ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’

La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
1 ora

La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale

La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Luganese
2 ore

‘Vogliamo San Martino e San Provino iscritti all’Unesco’

Una petizione chiede che le due manifestazioni rurali siano riconosciute come beni immateriali. Un’iniziativa che parte dal basso, una prima in Svizzera
Locarnese
2 ore

‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’

È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
2 ore

No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media

‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
4 ore

Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti

Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Grigioni
4 ore

Verso un miglior sostegno ai familiari curanti nei Grigioni

Individuati tre punti centrali: sensibilizzazione della popolazione e dei datori di lavoro, così come migliori condizioni per le persone che prestano cure
Bellinzonese
5 ore

Successo per il Raiffeisen Kids Ski Day a Campo Blenio

Circa 130 bambini e bambine si sono lanciati nei percorsi dello sci alpino e dello sci freestyle preparati dallo Sci Club Greina e dall’Adula Snow Team
Bellinzonese
5 ore

Col Rabadan tornano i tradizionali appuntamenti culinari

Venerdì 17 pranzo degli anziani, lunedì 20 fondue e martedì 21 febbraio ‘risott e lüganig’ del Re. Gli eventi si terranno nel capannone in Piazza del Sole
Locarnese
5 ore

Gordola, ‘la presenza della Posta è di interesse pubblico’

Plr e Verdi liberali giustificano la loro interpellanza anche sul negozio di alimentari e criticano il vicesindaco per essersi esposto
Bellinzonese
5 ore

Il Soccorso alpino fra i banchi delle Scuole Nord di Bellinzona

Un centinaio di allievi sono stati informati sul ruolo dei soccorritori, sull’attrezzatura che viene utilizzata e sui rischi degli sporti invernali
Ticino
6 ore

Sedicenni in discoteca, ‘ci adeguiamo al resto della Svizzera’

La reazione a caldo di Daniel Perri, gerente di varie discoteche del Locarnese, come il Vanilla, la Rotonda e il Pix: ‘È importante per il turismo’
Mendrisiotto
6 ore

Il Plr ticinese è con la Sezione di Mendrisio

Il partito cantonale prende atto del ‘caso Cerutti’ e dichiara ‘piena fiducia’ ai suoi esponenti locali. Si ‘guarda avanti’
Grigioni
6 ore

Sci alpino di notte e nordico di giorno a San Bernardino

Sabato 4 febbraio a Pian Cales sarà possibile sciare anche dalle 19 alle 22. Domenica 5 prova gratuita del materiale per lo sci di fondo
Luganese
6 ore

Monteceneri ha 122 abitanti in più

Nel comune continua a esserci una maggioranza di uomini. Le nascite sono state superiori ai decessi
28.01.2021 - 17:13
Aggiornamento: 21:53

Locarno, all’Oggettoteca serve un’ultima spinta

La giovane biblioteca degli oggetti ha pochi giorni per raccogliere i fondi che ancora le mancano. Il punto sul progetto con una delle promotrici

locarno-all-oggettoteca-serve-un-ultima-spinta
(Foto Oggettoteca)
+2

Siamo agli ultimi giri di clessidra per la raccolta fondi a favore dell’Oggettoteca di Locarno. Entro domenica 31 gennaio il contatore delle donazioni sulla piattaforma Progettiamo.ch dovrà segnare almeno quota 12’750 franchi. Se così non fosse, per regolamento, ai donatori – 67, finora, coloro che si sono detti disposti a contribuire con complessivi 10’976 franchi – non verrà richiesto il versamento della somma promessa. «Abbiamo avuto un buon riscontro, soprattutto nell’ultimo periodo. Speriamo di farcela» commenta fiduciosa Simona Colosio, tra le promotrici del progetto. Dalla A di ‘Accessori per Wii’ (la consolle per videogiochi), alla Z di ‘Zaino da montagna porta-bambini’, sono attualmente 159 gli articoli in catalogo. L’iniziativa, avviata lo scorso ottobre grazie all’impegno di una ventina di volontari, ha lo scopo di promuovere la cultura della condivisione attraverso il prestito di oggetti di uso saltuario. Una pratica dalle indubbie conseguenze positive per l’ambiente oltre che per il salvadanaio di chi vi fa capo. (Ne avevamo seguito gli esordi qui).

L’impiego dei finanziamenti

Per fare in modo che l’Oggettoteca funzioni con tutto il suo potenziale, la sola energia di chi se ne occupa non è sufficiente. Ecco dunque il motivo della raccolta fondi: «Lo Spazio Elle, in cui si trova la nostra sede, attualmente ci è concesso a titolo gratuito da parte del Forum socio-ricreativo locarnese che lo gestisce – spiega Simona –, tuttavia la nostra intenzione è di contribuire alle spese dello stabile ad esempio per l’acqua e l’elettricità. Dobbiamo poi far fronte a costi di cancelleria e amministrativi per la promozione del progetto, e a quelli del nuovo sito che stiamo ideando. Infine i fondi sarebbero impiegati anche per la manutenzione degli oggetti di cui ci assumiamo la responsabilità: ripararli se si rompono a causa dell’usura, dotarli delle componenti aggiuntive che servono al loro funzionamento (tipo le batterie), cambiarne i pezzi quando necessario». 

I primi mesi

A causa delle misure in vigore per contrastare la pandemia, attualmente l’Oggettoteca è chiusa ma comunque in funzione. È infatti attivo il servizio di prenotazione online che prevede la possibilità di accordarsi con i responsabili per i ritiri e le riconsegne. «Come per tutti, quello che stiamo vivendo è un periodo difficile – confida la nostra interlocutrice –, ma la buona rispondenza delle persone è incoraggiante. Gli utenti – ad oggi si contano 55 tesserati – sono molto compositi e tra loro ci sono diverse famiglie che hanno deciso di far capo alla speciale tessera comune. Ma si tratta soprattutto di persone residenti nella zona di Locarno; la gente non sembra ancora disposta a fare lunghi spostamenti per usufruire di questo servizio». 

A influire sulla richiesta degli oggetti è in special modo la stagione: «Adesso che è inverno vanno tanto i bob, le slitte, le racchette da neve. Più costante nel tempo troviamo l’interesse per utensili ed elettrodomestici da cucina e per strumenti di lavoro da impiegare nel fai da te». Particolarmente utile per gli spiriti più eclettici è poi la serie di proposte chiamate “provalo prima di comprarlo” che permettono di sperimentare delle nuove attività senza dover azzardare investimenti onerosi.

Altri aiuti benvenuti

Oltre a quello finanziario, evidenzia la responsabile, possono esserci altri tipi di sostegno al progetto: «Si può contribuire donando degli oggetti o ancora meglio prestandoli: un’azione basata sulla fiducia, che è il concetto su cui si fonda quanto abbiamo creato. Si può anche mettere a disposizione il proprio tempo; più gente siamo, più possiamo estendere i giorni e gli orari d’apertura». Accanto ai volontari ci sono anche tre classi di scuola media speciale che torneranno a collaborare al progetto una volta allentate le restrizioni. Pure l’inclusività, dunque, si dimostra un valore da promuovere per chi anima questa realtà in divenire. «In futuro ci piacerebbe anche proporre degli eventi incentrati sullo scambio di conoscenze e capacità, dove ad esempio chi ha delle competenze nella riparazione può insegnare i trucchi del mestiere a chi è interessato. L’intento di ciò che facciamo – conclude Simona – è quello di contribuire a creare un senso comunitario nel territorio in cui viviamo».

 

Per aderire alla campagna di raccolta fondi o per ulteriori informazioni: www.progettiamo.ch/it/progetti/1975

Per consultare il catalogo degli oggetti: oggettotecalocarno.myturn.com/library/inventory/browse

Leggi anche:

Quando ti serve il trapano e lo prendi in prestito all'Oggettoteca

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved