Verona
1
Bologna
1
1. tempo
(1-1)
Bienne
2
Zurigo
2
3. tempo
(1-0 : 0-1 : 1-1)
Berna
0
Friborgo
3
3. tempo
(0-1 : 0-1 : 0-1)
Ajoie
2
Zugo
5
3. tempo
(1-3 : 0-1 : 1-1)
Lakers
1
Ginevra
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
Langnau
0
Ambrì
4
3. tempo
(0-2 : 0-1 : 0-1)
Davos
3
Losanna
4
3. tempo
(2-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
4
Winterthur
0
2. tempo
(1-0 : 3-0)
scuole-al-burio-riuscito-il-doppio-referendum
Ti-Press
Le scuole elementari al Burio
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
8 min

L’Autolinea Mendrisiense rinnova il Contratto collettivo

Consolidato l‘accordo con i sindacati Ocst e Sev. ’Si tratta per tutti di un passo importante’
Luganese
1 ora

Riprende la consegna dei nuovi treni Flp

Entro metà marzo spariranno i vecchi convogli arancioni
Luganese
2 ore

Lugano spaccata sul salario minimo comunale

Da una parte Lega, Plr e Udc, dall’altra parte Ps, Ppd, Verdi e gruppo misto Ticino&Lavoro con Più donne: due rapporti in Consiglio comunale
Luganese
2 ore

A processo per malversazioni Davide Enderlin jr

L’ex consigliere comunale di Lugano respinge le accuse e sostiene di aver rimborsato i creditori
Bellinzonese
2 ore

Lavori sulla strada del Monte Ceneri a Cadenazzo

Cantiere in vista, dal 31 gennaio a metà marzo, per il risanamento della pavimentazione
Bellinzonese
2 ore

Chiuso per fallimento il Motel Castione a luci rosse

A causa dell’Iva non pagata il titolare della società ha depositato i bilanci e l’Ufficio esecuzioni ha posto oggi i sigilli
Bellinzonese
3 ore

Commesse cantiere Officine: ‘Il CdS favorisca le aziende locali’

Il Plr chiede al governo di influenzare le scelte delle Ffs in merito alle procedure di appalto. ‘Si faccia di tutto per sostenere l’economia ticinese’
Luganese
3 ore

Cardiocentro ‘in progress’, un anno positivo

Il bilancio dell’integrazione con le cardiologie e la prossima sopraelevazione dello stabile
Bellinzonese
3 ore

Il 2021 porta trenta abitanti in più a Cadenazzo

3’091 le unità registrate a fine anno, alla luce di 327 arrivi, 320 partenze, 43 nascite e 20 decessi
Grigioni
4 ore

Torna Grappoli di Note, la giornata della musica del Moesano

In programma a Lostallo per sabato 30 aprile, l’evento vedrà la presenza di cori, corali, gruppi musicali e bande di Mesolcina e Calanca
 
13.01.2021 - 06:000

Scuole al Burio, riuscito il doppio referendum

Lega-Udc e Alternativa Gordola, che sono contro il risanamento, chiedono la chiamata al voto il 7 marzo, con le federali

a cura de laRegione

È formalmente riuscita, la doppia domanda di referendum lanciata a Gordola dai gruppi Lega-Udc e Alternativa Gordola contro i crediti per il risanamento della scuole comunali al Burio. La popolazione sarà quindi chiamata ad esprimersi alle urne e lo farà riguardo i 3,8 milioni di franchi concessi dal Consiglio comunale per la prima tappa di risanamento della palestra (563 le firme raccolte contro le 482 necessarie) e i 195mila franchi per un ulteriore finanziamento dei costi di progettazione (542 firme).

Il risultato, come considera il presidente del gruppo Lega-Udc, Alessandro Gnesa, «è andato ben oltre le più rosee aspettative. Su questa base guardiamo con fiducia al voto popolare sulla scuola e ci chiediamo, vista l’urgenza e il degrado da sempre sbandierata dai sostenitori del risanamento, come mai si è tergiversato ancora nell’ufficializzare la riuscita del referendum».

Lega e Udc chiedono che «la data della votazione sia il prima possibile. Ottimale sarebbe in concomitanza con le votazioni federali del 7 marzo 2021. Questo con lo scopo di non perdere ulteriore tempo, a dimostrazione che Lega-Udc, contrariamente a quanto vogliono far credere Plr e Ppd, vuole contribuire in modo deciso a risolvere una situazione che è ormai diventata imbarazzante; altro che gioco dell’oca».

‘Risanare non accontenterebbe nessuno’

Dal numero di firme raccolto «è lampante che risanare il Burio crea molte, troppe perplessità e non farà contento nessuno». Ppd e Plr, secondo Gnesa, «hanno cercato di camuffare le loro diverse visioni sul risanamento per non far perdere la faccia a nessuno, ma se in 12 anni non hanno nemmeno trovato un’intesa per risanare la piscina, possiamo credere che riescano a risanare la scuola per la modica cifra di 20 milioni, e il tutto in soli 3 o 4 anni? Mettere un cappotto da 20 milioni di franchi senza risolvere il problema dell’accessibilità, dei posteggi, degli spazi esterni e dei costi di gestione altissimi che una scuola come il Burio genera a livello di manutenzione (pensiamo solo alla pulizia delle innumerevoli scale e corridoi come pure alla manutenzione delle infinite aiuole) ha un senso?». E ancora: «La logistica del cantiere, la presenza molto probabile di amianto, il rumore, gli inevitabili imprevisti e i conseguenti ritardi quali conseguenze avranno sull’insegnamento e i costi?».

L'accusa, nota Gnesa, è che «l'alternativa al risanamento è un foglio bianco ancora completamente da scrivere. Certo, ciò però permetterà di partire da un nuovo concetto, che vede al centro una struttura a misura di bambino, realizzata secondo i nuovi standard, con preventivi senza sorprese ed economicamente sostenibile sul lungo termine».

 

Nel dettaglio tecnico di una nuova costruzione, «una Scuola elementare per Gordola con 2 sezioni per la scuola dell’infanzia, mensa, palestra eccetera richiede circa 5'500 metri quadrati di superficie complessiva, che se messa su due piani corrispondono a circa 2'750 metri quadrati per piano e 3'500 di spazio verde. Il nuovo quartiere Santa Maria prevede una superficie di edificato (Sul) di circa 50mila metri quadrati e 15mila metri quadrati di spazio verde pubblico. Non potrebbe essere un affare anche per i futuri promotori immobiliari, una collaborazione con il Comune considerando lo sfitto che gira oggigiorno e il plusvalore che avrebbe sull’intero quartiere?». Questa, conclude il gruppo Lega-Udc, «è una delle tante riflessioni da considerare, ma per questo occorre ammettere di aver toppato e che oggi, gennaio 2021, il risanamento del Burio non è più sostenibile».

Ti-Press
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved