verzasca-tutti-i-lavori-dopo-lo-svuotamento-del-lago
Lo schema degli impianti (Verzasca Sa)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
35 min

Tassa rifiuti più salata a Bellinzona: ‘La legge è legge’

Il Municipio risponde alle critiche della Lega che in un’interpellanza chiedeva se fosse il momento giusto per applicare il balzello
Ticino
43 min

In colonna di buon mattino per il ponte dell’Ascensione

Ancora prima di mezzogiorno la colonna al portale nord della galleria del San Gottardo ha toccato i 9 km. Controesodo da domenica pomeriggio
Luganese
1 ora

Carona, si rovescia con lo scavatore e finisce in una scarpata

Il 45enne alla guida del mezzo ha riportato ferite serie. Non sono chiare le cause dell’incidente.
Bellinzonese
2 ore

Due appuntamenti con l’Atte Leventina

Tombola ad Ambrì e ballo liscio a Pollegio
Bellinzonese
2 ore

Utoe Bellinzona in assemblea

Sabato 28 maggio nella sala del Consiglio comunale
Bellinzonese
3 ore

Officine Ffs a Castione: da Amica opposizione cautelativa

Le obiezioni dell’Associazione per il miglioramento ambientale. Contrari Municipio di Losone, Mancini&Marti, Pro Natura, Wwf, Ficedula e Unione contadini
Ticino
4 ore

Coronavirus, calano contagi e ospedalizzati in Ticino

Segnalati 50 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 37 persone ricoverate. Era da novembre che non si registravano dati così bassi
Ticino
10 ore

Che cosa ci dice il lavoro? Risponde Marazzi

La lectio magistralis dell’economista Supsi è un’occasione per fare il punto con lui su senso e cambiamenti della realtà locale e globale
Mendrisiotto
10 ore

‘Mettiamo un tetto alle auto sulle strade trafficate’

L’Ata dice ‘no’ a PoLuMe e corsia per i Tir e rilancia proponendo di trasferire i pendolari sul trasporto pubblico. Come si è fatto con i camion
Luganese
17 ore

Archibugieri ticinesi agli onori in Italia

Importanti risultati anche per i ticinesi Denys Gianora di Pregassona e Giordano Rossi di Brusino Arsizio
Mendrisiotto
17 ore

Il Camping Monte Generoso di Melano amico dei cani

Riconosciuto come ‘the best campsite for your dog’ di tutta la Svizzera da parte dell’Acsi, il maggior specialista europeo dei campeggi
Bellinzonese
17 ore

Depurazione a Giubiasco, nel Ticino acqua sei volte più pulita

È il risultato del nuovo sistema di filtrazione attivo da otto mesi presso l’impianto dell’Azienda multiservizi Bellinzona
Mendrisiotto
19 ore

Presenza insolita fuori scuola ad Arzo: ‘Situazione monitorata’

Istituto e Polizia sono al corrente e restano vigili. Aperto dialogo con gli alunni. L’invito è a non creare allarmismo
Ticino
20 ore

Torna la Giornata mondiale senza tabacco, #maforselosaigià

Lo slogan della campagna vuol stuzzicare l’attenzione del pubblico e farlo riflettere sui molteplici danni che l’industria del tabacco arreca all’ambiente
laR
 
28.01.2022 - 05:30
Aggiornamento : 09:19

Verzasca, tutti i lavori dopo lo svuotamento del lago

Al via le opere di manutenzione a più di cinquant’anni dalla prima messa in servizio del bacino per la produzione di energia idroelettrica

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Svuotare un bacino artificiale delle dimensioni del lago di Vogorno non è cosa da poco. Basti una cifra a far capire l’entità dell’operazione: in totale vengono fatti defluire verso il Verbano circa 100 milioni di metri cubi d’acqua. La necessità di procedere a uno svuotamento di tali dimensioni – per altro autorizzato dal Cantone – è dettata dall’esigenza di procedere a importanti lavori (con un investimento di sette milioni di franchi) da parte della Verzasca SA, la società che gestisce la diga e gli impianti di produzione di energia idroelettrica.

Nel 2018, dopo oltre mezzo secolo di esercizio, era stato portato a termine l’ammodernamento sui tre gruppi di produzione della centrale di Gordola. Per la società è ora essenziale eseguire altre opere alla condotta forzata che porta l’acqua alla centrale, alla via di restituzione verso il Lago Maggiore come pure allo scarico di fondo della diga.

Per capire l’ampiezza degli interventi, ci siamo rivolti alla Verzasca SA. Quattro sono le aree principali sulle quali si agirà, con il livello dell’acqua che sarà portato a una quota al di sotto della presa.

Rinnovo delle condotte

La condotta forzata serve per portare l’acqua dal bacino ai gruppi di produzione: è costruita in acciaio e inserita parzialmente nella roccia all’interno di una galleria orizzontale e di un pozzo inclinato. Per evitare la corrosione e l’abrasione sulla superficie interna del metallo venne inizialmente applicata una protezione anticorrosione che con gli anni si è consumata e non garantisce più una protezione adeguata. Il rinnovo prevede la rimozione della protezione rimanente con un getto d’acqua ad altissima pressione. In seguito verrà controllato lo stato del metallo e sarà applicata una nuova protezione anticorrosione, composta da più strati di una vernice speciale.
Una volta turbinata, l’acqua passa attraverso i coni diffusori dei gruppi di produzione e raggiunge la camera d’espansione. Analogamente alla condotta forzata, anche questo tratto presenta dei problemi superficiali e la protezione anticorrosione deve essere rinnovata.

Sostituzione delle valvole a farfalla

Le valvole di testa sono installate in cima alla parte inclinata della condotta forzata. Vengono utilizzate per interrompere il flusso di acqua in caso di guasto alla centrale. Le due valvole a farfalla attuali verranno sostituite con nuove unità, costruite e dimensionate secondo i criteri più recenti.

Lavori alla camera di espansione

La camera d’espansione è uno spazio che ha una superficie di 28 per 6.5 metri, con un’altezza di 24 metri. In totale, il volume è quindi di 4’368 metri cubi (come termine di paragone si può dire che è grande più o meno quanto un caseggiato di 15 appartamenti da 100 metri quadrati ciascuno). La stessa camera è ricavata nella roccia e rivestita di calcestruzzo. Al suo interno le variazioni della portata di scarico delle turbine vengono smorzate; in seguito l’acqua defluisce verso il Lago Maggiore attraverso la galleria di restituzione.
Sono previsti degli interventi di risanamento delle parti di calcestruzzo deterioratesi con il tempo, principalmente sulle pareti e tipiche di una struttura in esercizio – immersa nell’acqua – da più di cinquant’anni.

Riparazione e revisione degli scarichi di fondo

Lo scarico di fondo è uno strumento essenziale per la sicurezza della diga. Costituito da due paratoie, funge da scarico dell’invaso in caso di necessità. In un primo tempo era stata prevista una riparazione della cosiddetta “paratoia di revisione”, che è accessibile unicamente con il bacino completamente vuoto. In verità – visto che il lago non sarà svuotato fino in fondo – la Verzasca SA ha privilegiato l’intervento sulla paratoia di servizio. Allo stesso tempo verrà eseguita una revisione degli apparecchi di movimentazione e dell’aggregato idraulico.

Da fine primavera si tornerà a “turbinare”

Non appena i lavori sulla condotta forzata saranno completati, stando alle indicazioni della Verzasca SA, si potrà iniziare a trattenere l’acqua smeraldina del fiume, affinché il bacino torni nuovamente a riempirsi. Le operazioni previste per risanare gli impianti saranno completate entro la fine della prossima primavera e, in seguito, gli impianti torneranno al normale esercizio. La centrale potrà ricominciare a turbinare e a produrre energia idroelettrica, quindi utilizzando una fonte pulita e rinnovabile. E, negli intenti della società di gestione, potrà farlo in tutta tranquillità e sicurezza per molti decenni a venire.

Leggi anche:

Il prossimo inverno verrà svuotata la diga della Verzasca

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
energia idroelettrica svuotamento diga verzasca
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved