NJ Devils
ARI Coyotes
01:00
 
tenero-un-2020-complesso-per-l-associazione-armonia
Con il distanziamento sociale cresce la solitudine (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
57 min

Per le cantonali si cerca in tutta l’area progressista

Il Partito socialista ha costituito la Commissione incaricata di trovare i candidati per la doppia tornata elettorale del 2023
Ticino
3 ore

‘Proscioglimento o al massimo pene pecuniarie sospese’

Sono le richieste dei legali di Eduardo Tartaglia e Alfonso Mattei nel processo per il caso Fec-Hottinger in corso al Tpf di Bellinzona
Bellinzonese
4 ore

‘L’aggregazione porta forza progettuale e maggiori competenze’

In vista del voto in Bassa Leventina, intervista a Roland David e Alberto Pellanda coinvolti in prima persona nelle fusioni di Faido e Riviera
Ticino
5 ore

Test superamento livelli: costo, valutazione, logistica...

Sperimentazione in terza media: ecco la proposta di emendamento (sei pagine) del Consiglio di Stato in vista del dibattito parlamentare sul Preventivo
Luganese
5 ore

Incendio allo Speedy Pizza di Massagno, due intossicati

Dopo l’esplosione di due batterie vi è stato un principio d’incendio, domato dai pompieri di Lugano. La polizia scientifica indaga sulle cause
Gallery
Locarnese
5 ore

Il ‘padel-graben’ che divide Sopra e Sottoceneri

La nuova disciplina, affine al tennis, conosce un crescente successo in Ticino. Ma nella nostra regione l’interesse per simili infrastrutture è scarso
Locarnese
6 ore

Ascona, nuovo parco giochi in via Delta

Presentata la domanda di costruzione. Nel frattempo vengono risanate anche le altre dieci aree attrezzate per i bimbi
Ticino
6 ore

Caso India, Biscossa (Ps): ‘Macché burro e ferrovia’

La prima firmataria della petizione che chiedeva lumi al governo respinge le accuse di Gobbi sui dati utilizzati: ‘Manca una risposta soddisfacente’
Locarnese
7 ore

Brione sopra Minusio, calano gli abitanti

Nel corso del 2021 le partenze hanno superato gli arrivi
Luganese
7 ore

Liceo diocesano di Breganzona, aperte le iscrizioni

Serate di presentazione pubblica, tra i percorsi possibili anche quelli per musicisti e sportivi
Luganese
7 ore

Apre il 26 gennaio il Casinò di Campione d’Italia

La sala da gioco riapre i battenti con la formula ‘Tutto in un Touch’
Locarnese
7 ore

Ronco s/Ascona, posteggi gratuiti

Fino al 28 febbraio non si dovranno pagare gli stalli pubblici comunali muniti di parchimetro
Ticino
7 ore

Visita di cortesia del console d’Italia a Lugano

Gabriele Meucci, appena entrato in carica, ha incontrato per la prima volta le autorità cantonali
29.08.2021 - 15:450

Tenero, un 2020 complesso per l'Associazione Armonia

Lo scorso anno sono state accolte poco più di 20 persone (fra donne e bambini): le restrizioni per il Covid hanno reso il lavoro particolarmente difficile

a cura de laRegione

Il 2020 è stato un anno molto particolare e difficile per l’Associazione Armonìa, con sede a Tenero, che ha dovuto confrontarsi con l’emergenza da Covid-19 ma affrontare anche i diversi cambiamenti all’interno dell’équipe delle operatrici. Operatrici a cui va riconosciuto il merito di aver reagito alla pandemia con grande coraggio, impegno e professionalità: parole di Linda Cima-Vairora espresse in occasione dell’annuale assemblea che ha permesso alla presidente e al comitato di presentare quanto fatto da Casa Armònia e Consultorio Alissa, due strutture particolarmente preziose anche in tempo di pandemia.

Restrizioni anti-Covid e aumento dell'isolamento femminile

Le restrizioni messe in atto per arginare la diffusione del virus a livello pratico hanno aumentato l’isolamento delle donne accolte da Casa Armònia. Questo ha determinato anche una crescente diffidenza a intraprendere scambi tra le utenti e in parte minore anche con le operatrici. In particolare, se prima della pandemia una bevanda calda o un pasto condiviso erano momenti importanti, in seguito questo non è più stato possibile e anche il tempo dedicato ai colloqui è stato diminuito per questioni di sicurezza sanitaria. Anche i rapporti tra le ospiti stesse hanno in alcuni momenti sofferto a causa della situazione d'incertezza e di diffidenza.

Possono sembrare questioni di poco conto, ma in realtà sono molto importanti. Le restrizioni riguardanti il distanziamento fisico hanno reso il lavoro particolarmente difficile, sia per la donna stessa sia per le operatrici che si sono rese conto di quanto siano d’aiuto una carezza e il prendersi del tempo per il semplice atto dell’ascolto stando vicino fisicamente a chi soffre. I colloqui in presenza avvenivano, ma la situazione sanitaria richiedeva di limitarne il tempo. E i colloqui telefonici potevano solo in parte supplire a questa mancanza. Nel rapporto sull’attività 2020, le operatrici si sono soffermate più volte sulla difficoltà dell’essere privati “di quella vicinanza rassicurante e di quella stretta di mano tanto importanti nel nostro lavoro, che non possono essere sostituite dalle parole. Ci siamo di conseguenza impegnate per far parlare gli occhi e abbiamo provato a mettere tutto il nostro calore fisico nelle parole”.

Segnalazioni del Servizio per l'aiuto alle vittime

Nel 2020 Casa Armònia ha accolto 12 donne e 10 bambini, la maggior parte delle quali sono arrivate su segnalazione dei vari servizi presenti sul territorio, in particolare del Servizio per l’aiuto alle vittime di reati (Lav) e delle forze dell’ordine; le autosegnalazioni sono state 3. Il momento immediatamente precedente l’accoglienza è una fase delicata, che richiede un’attenta analisi della segnalazione nel contesto di un lavoro di rete con i servizi segnalanti per valutare l’opportunità o meno di accogliere la persona che esprime la richiesta di aiuto. La presa a carico, come già sottolineato in altre occasioni, è resa sempre più difficile dalle complesse situazioni a livello psicologico e sociale che si presentano; pure molto impegno e un’attenta lettura delle situazioni sono richiesti nell’occuparsi di persone che provengono da altre culture. L’Appartamento, spazio abitativo separato da Casa Armònia messo gratuitamente a disposizione da una persona generosa, si sta rivelando un’esperienza molto importante come struttura di passaggio per le donne che hanno terminato il loro percorso a Casa Armònia, ma che non hanno ancora trovato un appartamento proprio.

Consultorio Alissa: oltre cento le telefonate

Il Consultorio Alissa ha pure continuato la sua attività nel rispetto delle norme anti-Covid, offrendo consulenze in ufficio o telefoniche (091 826 13 75) il martedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 13 alle 17.30, il venerdì dalle 8 alle 12. Diverse sono state le chiamate per richieste di ascolto e informazioni: al Consultorio si sono rivolti 80 donne, sei uomini, una coppia e 18 servizi. Le problematiche sono state soprattutto di carattere familiare. Accade che una persona decida di recarsi al Consultorio per una prima raccolta d'informazioni riguardo le pratiche di separazione/divorzio e durante il racconto emergano problematiche legate alla violenza all’interno della coppia. Si rivolgono al Consultorio per essere ascoltate, credute e per cercare di trovare una soluzione alla situazione nella quale si trovano.

Ascolto, informazione e accoglienza sono d’altronde le parole che guidano l’associazione da 30 anni, una storia d’impegno contro la violenza domestica racchiusa nel libro “30 anni Associazione Armònia” che può essere richiesto al numero telefonico della Casa o del Consultorio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved