casa-martini-a-locarno-pasti-e-momenti-d-incontro
Una delle sale della struttura d'accoglienza (Ti-Press)
13.12.2020 - 15:45

Casa Martini a Locarno, pasti e momenti d'incontro

Le attività del periodo festivo, garantendo le misure sanitarie imposte dal Covid-19

Con l’avvicinarsi delle festività, si fa ancora più intensa l’attività di Casa Martini a sostegno delle persone in difficoltà e per favorire l’integrazione e i rapporti umani. Il Centro di prima accoglienza – aperto un anno fa a Locarno dalla società Mutuo soccorso e poi affidato alla Fondazione Francesco di fra Martino Dotta – ha infatti previsto una serie d'iniziative particolari per questo periodo dell’anno. È già stato ripreso a inizio mese – e proseguirà fino al 15 gennaio – il servizio di pasti gratuiti da asporto. È dunque possibile presentarsi tutti i giorni presso la struttura di via Vallemaggia per ritirare sia il pranzo sia la cena.

Inoltre fra Martino e i suoi collaboratori intendono dar vita a una serie di momenti d'incontro e di convivialità destinati agli utenti che sono alloggiati nel centro, ma anche alle persone sole, in difficoltà o che – più semplicemente – vorrebbero trasformare gli appuntamenti festivi in momenti di condivisione. Presso la mensa sociale di Casa Martini sono dunque in programma la cena del 24 dicembre, il pranzo di Natale, la cena del 31 dicembre e i pranzi di Capodanno e dell’Epifania. Il tutto con un numero limitato di partecipanti. Utilizzando sia la sala da pranzo sia la sala Cordialino, si potrà comunque ospitare fra le 15 e le 20 persone per volta, riuscendo a rispettare le distanze e a garantire tutte le altre misure sanitarie. Eventuali aggiornamenti saranno in ogni caso comunicati se le autorità dovessero nuovamente modificare i provvedimenti in vigore. Visto il numero limitato di posti, è consigliabile iscriversi per ognuno degli appuntamenti previsti. È possibile farlo da subito telefonando allo 091 752 08 23.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
accoglienza casa martini locarno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved