20.10.2021 - 14:33
Aggiornamento: 16:45

Svuotamento del lago della Verzasca, pescatori avanti tutta

Il Dipartimento del territorio concede deroghe per la categoria D1 fino al 19 dicembre: nessun limite al numero di catture, né misure minime

svuotamento-del-lago-della-verzasca-pescatori-avanti-tutta
La diga della Verzasca (foto Dt)

Nel corso dell’inverno 2021-2022, il bacino idroelettrico di Vogorno verrà completamente svuotato per permettere la revisione totale dell’impianto dopo quasi 60 anni di attività. I lavori sono stati autorizzati dal Dipartimento del territorio lo scorso 8 ottobre.

Per sfruttare al massimo il popolamento ittico presente nel bacino con l’imminente svuotamento, il Dipartimento del territorio (Dt) ha deciso di concedere delle deroghe per l’esercizio della pesca dilettantistica. “Limitatamente al bacino idroelettrico di Vogorno (n. 93 nel libretto allegato alla patente di pesca) è consentito l’esercizio della pesca senza limitazioni nel numero di catture giornaliero e senza misure minime – indica il Dt in una nota –. Il provvedimento parte da subito e termina il 19 dicembre 2021 (compreso) ed è ammesso unicamente per i detentori di patenti di pesca categoria D1 valide per l’anno 2021. I detentori di patenti categoria T1, T2 e D2 non possono invece beneficiare del provvedimento estensivo sopraccitato”.
Nel mese di dicembre la pesca è autorizzata dalle 8 alle 17. Per gli altri mesi fanno stato gli orari indicati nel Regolamento (pagina 49 del libretto allegato alla patente). Le catture dovranno essere regolarmente iscritte nei corrispondenti libretti di statistica. Sono autorizzati gli attrezzi e i sistemi di pesca dilettantistica abitualmente consentiti nei bacini idroelettrici (pagine 50-51 del libretto allegato alla patente). Per tutto quanto non espressamente indicato nel relativo Decreto esecutivo, fanno stato le normative cantonali e federali.
“Il relativo Decreto esecutivo può essere consultato all’indirizzo www.ti.ch/pesca nel capitolo Basi legali – conclude il Dt –. Il Consiglio di Stato coglie l’occasione per ribadire l’importanza del rispetto delle normative in vigore e invita tutti i pescatori a esercitare la pesca in modo rispettoso e responsabile. Vista la peculiarità del luogo, si ricorda parimenti l’importanza della responsabilità individuale, valutando attentamente le proprie capacità in funzione della situazione locale, evitando di mettersi in situazioni di pericolo e soprattutto di non accedere all’interno del bacino dopo il 19 dicembre 2021 (termine fissato per ragioni di sicurezza)”.

Leggi anche:

Il prossimo inverno verrà svuotata la diga della Verzasca

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved