ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 min

Non Profit Day a Villa Negroni il 1° ottobre

L’evento dedicato alle associazioni, fondazioni, cooperative e imprese sociali che operano sul territorio
Mendrisiotto
14 min

Assemblea del Partito popolare democratico di Stabio

Temi: il cambiamento del nome del partito e le prossime elezioni cantonali
Luganese
25 min

Il sì e il no: le azioni educative in un incontro a Tesserete

Conferenza per genitori e insegnanti sul volume della ricercatrice Silvana Tiani Brunelli
Locarnese
46 min

Alcuni grandi temi di Locarno nella serata con la sezione Plr

Domani alla Spai una discussione sul territorio del quartiere Rusca e Saleggi: dal comparto Ex-Gas/Macello alla variante di Pr Marina
Luganese
53 min

Besso, la Biblioteca dei ragazzi compie 40 anni + 2

Domenica 9 ottobre storie e clownerie. Ogni anno 600 bambini portano a casa più di mille libri.
Luganese
1 ora

Massagno, riapre Casa Pasquée. Si ricomincia da Luigi Taddei

Esposizione al via in occasione dei trent’anni dalla scomparsa dell’artista ticinese
Luganese
1 ora

Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale

Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
1 ora

Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’

Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Mendrisiotto
1 ora

Stabio, nuovi contenitori interrati per i sacchi in arrivo

I giorni di raccolta rifiuti porta a porta diminuiranno da due a uno. Chi vorrà potrà smaltirli al campo sportivo Montalbano, in via Giulia e in via Boff.
Bellinzonese
1 ora

Corso sull’alimentazione per persone con mobilità ridotta

Lo propone il Gruppo paraplegici Ticino venerdì 30 settembre all’Hotel Unione. A seguire cena salutare
Luganese
1 ora

A Lugano il primo Innovation Highway con 6 startup ticinesi

L’evento il 13 ottobre al Campus Est dell’Università di Lugano. Si parlerà di idee e progetti
Bellinzonese
1 ora

Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone

È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Luganese
1 ora

Capriasca guarda già al mercatino natalizio, iscrizioni al via

Ecco le istruzioni per gli interessati ad assicurarsi una bancarella per l’evento in agenda il 4 dicembre
Luganese
2 ore

Lugano, l’associazione Il Centro organizza doposcuola

L’attività è rivolta ai ragazzi di scuola media e avrà luogo, dal 3 ottobre, nella sede di via Brentani 5
Bellinzonese
2 ore

Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni

Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
12.01.2021 - 06:00

Ppd Locarno, tutti contro tutti (e uno resta fuori)

Totoelezioni: inusuale procedura di voto postale per scegliere fra chi fra gli 8 pretendenti al Municipio non potrà entrare in lista

ppd-locarno-tutti-contro-tutti-e-uno-resta-fuori

Otto nomi per sette posti disponibili. Si giocherà al cardiopalma, la lista popolare democratica ‑ sotto la denominazione di “Per Locarno (Ppd + Indipendenti”) ‑ di aspiranti al Municipio cittadino. E a rimetterci potrebbero anche essere dei nomi pesanti. A partire (anche se è altamente improbabile che succeda) da Giuseppe Cotti, l’unico municipale in carica dopo la definitiva rinuncia del vicesindaco Paolo Caroni.

È una scelta curiosa, quella del Ppd di Locarno, che ha deciso di mettere nelle mani dei suoi tesserati, tramite una inusuale procedura postale, la composizione della lista per il Municipio. Preso atto della rinuncia, per motivi professionali, della capogruppo in Consiglio comunale Barbara Angelini-Piva (che correrà comunque ancora per il legislativo) dal cilindro Ppd sono usciti due nomi nuovi rispetto a quelli già inseriti nella lista per il Municipio nell’aprile scorso. Si tratta di Claudio Franscella e di Ivo L. Pellanda (già presente nella lista per il Consiglio comunale 2020). Ma la scelta della base dei popolari democratici non si limiterà a uno o all’altro dei due nuovi pretendenti: rientrano in gioco tutti, quindi anche il presidente sezionale Alberto Akai, più Slimane Chikhi, Martina Giacometti, Luca Jegen e Mattia Scaffetta.

In concreto, i Ppd locarnesi, tesserati e non, hanno tempo ancora 3 giorni, fino al 15 gennaio, per notificarsi (con nome, cognome, data di nascita e indirizzo postale completo) alla segreteria sezionale (assemblea@ppd-locarno.ch) o personalmente a Giuseppe Abbatiello (079 387 43 37). Notificando la propria partecipazione, anche i non tesserati lo diventeranno, visto che dovranno pagare i 20 franchi di tassa sociale. Ai notificati verrà inviato il materiale di voto, che dovrà essere compilato indicando i nomi dei propri favoriti per la lista, e rispedito per posta entro il 29 gennaio alle 12. L’esito delle “primarie”, con i 7 nomi più votati,sarà comunicato entro il 5 febbraio. In questo modo, come detto, tutti quanti gli aspiranti rimangono sulla corda.

Ps, la lettera “fantasma” pro Cereghetti

Intanto, un piccolo “giallo” si è creato attorno ad una lettera scritta, firmata ma mai spedita in sostegno di Bruno Cereghetti. Era la missiva con cui una decina di simpatizzanti del Ps chiedeva ai vertici della rinnovata sezione di valutare il reintegro dell'ex municipale escluso dalla lista per il Municipio. Interrogato in questo senso, il co-presidente Giorgio Fransioli ha dichiarato alla “Regione” di «aver sentito parlare della richiesta ma di averla finora attesa invano». L’ipotesi (nostra) è che alla fine i firmatari abbiano deciso di desistere dai loro intenti, probabilmente per evitare uno strappo all'interno del partito. Sui nomi degli aspiranti al Municipio per Ps-Pop-Forum-Pc continua ad esserci massimo riserbo. L’assemblea li ratificherà nei prossimi giorni.

Se “riserbo” è anche la parola d’ordine fra i Verdi, dove le poche informazioni che trapelano in via ufficiosa indicano dei lavori in corso per la composizione di una lista per il Municipio a 7 nomi, decisamente più aperto è il canale informativo dalla lista Lega-Udc, che vede due Bruno (Buzzini per la Lega e Bäriswyl per l’Udc) quali leader della coalizione. Stando a Buzzini, le liste sono entrambe (Municipio e Consiglio comunale) ancora in cantiere, anche se è data per acquisita l’entrata di Mariana Ballanti quale aspirante all’esecutivo. Rimane viva anche l’opzione Andrea Giudici, che Buzzini dice di dover sentire ancora in settimana, pur non caricando questo confronto di eccessive aspettative.

Plr, Daniel Mitric per Giovanni Aberti

Infine, i liberali radicali, dove tutto quel che poteva succedere è accaduto con un certo anticipo: dimissioni di Niccolò Salvioni dal Municipio, rinuncia di Giudici a sostituirlo in quanto primo subentrate, e conseguente entrata in Municipio del secondo subentrante, Simone Merlini. Tuttavia, altro si sta muovendo, anche nella lista per il Municipio, dove stando a nostre informazioni le novità importanti sono due: la prima riguarda Giovanni Alberti, che avrebbe deciso di rinunciare alla candidatura; la seconda è che il suo posto fra gli aspiranti dovrebbe essere occupato da Daniel Mitric, presidente dei Giovani liberali radicali ticinesi. Né la rinuncia di Alberti, né l’entrata in scena di Mitric vengono confermate o smentite dal presidente sezionale Gabriele De Lorenzi, che però si esprime in questi termini: «Non anticipo nulla, se non che ci sarà di sicuro qualche novità, specialmente sulla lista per il Consiglio comunale. L’obiettivo è continuare a rinnovare, come successo a livello cantonale con la nomina alla presidenza del nostro Alessandro Speziali. I nomi delle nostre liste andranno in comitato giovedì e dovranno comunque essere ratificati dall’assemblea, che si riunirà via Zoom il 21 gennaio, dalle 18. Tutti possono partecipare, basta richiedere il link scrivendo a locarno@plrt.ch».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved