LA Kings
4
ANA Ducks
5
fine
(0-0 : 1-2 : 3-2 : 0-0 : 0-1)
lago-maggiore-una-motonave-ibrida-fa-scalo-a-locarno
Prossima fermata: Locarno (foto archivio Ti-Press)
Confine
09.08.2021 - 17:400
Aggiornamento : 19:07

Lago Maggiore, una motonave ibrida fa scalo a Locarno

Si tratta di un collegamento che parte da Stresa e arriva fino alle rive ticinesi del Verbano con un mezzo che riduce inquinamento atmosferico e acustico

Arriva anche a Locarno, dopo aver fatto scalo a Brissago e Ascona, la nuova motonave Topazio. Si tratta della prima nave ibrida in esercizio sui grandi laghi del Norditalia (inaugurata lo scorso 16 aprile). Con l'orario estivo, da qualche giorno la nave ha cominciato a varcare i confini italiani, per navigare anche sul Verbano ticinese. Un nuovo collegamento internazionale che va ad aggiungersi a quelli previsti nelle giornate di sabato e domenica.

Sino a ora la nuova motonave diesel-elettrica aveva circolato nelle corse di collegamento Arona-centro lago e nel Golfo borromeo. Da adesso a fine agosto, la Topazio raggiungerà Locarno da Stresa (partenza alle 16 arrivo alle 19.20, con scalo anche a Brissago e Ascona) nelle giornate di lunedì e giovedì (eccetto 12 e 16 agosto), compiendo il percorso inverso il martedì e venerdì (eccetto 13 e 17 agosto) con partenza da Locarno alle 9 e arrivo a Stresa alle 12.35. Occorre quindi pernottare in Ticino.

Un’occasione per viaggiare alla scoperta delle bellezze del lago a bordo di una nave di grande comfort, che può accogliere fino a 200 passeggeri (come portata massima in tempi non Covid), la cui particolarità risiede nella possibilità di effettuare le manovre di avvicinamento e allontanamento dallo scalo in modalità elettrica, permettendo quindi di ridurre l’inquinamento atmosferico e quello acustico.

“Si tratta della prima nave ibrida in esercizio nelle acque interne italiane – ha osservato Paolo Bianchi, direttore della Navigazione Lago Maggiore –. Abbiamo esteso l'impiego della Topazio oltre che su tutto il nostro lago, anche su quello ticinese, con l’obiettivo di offrire a coloro che risiedono nei comuni rivieraschi o vi soggiornano per vacanza l’opportunità di salirvi a bordo e apprezzarne silenziosità e comfort. La nuova motonave si inserisce quale valore aggiunto e opportunità di richiamo turistico per l’intero territorio del lago Maggiore”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved