il-padel-graben-che-divide-sopra-e-sottoceneri
(Archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto

Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Locarnese
11 ore

Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
Bellinzonese
15 ore

Torna l’evento ‘Belli di sera’

Appuntamento per mercoledì 25 maggio nel centro cittadino. L’orario di chiusura del mercato del mercoledì e dei negozi sarà posticipato alle 21
Luganese
16 ore

Unitas, il finanziamento cantonale non sarebbe in dubbio

In seguito alla denuncia di molestie, ma si valuterà l’esito dell’inchiesta
Bellinzonese
16 ore

‘No a Avs 21 e nel 2023 un nuovo sciopero femminista’

La presidente Vania Alleva è intervenuta alla Conferenza nazionale delle donne Unia che ha riunito a Bellinzona 150 delegate
Mendrisiotto
16 ore

‘Mettete il fotovoltaico sui tetti delle vostre imprese’

Il Cantone chiama a raccolta il mondo economico del Distretto per dare un’accelerata alla svolta energetica
Locarnese
16 ore

Gli allevatori: ‘Scegliete, o noi o il lupo’

A Cevio s’incendia l’incontro con il Cantone. Criticata l’assenza del ministro Claudio Zali
Bellinzonese
16 ore

E a Bellinzona già si pensa a un Bar Blues

Il comitato EsercEventi accolto dal municipale Bison. Il coordinatore Morici: ‘Soddisfatti’. In programma non solo Notte bianca e Notte live
Ticino
16 ore

Offerta straordinaria di corsi per bambini non italofoni

L’iniziativa del Decs per i giovani in età di scuola elementare e scuola media per i ragazzi provenienti dall’Ucraina (ma non solo)
Ticino
17 ore

Nel caldo maggio ticinese, occhio a non ‘scottarsi’ con un radar

La Polizia cantonale comunica le località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati controlli elettronici della velocità
Mendrisiotto
18 ore

Chiasso, è lotta alla flavescenza dorata nei vigneti

Il Comune indica che il primo trattamento è da prevedere orientativamente tra il 10 e il 15 giugno
Ticino
18 ore

‘Cavalli di razza’ sul banco degli imputati

’ndrangheta, prime decisioni giudiziarie in Italia sull’operazione che interessò anche il Ticino. I verbali del pentito
Ticino
18 ore

Tra aumento delle ditte senza notifica e lo spettro malaedilizia

Il bilancio 2021 dell’Associazione interprofessionale di controllo. Ambrosetti: ‘Sempre più permessi di corta durata’. Bagnovini: ‘Importante segnalare’
Mendrisiotto
18 ore

Corsie A2, ‘nessuna considerazione per il Distretto a Berna’

Il Plr di Mendrisio contesta il modus operandi dei servizi federali. ‘Si dia la precedenza ad AlpTransit a sud’
Video
Bellinzonese
19 ore

Riaperto il Passo del San Gottardo

Dalle ore 16 di oggi la strada è transitabile. Piccola colonna di auto e moto già sul posto all’ora indicata per la riapertura. Guarda il video
19.01.2022 - 19:00
Aggiornamento : 19:26

Il ‘padel-graben’ che divide Sopra e Sottoceneri

La nuova disciplina, affine al tennis, conosce un crescente successo in Ticino. Ma nella nostra regione l’interesse per simili infrastrutture è scarso

È scoppiata la padel mania anche in Ticino, dove i praticanti di questo sport dinamico che presenta molte affinità con il tennis stanno crescendo, giorno dopo giorno. Disciplina che trae origine proprio dal tennis, è nata in Messico alla fine degli anni Sessanta e poi sviluppatasi fino a “contaminare” l’Europa. Nella vicina Penisola è diffusa sin dagli anni Novanta. Il suo successo in Italia si traduce nel numero di campi a disposizione, che negli ultimi cinque anni è lievitato di oltre l’800%, superando quota 2’000 (dati aggiornati a febbraio 2021). Un’onda lunga inarrestabile, che ha varcato il confine con la Svizzera ma che, particolare curioso, non ha ancora colpito le rive del Verbano. Nel Locarnese, infatti, contrariamente a quanto successo altrove (in particolare nel Luganese e Bellinzonese), le richieste per la realizzazione di campi è praticamente nulla benché le racchette non manchino. A titolo di paragone, a Locarno, come confermatoci da Roberto Tulipani, direttore della Divisione logistica del territorio, non risultano domande di costruzione pendenti, contro la quindicina di proposte arrivate al Palazzo civico di Lugano.

Per quale motivo? Abbiamo girato la domanda a Stefano Brunetti, alla testa dell’Associazione Padel Ticino: «Da due anni – spiega – ci stiamo impegnando a fondo per cercare d’incrementare il padel in Ticino. Il Locarnese era proprio una delle zone dal potenziale interessante sulla quale abbiamo focalizzato, inizialmente, la nostra attenzione. Purtroppo i Comuni interpellati hanno dimostrato una certa reticenza all’idea di mettere a disposizione dei terreni allo scopo di costruire campi. Un “disinteresse” che si spiega con i costi eccessivi legati all’acquisto dei fondi, che poi rendono, a loro modo di vedere, poco opportuno l’investimento. Abbiamo guardato ovunque, considerando anche le possibili sinergie con strutture esistenti, penso in particolare ai club con campi da tennis. Si tratterebbe in pratica di “aggiungere” alla loro offerta questo sport affine».
Tanto impegno non ripagato, dunque? «Ripagato solo in parte. Nel Sottoceneri il discorso è diverso – prosegue l’intervistato –. Ci sono tanti progetti in procinto di partire, con molti finanziatori italiani pronti a investire. Oltre confine infatti la disponibilità di spazi è giunta alla saturazione. Anche Swiss Padel, l’associazione mantello su scala nazionale, auspica la creazione di un maggior numero di campi al Sud delle Alpi, dove le condizioni meteorologiche, oltretutto, sono ideali per impianti all’aperto. Collaboriamo con loro per creare un bel gruppo e avere, a breve, una neocostituita Federazione ticinese. Al momento in Svizzera esistono solo quelle di Ginevra e Vaud, ma a breve altre se ne aggiungeranno e noi vorremmo essere tra queste».

A dar man forte agli appassionati di questo sport potrebbe apparentemente concorrere la presenza, nel Locarnese (e più in generale in Ticino), del Centro sportivo nazionale della gioventù di Tenero. Almeno in teoria. Il direttore del Cst, Bixio Caprara, ragiona infatti in questi termini: «Il padel è una disciplina che in Spagna, in Italia e in altre nazioni ha conosciuto una buona evoluzione, mentre da noi è relativamente nuova. Al Centro sportivo al momento non c’è e neppure è prevista. Questo per il semplice fatto che gli investimenti e gli adattamenti vengono pianificati in base alle discipline sportive riconosciute nel programma Gioventù e Sport, rispettivamente in base alle richieste dei corsi presenti e delle federazioni sportive nazionali. Il contesto è dunque questo e a mia conoscenza una richiesta in tal senso non si è mai palesata. Di principio simili richiese devono arrivare da Federazioni nazionali».

Caprara considera che «il tema dovrebbe piuttosto interessare i Comuni, con le loro infrastrutture. Noi come Centro sportivo nazionale non abbiamo il compito di supplire a delle mancanze di infrastrutture sportive a livello comunale. Le nostre finalità sono sul piano nazionale; ciò che però va ben inteso anche a beneficio dello sport regionale». Poi il direttore del Cst torna indietro negli anni e ricorda il tema dello squash, che dal punto di vista economico poteva concorrere a sfruttare più intensamente superfici più ampie ma affini come quelle per il tennis (disciplina, quest’ultima, che al Cst viene praticata con una certa frequenza, su campi tra l’altro rifatti recentemente). Squash per il quale «nel 2000, con dietro una Federazione, erano stati creati dei campi, ma con pareti mobili che a dipendenza delle esigenze possono venire spostate, trasformando le superfici in palestra». Tornando al padel, «si tratta anche di capire qual è il trend e se questo è destinato a confermarsi in crescita nel tempo, oppure no».

Come deve essere il campo

Il campo da padel deve rispettare semplici linee di costruzione: per il fondo materiale di cemento o in alternativa un sintetico; le dimensioni: 20 x 10 metri. Le pareti che circondano i campi sono alte 3 metri e la recinzione, invece, 4. Il costo si aggira tra i 10 e i 20mila franchi.

Leggi anche:

È tempo di padel alla B-Arena di Sementina

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
campi locarnese mania padel
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved