locarno-per-il-decs-i-due-microonde-al-liceo-bastano
(Foto Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
7 ore

Intragna, dal cornicione della scuola cadono pezzi d’intonaco

Immediato intervento dei tecnici per una verifica dell’accaduto. Municipio pronto a metter mano agli interventi del caso; la ripresa a settembre garantita
Ticino
8 ore

Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud

Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
12 ore

Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti

Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
15 ore

È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio

L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
16 ore

A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’

Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
16 ore

InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’

Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
Gallery
Luganese
1 gior

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
1 gior

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
1 gior

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
laR
 
25.01.2021 - 19:27

Locarno, per il Decs i due microonde al Liceo bastano

Il Dipartimento replica alle accuse del Comitato studentesco che ha deciso di indire una protesta a causa degli assembramenti in pausa pranzo

I microonde presenti in sede sono sufficienti. È quanto sostiene il Dipartimento educazione, cultura e sport – contattato da laRegione – nel rispondere al Comitato degli studenti del Liceo di Locarno che ha annunciato una protesta pacifica per attirare l'attenzione su quella che ritiene una situazione inaccettabile: le lunghe code per scaldare il pranzo portato da casa e i conseguenti assembramenti. Ne abbiamo dato notizia qui.

Il Dipartimento diretto da Manuele Bertoli ha replicato alle principali questioni sollevate dai giovani. Per iniziare, contrariamente a quanto affermato dal Comitato, il Decs ritiene di aver risposto alla richiesta formulata dagli studenti per più microonde "in modo gentile e corretto per il tramite della direzione dell'istituto”.

Quanto all’accusa di scarsa considerazione per la salvaguardia della salute degli allievi in questo periodo di pandemia, il Dipartimento evidenzia che “la ristorazione scolastica si è organizzata con misure di protezione accresciute, distanziando i posti a sedere, aumentando la sanificazione, organizzando un servizio dislocato di ristorazione (dove fattibile e dove richiesto dalla sede), scaglionando gli orari e mettendo a disposizione spazi aggiuntivi alternativi per consumare i pasti di mezzogiorno (aule scolastiche e capannoni riscaldati nei giardini di alcune scuole). Malgrado gli importanti sforzi – continua – è inevitabile che nella situazione attuale vi siano dei tempi di attesa maggiori rispetto a una situazione di normalità. Le code vengono smaltite comunque rapidamente e la presenza di più microonde non velocizzerebbe significativamente il processo, né tantomeno risolverebbe il problema del distanziamento”.

Qualora la richiesta di più microonde fosse legata unicamente al periodo della pandemia – concede il Dipartimento – si potrebbe venire incontro a queste esigenze particolari, “ma in termini più generali confermiamo la scelta del Cantone di rispondere alle esigenze degli allievi mettendo a loro disposizione ristoranti scolastici e mescite con offerte vantaggiose di prodotti di qualità”.

E proprio rispetto alla critica sollevata di una scarsità nella scelta per il pranzo, “lo studente – prosegue il Dipartimento – è libero di consumare il pasto che preferisce, portandolo da casa, facendo capo alla mescita che propone a costi contenuti un'offerta variata, rispettivamente al ristorante scolastico della vicina scuola professionale”.

Ricorda poi che l’offerta può essere allargata su richiesta: “Eventuali intolleranze o necessità di seguire determinati regimi alimentari possono essere portate all'attenzione di chi gestisce il ristorante scolastico o la mescita affinché si possano affrontare queste situazioni concrete e puntuali. I microonde già presenti – conclude – permettono di gestire le situazioni particolari, ma una loro moltiplicazione secondo il principio evocato nella domanda modifica sensibilmente l’organizzazione”.

Leggi anche:

Pochi microonde in mensa, i liceali di Locarno protestano

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
decs liceo locarno microonde protesta
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved