BENCIC B. (SUI)
1
MLADENOVIC K. (FRA)
0
2 set
(6-4 : 2-0)
navigazione-lago-maggiore-licenziati-tutti-i-dipendenti
Foto Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
7 ore

Assemblea generale alla Domus Poetica

L’incontro è previsto giovedì 27 gennaio nella sede di Bellinzona
Ticino
8 ore

Livelli alle medie, Vpod pronta a iniziativa per eliminarli

Il sindacato dei docenti chiede al Gran Consiglio di rifiutare lo stralcio della spesa inserita nel Preventivo 2022
Bellinzonese
8 ore

Frontale a Cadenazzo, strada bloccata

Traffico fortemente congestionato sul Piano di Magadino a causa di un incidente
Ticino
9 ore

Offerta Trenord-Tilo ridotta almeno per un’altra settimana

Le assenze di macchinisti e capitreno a causa della pandemia si fanno ancora sentire. Soppresse anche tutte le linee notturne
Mendrisiotto
9 ore

Opere d’arte per i campus di Mendrisio e Viganello

Il concorso ha premiato Davide Cascio e Adriana Beretta. Le opere saranno inaugurate nel corso del prossimo autunno
Mendrisiotto
9 ore

Riva, annullata la Sagra del Beato Manfredo

L’evento era in programma il 30 gennaio. Lo ha deciso il Municipio considerato l’evolversi della situazione pandemica
Bellinzonese
10 ore

‘Trasporti pubblici gratuiti per giovani e anziani’

A proporlo con una mozione è il consigliere comunale Ppd di Bellinzona Pietro Ghisletta
Mendrisiotto
10 ore

Castel San Pietro ha 43 abitanti in più

Il saldo migratorio di +47 ha compensato il saldo naturale di -4. Ad aumentare maggiormente sono stati i ticinesi
Mendrisiotto
11 ore

Solidarit’eau, il sostegno di Stabio va all’Uganda

Comune e Aziende municipalizzate hanno deciso di devolvere il contributo all’Associazione SwissLimbs
Bellinzonese
11 ore

Il grande nord in un documentario

Appuntamento sabato 22 gennaio alle 20.30 al Cinema Leventina di Airolo
24.12.2020 - 14:370
Aggiornamento : 15:49

Navigazione Lago Maggiore, licenziati tutti i dipendenti

Otto persone lasciate a casa da gennaio dalla Società Navigazione Lago di Lugano in attesa che si trovi una soluzione sul Consorzio

a cura de laRegione

Il Consorzio per la navigazione del Lago Maggiore non avrà più dipendenti a Locarno. Tutti gli 8 dipendenti che operavano nel sopraceneri sarebbero infatti stati licenziati da dalla Società Navigazione Lago di Lugano che gestisce la navigazione sul bacino svizzero del Verbano a partire dal primo gennaio 2021. Lo riferiscono in una nota stampa pubblicata questa vigilia di Natale il Sindacato del personale dei trasporti e Unia. "Il Consorzio voluto dalla politica federale, cantonale e promosso dai Comuni rivieraschi come soluzione ottimale per incentivare la navigazione sul Lago Maggiore migliorandone l’offerta turistica e di servizio pubblico, è ora in serio pericolo. Le trattative per la continuità del Consorzio proseguiranno nei mesi di gennaio e febbraio. I marinai rimasti senza occupazione non vanno dimenticati", si legge nella nota.  

Secondo i due sindacati "Anni di lotta per salvare turismo, occupazione e servizio pubblico oggi equivalgono a licenziamenti e futuro incerto sull’offerta turistica nel bacino svizzero del lago Maggiore. Per i marinai licenziati, un altro schiaffo e un’umiliazione dopo aver lottato con caparbietà per il loro posto di lavoro nello sciopero del 2017 e per un contratto collettivo di lavoro nel 2018".  

'Doveva essere un gran traguardo per il Locarnese, invece...'

Dopo i proclami iniziali, prosegue il comunicato "le due aziende del Consorzio (Società Navigazione Lago di Lugano e la Navigazione Lago Maggiore con sede in Italia ad Arona) non si sono capite e non sono state capaci di andare d’accordo. Sindacati e maestranze non conoscono i dettagli delle discussioni e ignorano i motivi che hanno spinto le parti a proseguire le trattative in gennaio e febbraio per definire il futuro del Consorzio". Insomma. "quel traguardo chiamato Consorzio che nel 2018 era stato designato come, testuali parole: 'Un grande traguardo per il Locarnese e un importante punto di partenza per valorizzare al meglio il potenziale del nostro lago e del territorio', ora, sembra più che altro 'Una barca nel deserto'".   

Perentorio l'appello dei sindacati: "Ora, chi ha creato le basi di questo disastro, raccolga i cocci e dia una risposta al turismo, alla popolazione e ai marinai". 

Le trattative

Le contrattazioni, prosegue il comunicato, si sono svolte "in un quadro negoziale tutt’altro che chiaro sul futuro del Consorzio". La Direzione della Società Navicazione Lago di Lugano "ha sottoposto ai propri dipendenti di Locarno una serie di contratti a raffica. Prima offrendo un contratto su Locarno solo se il Consorzio proseguirà oltre il 31 dicembre 2020, poi ritirando la proposta e proponendo un contratto della durata di 1 anno con impiego sul Lago Ceresio. I dipendenti di Locarno hanno chiesto alla Direzione di aspettare per sottoscrivere il contratto, fintanto che sia chiarito il futuro della navigazione sul bacino svizzero del Lago Maggiore, considerato che erano e saranno appunto in corso delle trattative. Il 23 dicembre è arrivata la comunicazione sul proseguimento delle trattative sul Consorzio per ulteriori 2 mesi. La gioia dei marinai è però stata castrata dal datore di lavoro che invece di continuare ad impiegarli, ha preferito lasciarli a casa". 

Un'atteggiamnto giudicato "assurdo" dai sindacati. Con quali lavoratori SNL intende portare avanti il progetto? In due anni di Consorzio la Direzione SNL è riuscita a portare i propri dipendenti da 35 a 0 e nel contempo ha illuso tutti con progetti Megalomani di sviluppo dell’offerta turistica sul Lago.

I sindacati chiederanno a breve un incontro con il Consiglio di Stato per affrontare la questione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved