ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
11 ore

Minusio, Lyceum club da Pedro Pedrazzini

Visita all’atelier dello scultore locarnese giovedì prossimo. A seguire, la merenda
Gallery
Locarnese
12 ore

La Rega decolla nei consensi e nella simpatia

Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
13 ore

Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina

Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
16 ore

Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa

Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
19 ore

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
23 ore

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
23 ore

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
01.05.2022 - 15:37
Aggiornamento: 16:00

Losone, la musica per scoprire ed esplorare il Mediterraneo

Il viaggio con concerti, danze, film e specialità culinarie si terrà dal 5 al 7 maggio al Centro La Torre con Spring Fest

losone-la-musica-per-scoprire-ed-esplorare-il-mediterraneo
La Mal Coiffée
Il quartetto La Mal Coiffée

Da millenni il Mar Mediterraneo è il privilegiato luogo d’incontro fra culture diverse che unisce l’Oceano Indiano con l’Atlantico. Già in età antica, i romani avevano concepito il mare come un bene comune di tutti, il Mediterraneo era infatti uno spazio neutro e pacificato che in epoca più tarda fu definito “Mare Nostrum”. Dal 5 al 7 maggio si svolgerà al Centro la Torre di Losone lo Spring Fest, che darà l’occasione di riscoprire la ricchezza del Mare Nostrum, spingendosi fino in Africa e in America Latina, con musica, danze e cibo.

La rassegna culturale proposta dal LocarnoFolk inizierà giovedì 5 maggio e partirà dalla Francia meridionale, in Linguadoca, con le polifonie occitane di protesta del quartetto vocale femminile, La Mal Coiffée, che da 20 anni esplora il repertorio occitano fra canzoni tradizionali e creazioni contemporanee; il concerto è organizzato in collaborazione con l’associazione Osa!

Venerdì 6 maggio protagonista della serata sarà un altro quartetto francese: Zakouska che, dalle 20.30, con violini, fisarmonica e chitarra suonerà musiche dei porti di mare, da Marsiglia – dove ha sede – a Istanbul. A far da prologo a questo concerto gratuito – perché offerto dal Comune di Losone – la proiezione alle 17.45 del film documentario “Saz - The key of trust”, con al centro il saz (o liuto anatolico). Dalla Bosnia all’Iran, la suonatrice di saz Petra Nachtmanova intraprende il suo viaggio sulle tracce dello strumento.

Sabato 7 maggio inizierà con uno stage di danze della Grecia (dalle 13.30 alle 16), partendo dal celebre sirtaki si scoprirà che la tradizione dei balli greci è molto più ampia. Panagiotis Pateritsas, fin da bambino suonatore di bouzuki e ballerino, insegnerà alcune danze popolari. Animerà la serata alternandosi tra palco – che dividerà con gli altri componenti del gruppo multiculturale Safar Mazì – e pubblico. Dal canto suo, Safar Mazì proporrà un viaggio (safar) insieme (mazì) dal Mediterraneo al Medioriente, attraversando Balcani e Penisola anatolica (dalle 19.30)

Il concerto pomeridiano, alle 16.30 nella chiesa di San Lorenzo, con il complesso ticinese Greensleeves – capitanato dal cantautore e musicista Paolo Tomamichel - ruoterà anch’esso attorno al Mediterraneo, sul quale navigano, sin dalla notte dei tempi, le passioni dell’essere umano.

Sarà uindi il gruppo Djelem Do Mar a concludere la rassegna con un concerto (alle 21.30) che anche è un viaggio etno-linguistico che partirà dal Mediterraneo per spingersi oltre fino all’Africa e all’America Latina e poi tornare in Italia, toccando ben dieci lingue.

Per info e prenotazioni: www.locarnofolk.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved