brissago-date-presto-un-asilo-nido-alle-famiglie
Locarnese
15.02.2021 - 12:370

Brissago, ‘date presto un asilo nido alle famiglie’

Interrogazione (primo firmatario Mattia Martinetti) al Municipio. Suggerita quale ubicazione della struttura il pianterreno di Casa Branca Baccalà

A Brissago serve, urgentemente, un asilo nido. La sollecitazione al Municipio arriva da un'interrogazione del consigliere comunale Mattia Martinetti (Plr) e cofirmatari, il quale avanza pure la proposta d'inserire questa struttura di primaria importanza per le famiglie al piano livello terra di Casa Branca Baccalà. Spazi questi ultimi, osserva, già attrezzati, sicuri e accoglienti (con tanto di riscaldamento, allacciamenti acqua e illuminazione) che potrebbero dunque tornare utili alle esigenze di un nido per i bimbi della comunità. Senza dimenticare la presenza di un ampio cortile esterno per lo svago, facilmente collegabile al vicino parco giochi. Inserendo i piccoli pargoli nella storica dimora, si faciliterebbe anche un loro contatto con le persone anziane che frequentano lo stesso stabile, a tutto vantaggio del benessere di queste due fasce della popolazione. Uno scambio di esperienze tra generazioni diverse arricchente per entrambe, insomma, dal momento che i piccoli, si sa, portano tanta allegria e vitalità e questo giova a chi ha i capelli grigi.

Accesso facile e sicuro, lontano dalle vie con forte traffico

Portare l'asilo nido a casa Branca Baccalà – scrivono i firmatari – significa anche comodità per i genitori, che avrebbero la possibilità di posteggiare l'auto a lato dell'edificio, senza creare situazioni di potenziale pericolo per l'utenza della Casa; inoltre si eviterebbe il rischio di far spostare bambini e genitori in luoghi più trafficati del paese, dovendo ricorrere a sorveglianti all'entrata e al termine della giornata.
Qualora l'ubicazione proposta non dovesse essere realizzabile in breve tempo, i consiglieri auspicano dal Municipio una sistemazione provvisoria altrove, ma nel più breve tempo possibile, vista l'urgenza manifestata dalle famiglie.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved