messaggio-inviato-ora-la-bandiera-si-puo-anche-togliere
Ti-Press
Manca qualcosa...
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
9 ore

Lostallo, tamponamento sull’A13: due feriti

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio. Un 79enne e un 30enne sono stati trasportati in ospedale.
Bellinzonese
10 ore

Monte Carasso, auto colpisce un motociclista e si dà alla fuga

L’incidente è avvenuto poco prima delle 00.30 su via El Stradun. La Polizia cantonale cerca testimoni
Luganese
14 ore

Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto

Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Locarnese
1 gior

Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
Bellinzonese
1 gior

Torna l’evento ‘Belli di sera’

Appuntamento per mercoledì 25 maggio nel centro cittadino. L’orario di chiusura del mercato del mercoledì e dei negozi sarà posticipato alle 21
Luganese
1 gior

Unitas, il finanziamento cantonale non sarebbe in dubbio

In seguito alla denuncia di molestie, ma si valuterà l’esito dell’inchiesta
Bellinzonese
1 gior

‘No a Avs 21 e nel 2023 un nuovo sciopero femminista’

La presidente Vania Alleva è intervenuta alla Conferenza nazionale delle donne Unia che ha riunito a Bellinzona 150 delegate
Mendrisiotto
1 gior

‘Mettete il fotovoltaico sui tetti delle vostre imprese’

Il Cantone chiama a raccolta il mondo economico del Distretto per dare un’accelerata alla svolta energetica
Locarnese
1 gior

Gli allevatori: ‘Scegliete, o noi o il lupo’

A Cevio s’incendia l’incontro con il Cantone. Criticata l’assenza del ministro Claudio Zali
Bellinzonese
1 gior

E a Bellinzona già si pensa a un Bar Blues

Il comitato EsercEventi accolto dal municipale Bison. Il coordinatore Morici: ‘Soddisfatti’. In programma non solo Notte bianca e Notte live
13.09.2021 - 15:07
Aggiornamento : 19:53

‘Messaggio inviato, ora la bandiera si può anche togliere’

Il Municipio di Locarno fa rimuovere il vessillo arcobaleno della campagna per il ‘Matrimonio per tutti’. ‘Comunque, favorevoli alla modifica legislativa’

Il messaggio è arrivato, la bandiera si può anche togliere. È il succo della decisione del Municipio di Locarno di rimuovere da uno dei pennoni di Palazzo Marcacci la bandiera arcobaleno che sostiene la campagna per il “Matrimonio per tutti”, al voto popolare federale il 26 settembre.

In una nota, lo annuncia la Città non senza confermare di “essere favorevole alla modifica legislativa”. Ma proprio poiché ritiene che il messaggio verso la popolazione sia ormai stato recepito, la bandiera può tornare in un cassetto. La decisione non è probabilmente del tutto estranea al ricorso inoltrato da un privato cittadino contro l’esposizione della bandiera a Locarno e ad Arogno, gli unici due Comuni ticinesi (sui 108 contattati) che avevano raccolto l’invito del coordinamento della campagna nazionale.

L’esposizione del vessillo era stata decisa a maggioranza dalla compagine municipale “per dare un segnale contro ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale delle persone”, sottolinea Locarno. La scelta era stata operata anche da altre città svizzere, fra cui Ginevra e Losanna. L’esecutivo di Locarno “non voleva con questa decisione urtare la sensibilità di nessuno, bensì ribadire la sua opposizione a qualsiasi forma di discriminazione in quest’ambito”. Tanto più che “Palazzo Marcacci è anche la sede dove si celebrano i matrimoni civili e dove è stata ufficializzata la prima unione domestica registrata della Svizzera il 2 gennaio 2007”.

Contro la decisione, per altro, è stato interposto un ricorso al Consiglio di Stato. A questo proposito “l’esecutivo auspica potrà portare a una decisione formale di un tribunale che chiarirà quali siano i margini di manovra di un organo democraticamente eletto nell’ambito di una votazione popolare avente per oggetto una modifica legislativa di ordine superiore”. Secondo informazioni raccolte dalla “Regione”, sia Locarno, sia Arogno sono state invitate dal Servizio ricorsi del Consiglio di Stato a prendere posizione sull’esposizione della bandiera e lo dovranno fare entro martedì. Il ricorrente aveva per altro chiesto al governo di evitare scambi di allegati per evitare che la decisione arrivasse quando non sarebbe più servita, ovverosia dopo il 26 settembre.

Il Municipio si dice infine “consapevole che su questa tematica vi sia un importante dibattito e ha tenuto conto delle varie sensibilità espresse. Il messaggio che si voleva lanciare, ovvero quello dell’opposizione a qualsiasi forma di discriminazione basta sull’orientamento sessuale, è stato raggiunto”.

Leggi anche:

Bandiere arcobaleno, c'è vento solo a Locarno e ad Arogno

Bandiere arcobaleno, è arrivato il ricorso al governo

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
arogno bandiera arcobaleno locarno matrimonio per tutti ricorso votazione
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved