cevio-dai-qr-code-alla-caccia-al-tesoro-smart
Qr code alla chiesa di Cevio
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
39 sec

Caso India, Biscossa (Ps): ‘Macché burro e ferrovia’

La prima firmataria della petizione che chiedeva lumi al governo respinge le accuse di Gobbi sui dati utilizzati: ‘Manca una risposta soddisfacente’
Locarnese
42 min

Brione sopra Minusio, calano gli abitanti

Nel corso del 2021 le partenze hanno superato gli arrivi
Luganese
47 min

Liceo diocesano di Breganzona, aperte le iscrizioni

Serate di presentazione pubblica, tra i percorsi possibili anche quelli per musicisti e sportivi
Luganese
1 ora

Apre il 26 gennaio il Casinò di Campione d’Italia

La sala da gioco riapre i battenti con la formula ‘Tutto in un Touch’
Locarnese
1 ora

Ronco s/Ascona, posteggi gratuiti

Fino al 28 febbraio non si dovranno pagare gli stalli pubblici comunali muniti di parchimetro
Ticino
1 ora

Visita di cortesia del console d’Italia a Lugano

Gabriele Meucci, appena entrato in carica, ha incontrato per la prima volta le autorità cantonali
Locarnese
1 ora

Losone, lavori Ses e interruzione corrente

Il 28 gennaio l’erogazione sarà brevemente sospesa, nel corso del pomeriggio, tra Caraa Servetta e via San Materno
Locarnese
1 ora

Annullato il Carnevale di Ribellonia a Solduno

Il comitato sta valutando di organizzare al suo posto un evento estivo
Locarnese
1 ora

Riapre la Bottega del Mondo a Cavergno

Dopo la pausa natalizia, riprende l’attività benefica della sede alto-valmaggese
Locarnese
1 ora

Fart, treni soppressi la notte tra Muralto e Camedo

A causa di lavori notturni lungo la linea ferroviaria alcune corse serali verranno effettuate con autobus
Ticino
1 ora

‘Chi frequenta i corsi base raramente selezionato dalle aziende’

La Società impiegati di commercio è favorevole al superamento dei livelli alla scuola media
Locarnese
1 ora

Locarno, pannelli fotovoltaici sulla palestra protetta

Il progetto alle scuole dei Saleggi costerà 255mila franchi. C’è già l’approvazione di principio dell’Ufficio beni culturali
Luganese
2 ore

Fermato a 114 all’ora sul 50, 14 mesi sospesi

Un 25enne del Luganese è stato giudicato stamattina davanti alla Corte delle Assise correzionali di Lugano
31.03.2021 - 17:270
Aggiornamento : 19:08

Cevio, dai QR Code alla caccia al tesoro 'smart'

Iniziativa alla scoperta del territorio tramite una specifica applicazione per il cellulare

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella propria vita, di trovarsi davanti a un edificio, un monumento o un luogo e di soffermarsi a chiedersi: “Quando, per chi o per che cosa è stato costruito?”, oppure “Quale sarà la sua storia?”. Capita al forestiero che visita un paese a lui sconosciuto, ma capita anche a chi vive sul posto e che, davanti a quell’edificio, monumento o luogo, ci passa – distratto e frettoloso – tutti i giorni.
Il Comune di Cevio ha deciso di soddisfare la curiosità di queste persone e, a partire da fine marzo, le risposte alle domande si troveranno tutte sul cellulare.
Nasce “Cevio”, l'applicazione che ha come scopo quello di coinvolgere la popolazione residente e i turisti che desiderano scoprire o conoscere qualcosa in più del territorio. Attraverso pochi e semplici clic, è possibile infatti scovare e avere maggiori dettagli riguardo i beni culturali del Comune di Cevio, così come anche i luoghi di svago e incontro.

Niente opuscoli, volantini o cataloghi quindi, ma un semplice QR Code presente nei siti d'interesse, da scansionare con il telefonino per leggere tutte le informazioni riguardo, ad esempio, il pretorio, il torchio di Boschetto, la trappola del lupo a Bignasco, Villa Inselmini a Cavergno oppure il nucleo medievale della Prèsa a San Carlo, e altri ancora.

Un Comune ricco di storia

Scoprire e Riscoprirsi. Sono queste le due parole attorno alle quali ruota il progetto portato avanti dal Municipio del capoluogo valmaggese. «Con questa applicazione vogliamo portare un valore aggiunto al nostro Comune – spiega la vicesindaca Elena Fenini –. Desideriamo soprattutto far conoscere, un poco alla volta, i numerosi e preziosi beni culturali. Basti pensare che sul nostro territorio (suddiviso nei quartieri di Cevio, Bignasco, Cavergno e Valle Bavona) ci sono circa mille opere e beni culturali catalogati. Con il prezioso aiuto dello storico Flavio Zappa e della sua collaboratrice Sonia Fornera, abbiamo creato diverse schede brevi e sintetiche per ogni attrazione. Al momento ne abbiamo realizzate circa una cinquantina già consultabili».

Scoprire la storia di ciò che ci circonda, di ciò che è stato e riscoprirci, in un'epoca in cui la pandemia ha scandito e dettato i tempi delle nostre vite. E così, in queste pause forzate possiamo uscire, stare all’aria fresca e godere di ciò che qualcuno, giunto prima di noi, ci ha lasciato. «Crediamo, come esecutivo, che sia importante coinvolgere il maggior numero possibile di utenti – prosegue l'intervistata –. Stimolare la loro curiosità e far sì che apprezzino i valori del passato, come l'umiltà e la semplicità. Valori questi che ci possono aiutare ad affrontare il futuro, in particolar modo durante questi periodi d'insicurezze e restrizioni. Vorremmo dare un motivo in più per fermarsi un attimo nella natura e poter toccare con mano tutto quanto è stato fatto e costruito in momenti sicuramente più duri e difficili dei nostri. Vedere cosa si è riusciti a fare con pochi mezzi a disposizione, ma con tanto ingegno e rispetto.».

Una piattaforma a 360 gradi 

L’applicazione “Cevio” non vive solo di svago e cultura, vuole pure avvicinare i cittadini al Comune. Attivando la funzionalità di notifica si ottengono in tempo reale informazioni su disposizioni, avvisi, chiusure e altro ancora. L'obiettivo è quello di creare un filo diretto fra Comune e cittadino, sfruttando le nuove tecnologie: «L’idea è anche quella di avvicinare la popolazione più giovane; per farlo abbiamo pensato di utilizzare il linguaggio e i canali che le nuove generazioni privilegiano. I ragazzi e le ragazze oggi non vengono più all'albo, ma usano i social, quindi perché non muoverci anche noi in questo senso?». Tramite l’app è possibile restare aggiornati su tutti gli eventi in programma non solo nel Comune, ma più in generale nell'intera Vallemaggia. Il Comune dispone dei seguenti canali informativi: albo comunale, sito www.cevio.ch, app Cevio e www.facebook.com/comune.cevio.

Scoprire il territorio con divertimento

Per rendere il tutto ancora più divertente e interessante, il Comune ha deciso di organizzare una piccola caccia al tesoro, da fare in compagnia, in famiglia, oppure anche per le scolaresche e altri gruppi d'interesse. «Dopo aver scaricato l'app (Google o Apple), nella sezione “tesoro” si trovano tutte le istruzioni per poter partecipare. Sfogliando le pagine culturali dell’applicazione si trovano le risposte alle varie domande. E al termine della caccia al tesoro verrà fornito un codice e il luogo per ritirare il premio per i primi 50 partecipanti», conclude Fenini. Sui premi in palio vige per ora il massimo riserbo...

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved