Roma
1
Cagliari
0
2. tempo
(1-0)
Lugano
2
Bienne
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-2)
WAS Capitals
VAN Canucks
20:00
 
locarno-domodossola-va-potenziato-anche-il-servizio
03.03.2021 - 10:050
Aggiornamento : 15:46

Locarno-Domodossola, ‘va potenziato anche il servizio’

Ingenti investimenti in vista con l'ordinazione dei nuovi elettrotreni. Ma Bruno Storni interroga il Consiglio federale su tempi di percorrenza e altro

a cura de laRegione

Cinque domande al Consiglio federale sulla linea Locarno-Domodossola a margine dell'ordinazione, da parte delle Fart, di nuovi elettrotreni per 94 milioni di franchi. Le pone Bruno Storni, consigliere nazionale socialista, che dice di prendere atto con piacere dell'ordinazione, la quale dimostra “l'impegno svizzero a voler mantenere viva la linea Locarno-Domodossola anche per il traffico internazionale”, aggiungendo che “sono anche previsti potenziamenti sul segmento svizzero finanziati nell'ambito Prossif 2035”.

Purtroppo – considera – “questi investimenti non fanno da pari con il servizio offerto che è diventato negli anni sempre più scadente, oltretutto tassato extra sui convogli ‘panoramici’ della Ssif. Tempi di percorrenza in crescita, infrastruttura ferroviaria sul segmento italiano con tratte percorse a passo d'uomo o quasi”. Tempi di percorrenza “attualmente attorno a 1h50' (erano a 1h45' nel 2010, gli stessi degli anni 80 del secolo scorso, prima dell'interramento a Locarno e con trasbordo per frana a Ré)”; in generale “il Centovalliexpress percorre Locarno-Domodossola a una velocità media inferiore ai 30 km/h”. Senza dimenticare che le ultime corse partono alle 17.45 da Locarno e alle 19 da Domodossola.

“Nel 2010 l'Ata aveva presentato un progetto per la sistemazione della tratta che permetteva di ridurre i tempi fino a circa 1h30' – ricorda Storni –. Questa linea rappresenterebbe un ideale collegamento tra il Ticino e il Vallese e la Svizzera Occidentale; va finalmente adattata agli standard moderni e non declassata a trenino panoramico turistico. Una situazione non accettabile già oggetto di diverse segnalazioni purtroppo senza alcun risultato”.

Le domande al governo sono le seguenti: “La Confederazione è informata sullo stato tecnico del segmento italiano della Locarno-Domodossola?  Quante tratte sul segmento italiano sono a limitazione di servizio? Il Consiglio federale può intervenire presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Italiano Mit I) per promuovere migliorie del tracciato e ridurre il tempo di percorrenza? Può intervenire presso il Mit I e Le Fart affinché l'orario sia esteso la mattina e la sera oltre i limiti attuali? La tassa imposta dalla Ssif sui taluni elettrotreni è legale?”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved