finisce-in-rissa-la-festa-dei-liceali-al-bagno-pubblico
Ti-Press
Pochi violenti rovinano la festa a tutti gli altri
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

‘Un campeggio antimilitarista contro la conferenza a Lugano’

È quanto ha organizzato, da questa sera fino a lunedì, il Csoa Molino a Massagno al parco Ippocastano
Locarnese
6 ore

Polizia, Zanchi: ‘Niente campagna elettorale sugli agenti’

Locarno, il capodicastero sicurezza replica a Cotti: ‘Avevo informato tutti in municipio sui contenuti della conferenza stampa’.
Bellinzonese
6 ore

Gorduno-Galbisio, Santa Messa a San Carpoforo

Il Consiglio parrocchiale informa del cambiamento per la celebrazione di domenica 3 luglio delle 10.30
Mendrisiotto
7 ore

Riva San Vitale, una nuotata in compagnia

Il 10 luglio si terrà l’undicesima traversata popolare del golfo, organizzata in collaborazione con la Società di salvataggio Mendrisiotto
Mendrisiotto
8 ore

Chiasso, no usa e getta, tornano i bicchieri riutilizzabili

Il Municipio annuncia che manifestazioni come Nebiopoli e Festate avranno di nuovo, dopo la sperimentazione 2019, un’impronta più green
Luganese
8 ore

Lugano, nuove tecnologie e produzione industriale

A Lugano la 55esima edizione della Conferenza internazionale CIRP CMS sul tema ‘Leading manufacturing systems transformation’
Mendrisiotto
8 ore

Incontro ravvicinato tra i momò e il governo federale

In gita fuori porta, il Consiglio federale si è ritrovato a tu per tu con politici e popolazione. Incursione dei contrari a terza corsia A2 e area Tir
Ticino
8 ore

Passate le nubi nere della pandemia, Arcobaleno torna a crescere

Nell’anno del 25°, la Comunità tariffale del trasporto pubblico parte sotto i migliori auspici. ‘I prezzi sono convenienti’, ribadiscono più voci
Ticino
9 ore

‘Banca dati polizia: progetto affidato alla Confederazione’

Il governo risponde all’interrogazione di Galusero. Lui: ‘Sono deluso, l’assenza ancora oggi di un database nazionale fa il gioco della criminalità’
laR
 
16.05.2022 - 05:10
Aggiornamento: 15:08

Finisce in rissa la festa dei liceali al Bagno pubblico

Sabato sera amaro in via Respini a Locarno, a causa di poche teste calde che hanno scatenato la violenza. Un ragazzo ferito al volto

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Ferite non gravi al volto per un ragazzo già maggiorenne, ma non è questo che più conta: quel che più fa pensare è che la festa di fine anno del Liceo, tenutasi sabato sera al Bagno pubblico di Locarno, è finita in rissa.

Parliamo della solita minoranza di teste calde che rovina il divertimento agli altri, fino alle più seccanti conseguenze: serata interrotta e tutti a casa. La decisione d’interrompere è stata presa di comune accordo fra gli organizzatori e la Polcantonale, intervenuta sul posto unitamente alla Polizia comunale di Locarno e a quella di Ascona.

I fatti purtroppo più salienti di una normale serata di festa a poche settimane dal termine dell’anno scolastico sono accaduti poco dopo le 22.30. Secondo quanto la stessa Polizia cantonale ha confermato a ‘laRegione’, è scoppiato un alterco nel corso del quale un ragazzo maggiorenne ha riportato ferite non gravi al volto. "Sono in corso accertamenti per ricostruire la dinamica, individuare gli autori e determinare le responsabilità", nota la Polcantonale.

Fra le poche informazioni che emergono a margine dello spiacevole epilogo della festa, alcune arrivano direttamente da un profilo Instagram degli studenti del Liceo di Locarno, che altro non possono fare se non considerare, a bocce ferme, che "la musica è stata spenta e la festa è stata evacuata a causa di più risse avvenute nell’arco di troppo pochi minuti". Insomma una triste ammissione d’impotenza di fronte all’agire di pochi sconsiderati che, forse in preda ai fumi dell’alcool e sotto l’effetto di sostanze, non hanno saputo resistere alla tentazione di diventare protagonisti in negativo.

"Per placare le voci che girano o come semplicemente avrete notato, c’è stato l’intervento dell’ambulanza e della polizia, che ha ordinato di fermare la festa a causa della tensione che si stava creando nella calca a causa delle risse ingestibili", notano gli studenti rivolgendosi alla maggioritaria parte "sana" di ragazzi che ha subìto la situazione e sopportato la stupidità di alcuni coetanei. Le risse in effetti sarebbero state più d’una. La polizia parla di "un alterco con il coinvolgimento di più persone". A quanto pare i "focolai" si sono moltiplicati in pochi, concitati minuti, arroventando una situazione che – come di solito avviene – difficilmente può tornare alla piena normalità dopo che affiora la violenza.

"Siamo davvero dispiaciuti per ciò che è successo – scrivono ancora i ragazzi del Liceo sui social –. Orribile come settimane di lavoro dietro a questa festa siano state rovinate da pochissimi soggetti in vena di rissa. Speriamo che ognuno di voi possa comprendere e capire che il comitato non poteva prevedere e non poteva neanche intervenire: tutti questi avvenimenti imprevedibili non erano alla portata e sotto responsabilità del comitato".

‘Chi sa com’è andata, parli’

Gli stessi studenti fanno appello alla sensibilità e al senso civico di chi abbia assistito alla rissa "o seguito la dinamica o semplicemente visto qualcosa dell’accaduto", di farsi vivo.

Dal profilo penale, il contesto di cui stiamo parlando è quello delle vie di fatto, reato che per essere perseguito richiede la querela di parte. Stando a nostre informazioni, almeno una denuncia sarebbe stata sporta in questo senso.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bagno pubblico festa liceo locarno rissa violenza
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved