ppd-locarno-tutti-contro-tutti-e-uno-resta-fuori
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Lugano, rissa al Parco Ciani: due feriti

La dinamica esatta non è ancora nota, sono intervenuti la Polizia cantonale e la Polizia comunale. I fatti sono avvenuti vicino all’entrata lato Casinò
Ticino
3 ore

La sinistra politica in strada contro i licenziamenti Dpd

Presidio di solidarietà coi lavoratori del colosso dei pacchi, accusato di condotta antisindacale. Spunta un quinto licenziamento.
Ticino
4 ore

Mauro Antonini a processo settimana prossima

L’ex comandante delle Guardie di confine deve rispondere delle presunte irregolarità nella gestione di fondi finanziari emerse in seno al corpo federale
Locarnese
4 ore

Locarno, gesto di solidarietà per Casa Martini

Donazione destinata al centro di accoglienza per persone in difficoltà
Luganese
4 ore

Campione, causa Covid slittano le aste dei beni in vendita

‘L’interesse per gli immobili non manca’, assicura il sindaco Roberto Canesi che conta di chiudere la partita dei debiti con i dipendenti comunali
Ticino
5 ore

Aiuti ai media, Viscom Ticino: ‘Sì con convinzione al pacchetto’

L’Associazione svizzera per la comunicazione visiva: per la democrazia diretta è indispensabile un paesaggio mediatico ben diversificato
Bellinzonese
5 ore

Infortunio sul lavoro a Bellinzona, gravi ferite per un operaio

L’uomo, un 42enne residente nella Provincia di Varese, ha battuto la testa mentre scendeva da una scala a chiocciola. La sua vita è in pericolo
Ticino
5 ore

‘Il Conservatorio è una scuola, deve essere accessibile a tutti’

Una mozione chiede di modificare la qualifica di due parti dell’istituto che attualmente sottostanno all’obbligo del certificato 2G
Mendrisiotto
5 ore

Vacallo ha perso 19 abitanti in un anno

Lieve calo della popolazione che ora è di 3’343 cittadini. Fanno ben sperare le 20 nascite registrate.
Luganese
5 ore

Via Nassa, Benedetto Antonini: ‘Un intervento osceno’

Il vicepresidente della Società per l’arte e la natura critica pesantemente le nuove vetrate posate nel centro cittadino protetto
Locarnese
6 ore

I semafori intelligenti sull’A2-A13 piacciono a Tcs e Acs

L’Ustra propone un impianto di autoregolazione del traffico per risolvere il grave problema sul Piano di Magadino, in attesa del nuovo collegamento
Luganese
6 ore

Lugano, per la mobilità scolastica ‘servono interventi mirati’

È quanto emerge da uno studio pubblicato sul sito della Città. Coinvolti 52 edifici scolastici e 5’813 allievi.
Ticino
6 ore

Livelli alle medie: ‘Rimandarne il superamento è inaccettabile’

La Conferenza cantonale dei genitori punta alla sostituzione dei corsi A e B anche in quarta
Ticino
6 ore

Eventi sportivi al chiuso, revocata la limitazione di capienza

In Ticino i tifosi di Ambrì Piotta e Lugano potranno tornare da subito ad assistere alle partite nel settore spalti
Luganese
7 ore

Il servizio accompagnamento sociale si sposta a Molino Nuovo

Gli sportelli del servizio offerto dalla Città di Lugano si troveranno in via Brentani 9 e sostituiranno quelli di via Industria e via Carducci
12.01.2021 - 06:000

Ppd Locarno, tutti contro tutti (e uno resta fuori)

Totoelezioni: inusuale procedura di voto postale per scegliere fra chi fra gli 8 pretendenti al Municipio non potrà entrare in lista

Otto nomi per sette posti disponibili. Si giocherà al cardiopalma, la lista popolare democratica ‑ sotto la denominazione di “Per Locarno (Ppd + Indipendenti”) ‑ di aspiranti al Municipio cittadino. E a rimetterci potrebbero anche essere dei nomi pesanti. A partire (anche se è altamente improbabile che succeda) da Giuseppe Cotti, l’unico municipale in carica dopo la definitiva rinuncia del vicesindaco Paolo Caroni.

È una scelta curiosa, quella del Ppd di Locarno, che ha deciso di mettere nelle mani dei suoi tesserati, tramite una inusuale procedura postale, la composizione della lista per il Municipio. Preso atto della rinuncia, per motivi professionali, della capogruppo in Consiglio comunale Barbara Angelini-Piva (che correrà comunque ancora per il legislativo) dal cilindro Ppd sono usciti due nomi nuovi rispetto a quelli già inseriti nella lista per il Municipio nell’aprile scorso. Si tratta di Claudio Franscella e di Ivo L. Pellanda (già presente nella lista per il Consiglio comunale 2020). Ma la scelta della base dei popolari democratici non si limiterà a uno o all’altro dei due nuovi pretendenti: rientrano in gioco tutti, quindi anche il presidente sezionale Alberto Akai, più Slimane Chikhi, Martina Giacometti, Luca Jegen e Mattia Scaffetta.

In concreto, i Ppd locarnesi, tesserati e non, hanno tempo ancora 3 giorni, fino al 15 gennaio, per notificarsi (con nome, cognome, data di nascita e indirizzo postale completo) alla segreteria sezionale (assemblea@ppd-locarno.ch) o personalmente a Giuseppe Abbatiello (079 387 43 37). Notificando la propria partecipazione, anche i non tesserati lo diventeranno, visto che dovranno pagare i 20 franchi di tassa sociale. Ai notificati verrà inviato il materiale di voto, che dovrà essere compilato indicando i nomi dei propri favoriti per la lista, e rispedito per posta entro il 29 gennaio alle 12. L’esito delle “primarie”, con i 7 nomi più votati,sarà comunicato entro il 5 febbraio. In questo modo, come detto, tutti quanti gli aspiranti rimangono sulla corda.

Ps, la lettera “fantasma” pro Cereghetti

Intanto, un piccolo “giallo” si è creato attorno ad una lettera scritta, firmata ma mai spedita in sostegno di Bruno Cereghetti. Era la missiva con cui una decina di simpatizzanti del Ps chiedeva ai vertici della rinnovata sezione di valutare il reintegro dell'ex municipale escluso dalla lista per il Municipio. Interrogato in questo senso, il co-presidente Giorgio Fransioli ha dichiarato alla “Regione” di «aver sentito parlare della richiesta ma di averla finora attesa invano». L’ipotesi (nostra) è che alla fine i firmatari abbiano deciso di desistere dai loro intenti, probabilmente per evitare uno strappo all'interno del partito. Sui nomi degli aspiranti al Municipio per Ps-Pop-Forum-Pc continua ad esserci massimo riserbo. L’assemblea li ratificherà nei prossimi giorni.

Se “riserbo” è anche la parola d’ordine fra i Verdi, dove le poche informazioni che trapelano in via ufficiosa indicano dei lavori in corso per la composizione di una lista per il Municipio a 7 nomi, decisamente più aperto è il canale informativo dalla lista Lega-Udc, che vede due Bruno (Buzzini per la Lega e Bäriswyl per l’Udc) quali leader della coalizione. Stando a Buzzini, le liste sono entrambe (Municipio e Consiglio comunale) ancora in cantiere, anche se è data per acquisita l’entrata di Mariana Ballanti quale aspirante all’esecutivo. Rimane viva anche l’opzione Andrea Giudici, che Buzzini dice di dover sentire ancora in settimana, pur non caricando questo confronto di eccessive aspettative.

Plr, Daniel Mitric per Giovanni Aberti

Infine, i liberali radicali, dove tutto quel che poteva succedere è accaduto con un certo anticipo: dimissioni di Niccolò Salvioni dal Municipio, rinuncia di Giudici a sostituirlo in quanto primo subentrate, e conseguente entrata in Municipio del secondo subentrante, Simone Merlini. Tuttavia, altro si sta muovendo, anche nella lista per il Municipio, dove stando a nostre informazioni le novità importanti sono due: la prima riguarda Giovanni Alberti, che avrebbe deciso di rinunciare alla candidatura; la seconda è che il suo posto fra gli aspiranti dovrebbe essere occupato da Daniel Mitric, presidente dei Giovani liberali radicali ticinesi. Né la rinuncia di Alberti, né l’entrata in scena di Mitric vengono confermate o smentite dal presidente sezionale Gabriele De Lorenzi, che però si esprime in questi termini: «Non anticipo nulla, se non che ci sarà di sicuro qualche novità, specialmente sulla lista per il Consiglio comunale. L’obiettivo è continuare a rinnovare, come successo a livello cantonale con la nomina alla presidenza del nostro Alessandro Speziali. I nomi delle nostre liste andranno in comitato giovedì e dovranno comunque essere ratificati dall’assemblea, che si riunirà via Zoom il 21 gennaio, dalle 18. Tutti possono partecipare, basta richiedere il link scrivendo a locarno@plrt.ch».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved