ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina

Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
4 ore

Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa

Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
7 ore

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
11 ore

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
11 ore

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
19 ore

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
19 ore

Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico

Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
20 ore

Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi

Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
25.05.2021 - 16:15
Aggiornamento: 18:36

Gerra, il Centro professionale e sociale si rifà il look

La commissione della gestione del Parlamento ha preavvisato favorevolmente il credito di 4,5 milioni per finanziare i lavori. Apertura verso realtà esterne

gerra-il-centro-professionale-e-sociale-si-rifa-il-look
(Ti.ch

Dalla commissione gestione e finanze del Gran Consiglio (relatore Matteo Quadranti) è arrivata, stamane, l'attesa luce verde al credito di costruzione di 4,5 milioni per la terza fase di ristrutturazione, di risanamento energetico e di adeguamento alle normative di sicurezza antincendio del Centro professionale e sociale (CPS) di Gerra Piano. Edificato negli anni Settanta e inaugurato nel 1974, l'immobile è stato pensato per consentire e facilitare l'inserimento nel mercato del lavoro di persone costrette, per ragioni di salute, a un riorientamento professionale o a una scelta mirata riguardo alla prima formazione. La struttura è suddivisa in cinque blocchi; tre di essi sono stati risanati e adeguati a norme e contenuti logistici tra il 2005 e il 2013. Si tratta ora di affrontare una terza fase di ristrutturazione che prevede, oltre all’ultimazione dei lavori lasciati in sospeso, degli interventi tecnici, un nuovo riassetto logistico del blocco quattro e il risanamento del tetto del blocco cinque. Da segnalare che fino alla fine del 2017 il blocco quattro era occupato e locato dall’Associazione comunità familiare di Lugano; da allora è sfitto in attesa della presente ristrutturazione. Con gli interventi previsti si intende fornire apertura e collaborazione con enti e associazioni esterne nella gestione della struttura; possibilità di ulteriori insediamenti formativi e professionali; gestione più razionale degli spazi e del costo del personale; riduzione dei costi di locazione in seguito al trasferimento di Servizi ubicati in sede esterna presso terzi. Per raggiungere questi obiettivi sono state individuate e settorializzate le seguenti attività: al livello d'ingresso, l' asilo nido e progetto extrascolastico; al primo piano un servizio commercio e informatica del CPS, aperti anche al servizio di un’utenza esterna; al secondo piano: foyer quale alternativa alla chiusura del Foyer a Bellinzona (Villa Elzi).

Pure il Comune ci guadagna, con preasilo e servizio extrascolastico

Come detto il CPS si è aperto anche alla collaborazione con altre strutture, offrendo spazi e servizi in sinergia con il territorio, in particolare con il Pretirocinio, il Centro Psico Educativo e il Comune di Cugnasco-Gerra (che avrà a disposizione l'occorrente per l’allestimento di due importanti strutture sociali quali l’asilo nido e il servizio extrascolastico, al momento non esistenti sul territorio comunale).

Per quanto attiene l'investimento, il preventivo di massima prevede un tetto massimo di spesa di 4,5 milioni. Due parole, infine, sulla tempistica del cantiere: a giugno è prevista l'approvazione del messaggio governativo e la concessione del credito di costruzione. Tre mesi più tardi il via ai lavori, che richiederanno circa 22 mesi. Seguiranno i necessari collaudi e la consegna, agli inquilini, dei rinnovati spazi nel corso del 2023. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved