ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
26 min

La cultura previene o alimenta le violenze fondate sul genere?

A queste e altre domande si cercherà di dare risposta lunedì 30 gennaio alle 19.45 alla Scuola Media Bellinzona 1
Luganese
46 min

Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano

Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Grigioni
1 ora

Grono ha 66 abitanti in più

Nel Comune grigionese, al 31 dicembre 2022, abitavano 1’493 persone. Registrati 155 arrivi contro 88 partenze, 13 nascite e 14 decessi
Ticino
16 ore

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
19 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
22 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
1 gior

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
1 gior

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
03.01.2021 - 15:34

Ticino-Romania, un ponte lungo 25 anni

Per il giubileo di Ecer un libro di racconti di viaggio ed esperienze che nasce da un lavoro di squadra di Supsi, Spai, Coiffure Suisse e Csia

ticino-romania-un-ponte-lungo-25-anni
Mauro Minozzi

La collaborazione porta conoscenza, sostegno, affetto. E anche gratitudine, come ben sa Michel Candolfi, vicedirettore della Spai di Locarno, che per i 25 anni di Ecer (Echanges culturels avec les enfants de Roumanie) si è fatto promotore di un libro commemorativo dal significativo titolo “Viaggio nel Paese delle meraviglie”. Si tratta di un'edizione bilingue – in italiano e rumeno, grazie alle traduzioni di Aliz Ducia – che racconta dei viaggi e delle esperienze dell'associazione, ricordando date e dando “corpo”, con riferimenti precisi e belle immagini, a quanto fatto in questo quarto di secolo.

La condivisione... in un taglio di capelli

Il filo rosso che lega Spai ed Ecer è l'esperienza condivisa di un prolungato gemellaggio nell'ambito della formazione dei parrucchieri. Parliamo di scambi multiculturali, iniziati 10 anni fa, che hanno visto da una parte gli allievi della Spai e dall'altra quelli di un Liceo professionale rumeno; ma non solo: dal 2003 al 2016 una ventina di studenti Supsi hanno avuto la possibilità di esercitare in Romania stage di formazione in ambito sociale.

Fondatrice, anima e presidente di Ecer è Gabriella Balemi, che con il suo comitato porta avanti l'impegno dell'associazione nel costruire ponti fra la Svizzera e la Romania. Balemi ricorda i primi passi di quest'avventura, «iniziata nei primi anni 90 recandomi in Romania, con un gruppo di Gordola, nel delicato momento di transizione che era succeduto alla caduta del regime di Ceausescu. Avevamo trovato una situazione drammatica, di disorientamento generale, in cui realtà come il traffico di minori erano all'ordine del giorno». Vi furono allora l'entrata negli orfanotrofi per raccogliere il vissuto dei giovani ospiti, conquistandone pian piano la fiducia e promuovendo attività finalizzate a valorizzarne i talenti. «Ai primi scambi fecero seguito progetti musicali come ad esempio l'orchestra dei mandolini (che si sarebbe poi esibita anche in Svizzera) e il sostegno in loco di persone competenti – ricorda Balemi –. Poi abbiamo istituito dei padrinati e promosso scolarizzazioni di livello superiore, puntando su formazione e condivisione, sempre cercando di valorizzare la cultura locale».

Balemi: ‘Le nostre gocce, messe con costanza’

Ecer è in Ticino dal '97: un lungo periodo, quello trascorso fino a oggi, in cui l'associazione «ha operato con discrezione, rispetto, calma, amicizia e capacità di condivisione. Siamo stati, credo, un modello; abbiamo messo delle gocce, con costanza e professionalità», conclude Balemi.

La prefazione del libro è stata curata da Cornelio Sommaruga, già presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa. Alla pubblicazione hanno appunto contribuito Supsi, Spai di Locarno (nel cui ambito va segnalato anche l'impegno profuso dall'ex direttore Claudio Zaninetti) e Coiffure Suisse. La parte più creativa del libro è stata curata dagli studenti del Csia, mentre fra le immagini spiccano quelle di Mauro Minozzi.

Sul sito www.culturomania.ch è possibile sfogliare virtualmente le prime pagine del libro, che è in vendita online a 25 franchi (più 5 per la spedizione). Per ulteriori informazioni: info@culturomania.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved