Empoli
0
Fiorentina
0
2. tempo
(0-0)
Sampdoria
0
Verona
1
2. tempo
(0-1)
brissago-la-ciclopista-collinare-non-convince-la-cit
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
6 ore

Incendio a Cugnasco

In un’abitazione in via al Bosco si sono sviluppate delle fiamme dalla canna fumaria del camino
Locarnese
10 ore

‘L’unico consenso possibile è senza bus lungo viale Cattori’

Nodo intermodale all’impasse alla stazione di Muralto: la condizione-base di Gianluigi Varini, imprenditore, albergatore e rappresentante degli oppositori
Ticino
10 ore

‘Una rendita ponte cantonale per i disoccupati anziani’

È la proposta di Ps e Ppd. ‘Il Ticino si doti di una propria legge affinché la prestazione transitoria sia riconosciuta dai 55 anni di età’
Bellinzonese
10 ore

Pronto intervento Bellinzona, Minotti esce allo scoperto

Il municipale e presidente del Patriziato di Carasso proprietario del terreno, caldeggia un approfondimento sul mappale Sarecc
Luganese
18 ore

Energia, la Capriasca diventa ‘comunità di autoconsumo’

Dopo il progetto pilota di Lugaggia, a inizio dicembre parte una nuova tappa che coinvolge l’arena sportiva di Tesserete
Mendrisiotto
19 ore

Martedì i tecnici al capezzale della pista di ghiaccio

Le strutture sportive chiassesi sono sotto pressione, e si annunciano gli importanti lavori al Palapenz
Ticino
20 ore

‘Le regioni devono cooperare durante le crisi’

L’auspicio è stato espresso dal consigliere di Stato Norman Gobbi durante l’incontro della Comunità di lavoro alpina Arge Alp
Mendrisiotto
20 ore

Accoltellamento a Riva, in aula per tentato omicidio

La 43enne ticinese che, il 3 maggio, ferì il compagno comparirà davanti a una Corte delle Assise Criminali
Luganese
20 ore

Ex Macello, Foletti difende Valenzano Rossi

Il sindaco di Lugano si dice fiducioso, mentre il capogruppo dei Verdi Schönenberger parla di ‘un’inchiesta non approfondita sufficientemente’
Ticino
20 ore

Un corso per gestire la rabbia dedicato ai genitori

Gli incontri si svolgeranno online domani e sabato 4 dicembre
Ticino
21 ore

Giornata della colletta alimentare

Si terrà domani in undici località della Svizzera italiana
Locarnese
21 ore

La nuova corsa allo spazio nelle note di Elias Bertini

È uscito “The Moon”, singolo introspettivo (con videoclip di Nick Rusconi) firmato dal cantautore locarnese e Camila Koller
Grigioni
21 ore

Mercatino natalizio a Rossa

Con San Nicolao e zampognari
Locarnese
 
22.04.2021 - 05:300
Aggiornamento : 15:21

Brissago, la ciclopista collinare non convince la Cit

Nell'ambito del PALoc 4 l'idea di un tracciato per le due ruote alternativo alla litoranea non trova spazio. Il Municipio chiede un ripensamento

La Commissione intercomunale dei trasporti del Locarnese e della Vallemaggia (Cit) non 'imbocca' la ciclopista collinare tra Ascona e Brissago. Contenuta nel PALoc 4 in fase di valutazione, l'idea di un collegamento alternativo sicuro e lontano dal trafficato (e inadeguato) asse viario litoraneo non convince i delegati. Nel rapporto intermedio quindi, non la sottoscrive. I motivi di fondo? L'attuale rete di sviluppo delle ciclabili, avallata nell'ambito del PALoc 2 e confermata nel PALoc 3 (con il nullaosta del Dipartimento del Territorio) è già stata a suo tempo definita e le sue priorità realizzative messe nero su bianco. In questa fase, quindi, l'ultimo aggiornamento di questo strumento guida degli interventi non ammette ritocchi a meno che "non si palesi una chiara mancanza, non identificata in precedenza in fase pianificatoria. La struttura della rete deve infatti mantenere la propria organicità, coerenza ed economicità". Sin qui le motivazioni estrapolate dal rapporto intermedio.

Un'area urbana poco sviluppata non giustifica l'inserimento nella rete regionale

Entrando nello specifico della richiesta del Comune lacustre, la Cit ritiene che "vista la conformazione territoriale della collina tra Brissago e Ronco s/Ascona e in particolare la sua bassa densità urbana e abitativa, non si giustifica la realizzazione in quel comparto di una rete regionale di collegamenti ciclabili". I Comuni possono tuttavia farsi promotori di una rete locale. Ma visti i termini di tempo disponibili dall'iter di approvazione del PALoc 4, eventuali proposte non potranno essere prese in considerazione in questa fase. Altrimenti detto il progetto di ciclabile brissaghese non rientra nella cerchia di quelli ammissibili a finanziamento.

'Criteri di valutazione discutibili, deve prevalere la sicurezza'

Naturalmente i promotori della ciclopista in quota la bocciatura non l'hanno presa bene. Il Municipio di Brissago, con in prima fila il sindaco Roberto Ponti e il capo dicastero traffico Fabrizio Conti Rossini, non nasconde la sua delusione e ha trasmesso al plenum Cit il disappunto da parte del Comune. “Nonostante gli sforzi finanziari profusi per implementare la rete bike sharing a Brissago e Ronco, a nostre spese, il rapporto riporta motivazioni non accettabili” - si legge nella replica. Lungi dal voler creare polemiche con altre piste ciclabili realizzate o in fase di realizzazione condivise al 100%, “a nostro avviso il “portare beneficio” e il basarsi sulla densità abitativa non possono essere i soli parametri per una decisione. Per quanto riguarda i Comuni di Brissago e Ronco S/Ascona un aspetto fondamentale è la sicurezza. Il conglobamento del tratto da Brissago via Ronco S/Ascona, per potersi poi agganciare alla rete ciclabile di Losone ed Ascona in direzione Bellinzona, permetterebbe all'utente di usufruire di un percorso sicuro e lontano dal pericoloso asse stradale Brissago-Cantonaccio (Ascona), interessato da notevoli flussi veicolari in entrambi i sensi di marcia e dalla carreggiata molto stretta”.
Sempre secondo l'autorità brissaghese, “anche a livello d'infrastruttura i costi sarebbero limitati ed essenzialmente ristretti alla cartellonistica e alla creazione di postazioni di riposo (punti panoramici). L'inserimento anche di questo tratto andrebbe a contribuire al completamento della rete ciclabile regionale con indubbi vantaggi di residenti e ospiti che auspicano di potersi spostare in bicicletta e in un contesto sicuro”. Il Municipio di Brissago, che spinge per incentivare le scelte di mobilità urbana alternative all'impiego di auto private, favorendo la diffusione di forme di mobilità a basso impatto ambientale, a questo punto auspica un ripensamento da parte della Commissione.

Segnali distensivi, un gruppo di lavoro per analizzare i 'nodi cruciali'

La richiesta di Brissago, giunta nel frattempo a destinazione, è stata nuovamente discussa dai vertici della Commissione, dettisi pronti a studiare, in futuro, l'idea di una pista per le biciclette non solo in collina, bensì anche lungo l'attuale litoranea. La stessa Cit, stando a quanto ci è stato riferito, ha altresì invitato l'amministrazione brissaghese a promuovere strategie e soluzioni a favore di tali modalità di spostamento, esprimendo le proprie esigenze e formulando le relative istanze. La proposta del Comune di confine potrebbe essere portata avanti da un apposito gruppo di lavoro incaricato di sciogliere i nodi caldi del discorso ciclopiste (come quello della cantonale Solduno-Ponte Brolla, tracciato lungo il quale i ciclisti sono esposti a pericoli per via del calibro stradale esiguo). 


 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved