ronco-e-mancato-un-piano-di-gestione-del-traffico
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
2 ore

Plr di Lugano, ‘Bertini è una scelta vincente’

L’ex sindaco Giorgio Giudici critica il Municipio che ‘ha vissuto di rendita’. E non ha dubbi sull’ex vicesindaco ’è l’unica figura forte’
Ticino
2 ore

La sinistra che non mobilita (più)

Dopo il sì al decreto sul contenimento della spesa, l’area progressista si interroga sulle ragioni della sconfitta. Con preoccupazione
Mendrisiotto
2 ore

Corsia per i Tir, sull’A2 spuntano i picchetti

Una missiva del Datec ha annunciato ai Municipi del Basso Mendrisiotto l’avvio dell’iter verso il varo del cantiere tra Coldrerio e Balerna
Locarnese
8 ore

Locarno, revocato il credito per l’autosilo ai Monti

Vizi di forma: il legislativo deve fare marcia indietro. Rinnovato l’Ufficio presidenziale: nuovo primo cittadino è Mauro Belgeri (Per Locarno)
Ticino
9 ore

Riaperta la A2 in direzione sud su una corsia

Era stata chiusa per un veicolo in fiamme. Su Twitter la Polizia cantonale segnala rallentamenti tra Maroggia e Mendrisio
Bellinzonese
10 ore

Sorpassi a Giubiasco, ex Oratorio archiviato fra le critiche

Votati dal Cc il credito suppletorio di 2,71 milioni e la sistemazione esterna. Il conto finale sale da 8 a quasi 11 milioni
Luganese
10 ore

Lugano, la Coppa svizzera svetta sul tavolo del Municipio

All’inizio della seduta di Consiglio comunale, applausi alle parole di Michele Campana e di Olivier Custodio, l’autore del parziale vantaggio di 2 a 1
Bellinzonese
11 ore

Morti Covid a Sementina, il Cc (per ora) non ne discute

Bellinzona, bocciate le richieste di Lega/Udc e Mps/Verdi/Fa: Municipio esortato dai gruppi a esprimere vicinanza e solidarietà ai familiari dei defunti
Luganese
12 ore

In un libro l’opera omnia poetica di Valeria Masoni

Si tratta del primo volume, che raccoglie le poesie scritte fra il 1944 e il 1957. Perlopiù inedite: solo alcune sono state pubblicate in passato
Ticino
12 ore

Trasporti, ‘sarà assorbita solo parte della crescente domanda’

Un recente studio analizza le tendenze della richiesta di mobilità in Ticino. ‘Gli investimenti in corso non potranno che fornire un viatico parziale’
16.08.2021 - 15:31
Aggiornamento : 16:56

Ronco, ‘è mancato un piano di gestione del traffico‘

Paolo Senn, sindaco e vigile improvvisato, torna sul problema della chiusura della litoranea (riaprirà probabilmente domani sera) e il caos viario creatosi in paese

Riaprirà verosimilmente domani sera, con la posa di un semaforo che garantirà il transito nelle due direzioni di marcia a senso alternato, la strada litoranea Ascona-Brissago, interrotta da sabato a causa di una frana che ha ostruito la carreggiata in località Moscia. In queste ore sono in corso le verifiche sulla tenuta del pendio, con il disgaggio di materiale ancora pericolante (in particolare un masso di notevoli dimensioni); poi occorrerà rifare il cordolo e posare la nuova barriera di protezione lungo il tratto danneggiato. Ce lo ha riferito Paolo Senn, sindaco di Ronco s/Ascona, che venerdì sera, con alcuni suoi concittadini, si è improvvisato vigile del traffico. Sì perché la chiusura dell'arteria ha costretto molti automobilisti a ricorrere al collegamento collinare, tra Arcegno (o il Monte Verità) e Ronco per raggiungere la propria destinazione. Proprio a Ronco, la situazione dal punto di vista viario è subito collassata. «Il problema di fondo – afferma Senn – è che la nostra regione non dispone di un piano di gestione delle emergenze viarie con le principali istruzioni operative. Un piano che permetterebbe, in poco tempo dall'allarme, di piazzare agenti (di polizia o delle ditte di vigilanza) e segnaletica nei punti critici, per intenderci. Si va a naso e questo evidentemente poi crea disagi e caos sui percorsi alternativi».

Informare automobilisti e turisti già in autostrada con i pannelli

Di esempi, nelle lunghe ore passate a gesticolare nel tentativo d'indirizzare gli automobilisti nel miglior modo possibile, Paolo Senn ne ha raccolti a iosa: «Ancora dopo ore dall'accaduto sono arrivati nelle strette strade di Ronco s/Ascona grossi autobus provenienti dalla Germania e auto che trainavano lunghe imbarcazioni. Potete capire che quadro! Vetture imbottigliate, manovre a non finire, nervi tesi. C'è stata gente che ha impiegato due ore per giungere da Brissago a Losone! Mi chiedo: ma perché, a livello di segnaletica, già sull'autostrada prima di Bellinzona (come pure oltre confine, a Verbania o Fondotoce), non vengono comunicati, sui pannelli, le criticità e i percorsi alternativi da seguire in casi come questi? Senza un indirizzo chiaro soprattutto i mezzi pesanti si avventurano su strade di piccolo calibro dove poi spesso rimangono bloccati e creano code. Specificatamente, andrebbe dunque indicata agli utenti un’uscita alternativa
autostradale o su viabilità ordinaria, consigliata per by-passare gli ostacoli e favorire il decongestionamento del traffico».

Nei punti critici occorre piazzare personale pratico dei luoghi

Altra nota dolente, sempre secondo il sindaco ronchese, la mancanza di conoscenze del territorio da parte di molti agenti delle ditte private inviati sul posto:«Sono purtroppo spesso un po' spaesati e il non essere pratici della realtà in cui sono catapultati a operare, anche se solo per alcune ore, sicuramente non è loro di aiuto. Ci vogliono persone informate e meglio coordinate. Questo è sicuramente un discorso da affrontare con le autorità dei comuni, i rispettivi corpi di polizia e tutti gli enti preposti (come il Servizio manutenzione strade del Cantone e i soccorsi in generale). Bisogna assolutamente fare in modo che simili pasticci non abbiano più a verificarsi in futuro. Ne va anche, non da ultimo, dell'immagine che diamo ai nostri ospiti". 


 

Leggi anche:

Ascona, sempre chiusa la strada litoranea

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
caos viario chiusura gestione paolo senn ronco s/ascona sindaco strada litoranea
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved