.2022 - 16:22

Anà con Togo: acqua, microprogetti e nomine

A Cavergno si è svolta l’assemblea dell’associazione attiva in Africa

Troppo spesso in Africa l’acqua è considerata un lusso. Per la sopravvivenza dei bambini, la salute materno-infantile, il benessere delle famiglie, l’educazione dei giovani e la produttività economica è determinante avere accesso all’acqua potabile e a servizi igienici. Per raggiungere questo obiettivo l’associazione Anà con il Togo ha lavorato con impegno e passione nel corso del 2021 e lo farà anche nel futuro. Il presidente Remo Flocchini, durante l’assemblea annuale svoltasi recentemente a Cavergno, ha mostrato mediante un filmato ai numerosi soci e sostenitori presenti, l’istoriato di quanto fatto in Togo nell’anno appena concluso.
A partire dall’anno 2000, una società giapponese e il governo togolese hanno effettuato senza successo, diverse ricerche e trivellazioni nell’intento di donare l’acqua potabile ai 1’500 abitanti del dimenticato e sperduto villaggio di Akamatitoe.

L’Associazione Anà con il Togo – nata nel 2018 con l’intenzione di aiutare le popolazioni togolesi – ha voluto insistere e credere in un futuro migliore per questo villaggio. Dopo due trivellazioni fallimentari non si è arresa e al terzo tentativo, il 12 aprile 2022, l’acqua è sgorgata in abbondanza grazie a una perforazione della profondità di ben 215 metri, per l’incontenibile gioia degli abitanti di Akamatitoe e dei villaggi limitrofi. "L’enorme profondità della trivellazione e la posizione hanno reso necessario l’aumento dell’innalzamento della struttura portante del serbatoio e il potenziamento dei pannelli solari per riuscire un domani a costruire e alimentare delle fontane all’interno del villaggio. Questa modifica ha comportato un aumento dell’investimento economico preventivato, ma siamo certi che quanto eseguito porterà nella zona un miglioramento tangibile nella lotta alla povertà e avvierà un processo di sviluppo in vari settori", ha spiegato Flocchini all’assemblea.
Un traguardo raggiunto con l’aiuto di molti sostenitori. "Siamo una piccola associazione basata sul volontariato e mai avremmo pensato di riuscire in così breve tempo a realizzare una scuola per 200 allievi e cinque latrine ad Agokpala e a portare l’acqua nel villaggio di Akamatitoe dove non esistono gabinetti, energia elettrica e nemmeno un dispensario e che per prendere l’acqua da una pozzanghera gli abitanti devono percorrere tre chilometri a piedi".
L’intero progetto di Akamatitoe è molto ambizioso in quanto oltre all’approvvigionamento idrico comprende l’edificazione di latrine – attualmente in costruzione – e non appena le finanze lo permetteranno la fabbricazione di un edificio scolastico per 200 bambini.

"Il momento storico e critico che stiamo vivendo vede organizzazioni di aiuto umanitario sempre più sollecitate da richieste finanziare e ciò porta a una maggiore difficoltà nel reperire i finanziamenti necessari per la realizzazione dei progetti e a un maggior impegno da parte del comitato per il reclutamento di nuovi sostenitori. Pur nella consapevolezza dei nostri mezzi, la volontà è quella di guardare avanti con fiducia rimanendo fedeli alla nostra missione di fare del bene per le popolazioni che si trovano in uno stato di necessità". Flocchini ha poi sottolineato l’importanza dei microprogetti. Tra questi, ne ha ricordati due in alcuni villaggi limitrofi ad Akamatitoe: le piantagioni di riso a Kpoklolo e quella di ananas, pomodori e arachidi nel villaggio di Koudassi.

L’assemblea ha quindi votato il rinnovo delle cariche in comitato, Remo Flocchini (presidente), Laura Flocchini (segretaria) ed Emiliano Zanini si sono ricandidati e sono stati eletti per i prossimi due anni.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
anà con togo cavergno remo flocchini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved