centovalli-con-l-aiuto-di-tutti-le-valorizzeremo
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Bellinzonese
6 ore

Una raccolta fondi per scendere più in profondità

L’apneista bellinzonese Vera Giampietro chiede aiuto per partecipare ai Campionati del mondo previsti in Turchia a inizio ottobre
GALLERY
Mendrisiotto
6 ore

In Valle di Muggio gioielli del territorio a tutte le ore

A Caneggio e Muggio, all’esterno dei due negozi della Dispensa, sono stati posizionati due distributori automatici
Ticino
7 ore

Tf boccia lo sgravio del valore locativo. ‘Ora effetto domino’

Ghisletta (Ps): ‘basta svuotare le casse pubbliche’. Dura l’Udc: ‘Ps nemico di anziani e proprietari di case’. Vorpe (Supsi): ‘Altri cantoni seguiranno’.
Locarnese
8 ore

Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero

L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
Ticino
8 ore

Inflazione, il Ps: salari e aiuti più alti. Gli altri: sgravi

I socialisti presentano le loro proposte, a livello federale e cantonale, per contrastare il carovita. Durisch: oggi i colpiti sono soprattutto i fragili
Luganese
8 ore

Viadotto Brentino a Lugano, ‘perché la Città non fa nulla?’

La consigliera comunale Sara Beretta Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro) chiede al Municipio di attivarsi per una soluzione alla strada incompiuta
Luganese
8 ore

A2 Melide-Gentilino: concluso il grosso del risanamento fonico

Avviati nel 2019, agli sgoccioli i lavori sull’autostrada, L’Ustra: rispettata la tempistica e i costi preventivati
Locarnese
9 ore

Muralto Democratica fa le pulci ai conti (dopo la bocciatura)

Dieci domande al Municipio su temi che vanno dalle spese per il personale alla manutenzione riali, al rischio di non incassare le imposte arretrate
Locarnese
9 ore

‘Vento di vita vera’, la Bavona va sul grande schermo

Sabato sera in piazza a Moghegno la prima del film di Kurt Koller, realizzato in collaborazione con la Fondazione Valle Bavona
Luganese
9 ore

Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne

Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
Luganese
9 ore

Casa Andreina alla scoperta dei fiori di Bach

Conferenza informativa il 16 agosto con la naturopata e floriterapeuta, Laura Neri
Luganese
9 ore

Lugano: figli maltrattati, condannati i genitori

Tredici mesi, interamente sospesi per lei e parzialmente da espiare per lui e divieto di contattare i bimbi per due anni. Madre espulsa dalla Svizzera.
Locarnese
9 ore

Locarno, stop alla musica a mezzanotte

In risposta a un’interrogazione il Municipio concede un’ora in più alle manifestazioni sonore negli esercizi pubblici tra aprile e ottobre
Mendrisiotto
10 ore

‘Ho perso la testa’, atelier fotografico al Museo Vela

Dal 22 al 26 agosto ragazze e ragazzi dai 10 anni lavoreranno con il fotografo e artista Matteo Fieni
Locarnese
10 ore

‘Anche dopo la variante il club continuerà (eccome) a vivere’

Terrre di Pedemonte, il Municipio tranquillizza l’Associazione sportiva Tegna, preoccupata per la nuova pianificazione ai Saleggi
Bellinzonese
11 ore

Letture animate in ucraino e italiano a Bellinzona

L’evento, organizzato dalla biblioteca interculturale BiblioBaobab, si terrà mercoledì 17 agosto alle 10 in piazza Buffi
Mendrisiotto
11 ore

Monte in festa per celebrare San Rocco

Giornata di festa, domenica 14 agosto, con uno spettacolo per bambini, la cena e il concerto dei The Guinnass
Locarnese
11 ore

Alto rappresentante Onu nel Libro d’oro di Locarno

Il direttore della Divisione che si occupa di cultura, Maher Nasser, ricevuto a Palazzo Marcacci da Alain Scherrer, Giuseppe Cotti e Marco Solari
Mendrisiotto
11 ore

La sagra del bue anima Rancate per tre giorni

La manifestazione si terrà dal 18 al 20 agosto al piazzale delle vecchie scuole con cucina, musica e degustazioni di vini
Bellinzonese
11 ore

Ricco weekend di Ferragosto a Ghirone

Maialino, grigliate, musica dal vivo, spettacolo di magia e tanto altro al Parco Saracino
laR
 
05.01.2021 - 06:00

Centovalli, ‘con l'aiuto di tutti le valorizzeremo’

Intervista a Ottavia Bosello, coordinatrice del Masterplan, decisa a dare il suo contributo allo sviluppo del comprensorio attraverso i numerosi progetti

A colloquio con Ottavia Bosello, coordinatrice del Masterplan Centovalli. Idee chiare, ambiziosa, con un Bachelor in Geografia e Antropologia all’Università di Friborgo e un Master in Geografia Umana a Zurigo. Quando Ottavia sgrana i suoi occhi verdi e attacca a spiegarti il suo ruolo, lo scopo del suo mandato, le sue ambizioni, e dove ha posto l’asticella, capisci che ha sicuramente tutte le carte in regola per ricoprire l’importante carica conferitole. La 27enne sottocenerina, appassionata di sport e fotografia, è entrata in carica come coordinatrice il primo marzo 2020. Compito complesso ma stimolante. Quello che sappiamo per certo è che la sfida la motiva perché «di carattere sono molto ambiziosa, determinata e intraprendente. Mi piace mettermi in gioco. In più, forse anche grazie al fatto di aver passato sin da piccola molto tempo all’aria aperta, nella natura, in montagna, mi ha permesso di appassionarmi ben presto a questioni legate alle dinamiche territoriali, allo sviluppo regionale. Proprio per questo mi piace l’idea di poter fare qualcosa di concreto per lo sviluppo di questo magnifico territorio centovallino, caratterizzato senza dubbio da enorme potenziale». Il contesto locale non le era familiare, fino a qualche tempo fa, «era una terra con la quale non avevo un legame passato. Proprio questo aspetto, però, credo mi permetta di vedere le cose da un’angolazione un po’ diversa, in maniera più oggettiva e libera da condizionamenti».

Tenacia, entusiasmo e motivazione bastano per farsi apprezzare?

«Sono consapevole che in una nuova realtà non è sempre facile essere ben accolti. L’estraneo è spesso guardato con diffidenza e pregiudizio. Ho subito cercato di far capire che non voglio imporre nulla e che il mio ruolo è quello di aiutare la gente del posto, ascoltandola e cercando di costruire, assieme, innovazioni credibili per il futuro». Alla domanda se il fatto di essere donna possa facilitare determinate scelte ecco cosa risponde: «Sono entrata in punta di piedi in una realtà fatta di dinamiche a me sconosciuta. Sono contenta dell’accoglienza riservatami, sono davvero motivata e vorrei portare il mio concreto contributo allo sviluppo regionale della valle e della regione del Locarnese. Per sviluppo non intendo solamente in termini di attrattività turistica, bensì anche in termini di attrattività sociale, così da poter garantire un' ancora maggiore vivibilità per i residenti e per invogliare anche nuovi cittadini, nuove famiglie a insediarsi. Sono due concetti che viaggiano di pari passo. Ricordiamoci che è comunque sempre la popolazione indigena a doverci dire cosa le occorre. I progetti del Masterplan, una trentina quelli preesistenti, e un buon numero quelli nuovi, sono tutti nati dal basso, dagli abitanti stessi che hanno danno costante prova d’imprenditorialità e dinamismo. Infatti, nonostante il Masterplan sia un documento preesistente, è possibile proporre nuovi progetti; essi devono però rientrare negli obbiettivi prestabiliti dal piano di sviluppo regionale. La rispondenza in questi primi mesi è stata positiva: molta gente si informa al riguardo, mi contatta per presentarmi idee progetti o mi ferma per strada per una chiacchierata. Ha capito che ci sono. Su queste basi si possono costruire sinergie, mettere in rete progetti e farli interloquire. Ripeto, le potenzialità non mancano, sorprendono i visitatori quando vengono mostrate. Con l’impegno di tutti riusciremo a farle vivere e valorizzarle».

Creare nuove opportunità per il territorio, al lato pratico, come si traduce? Chi sono gli interlocutori?

«I miei referenti sono privati cittadini oppure enti istituzionali (patriziati, Comune, FART, OTLMV, ecc.) che si fanno promotori di un progetto. Personalmente fungo da consulente concettuale, progettuale, finanziario, accompagno i promotori nelle varie fasi dei loro progetti. A volte c'è chi arriva con un'idea appena abbozzata, altre volte chi ha già in chiaro come muoversi. Cerco quindi d'indirizzare l'iniziativa, verificare se vi siano possibilità di sinergie, aiutare ad arrivare alla realizzazione del progetto».

A incidere sui risultati del lavoro portato avanti sarà, ovviamente, anche la capacità di fare squadra per superare gli ostacoli

«Opero a stretto contatto con l'Amministrazione comunale, il Cantone, l'Ente Regionale di Sviluppo del Locarnese e Vallemaggia, FART, OTLVM. Se c'è un ostacolo, assieme lo si supera. Le Centovalli hanno un potenziale notevole, proprio per le loro peculiarità e gli innumerevoli fiori all'occhiello che vanno veramente valorizzati. Alla realtà attuale potranno andare ad aggiungersi altri atout attraverso i quali migliorare la vivibilità e l’attrattività del comprensorio. Sogno una vallata viva, dinamica. Ovviamente il Masterplan non è un piano di sviluppo regionale a lungo termine. Spero di poter davvero dare un concreto contributo per il futuro di questa magnifica regione».

Capace d'interfacciarsi nei vari ambiti in cui è chiamata a operare, Ottavia Bosello, complice l'emergenza sanitaria, non ha conosciuto una fase iniziale facile:

«Purtroppo la rinuncia agli eventi, complice la pandemia, ha ostacolato i piani. Considero questi ultimi un'occasione d'incontro e arricchimento, di scambio di pareri tra gli attori del territorio. Hanno un valore sociale ed economico e per questo insisto molto sulle occasioni di incontro, come potrebbero esserlo le serate pubbliche a tema, concerti, spettacoli teatrali, feste, etc. Ad esempio, a settembre in collaborazione con Elia Gamboni, responsabile dell’Antenna Subregionale ERS-LVM, grazie al supporto del Comune delle Centovalli e della Pro Centovalli e Terre di Pedemonte, ho organizzato uno spettacolo variété dell’Accademia Teatro Dimitri a Palagnedra. Posso dire senza dubbio che l’evento è riuscito con successo».

Concetto chiave, per Ottavia è il coinvolgimento della popolazione indigena.

«Proprio pensando agli abitanti, è stato deciso con l’Ente Autonomo Centovalli di creare (e curare) un sito internet dedicato al Masterplan, in modo di dare ai residenti la possibilità di prendere ancora maggiore coscienza di questo strumento e dei suoi contenuti. Contiamo di essere pronti per gennaio. Ritengo anche molto importante che la gente sia ben informata su ciò che succede sul territorio. Proprio in quest’ottica, da pochi giorni è stato inoltre lanciato l’account Instagram ufficiale del Comune delle Centovalli (@centovalli.swiss). Mi piacerebbe diventasse una sorta di album, con ricordi del passato, spunti del presente e anticipazioni sul futuro della valle. Si immagina infatti di documentare da molto vicino i diversi eventi, le fasi di realizzazione di diversi progetti, etc. Verranno condivisi ad esempio dei contenuti esclusivì riguardo le nuove funivie di Intragna-Pila-Costa e Verdasio-Rasa previste per Pasqua 2022. Oltre ovviamente alle immagini condivise con noi dai residenti e dai turisti che verranno a scoprire la regione. Creando insomma una memoria storica da condividere».
Al momento si sta inoltre lavorando, in collaborazione con partner come OTLMV, FART, etc. a progetti più a medio-lungo termine (turistici e non) che richiedono anche grandi investimenti di risorse. Progetti sui quali, grazie anche a questo momento di parziale stop, possiamo concentrarci a pieno. A tempo debito sarà ovviamente nostra premura dare maggiori informazioni a riguardo».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved