verscio-addio-a-pablo-l-esercente-amato-da-tutti
18.10.2021 - 15:50

Verscio, addio a Pablo, l’esercente amato da tutti

Cordoglio e incredulità per la morte di Paolo Janner, titolare per anni del Ristorante Croce Federale

Incredulità e tristezza nelle Terre di Pedemonte per la notizia dell’improvvisa scomparsa, domenica in tarda serata, di Paolo (Pablo) Janner, per decenni gerente del celebre Ristorante Croce Federale di Verscio. Un arresto cardiaco se l’è portato via. Personaggio affabile, scherzoso, solare, cortese e professionalmente capace, con la moglie Maria era considerato un punto di riferimento per la comunità locale. Classe 1950, ha accolto nel suo locale gente del posto, artisti, politici e personaggi anche molto conosciuti. Dal “Pablo” ci si ritrovava il mattino, prima di pranzo o la sera anche solo per una chiacchiera. Si faceva “salotto”, si gustavano la specialità della casa (su tutte l’ottimo risotto), si discuteva. Una vita, la sua, interamente dedicata all’accoglienza delle persone. Le sue doti comunicative, la sua gentilezza unita alla sua grande passione per la cucina in poco tempo lo hanno visto crescere e gli hanno assicurato una fedele clientela, legata alla buona tavola, anche da fuori dei confini nazionali. Sempre disponibile con i suoi ospiti, per un consiglio gastronomico, due chiacchiere o un veloce saluto, Pablo aveva tempo (e la battutina) per tutti. Modi di fare genuini che chi lo ha conosciuto apprezzava e che hanno fatto di lui una figura dall’innata capacità di far sentire a proprio agio le persone.
Capace di strappare sorrisi, Paolo Janner, grande appassionato di sport e di motori, in gioventù ha fatto parte del sodalizio sportivo dell’As Tegna. I funerali si terranno mercoledì 20 ottobre alle 14.30, nella chiesa parrocchiale di Verscio; seguirà l’accompagnamento al Centro crematorio di Locarno-Riazzino, per la cerimonia di commiato alle 16.15.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
paolo janner ristorante croce federale verscio
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved