laRegione
verscio-la-gallina-transgender-che-fa-chicchirichi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 min

‘Elezioni comunali, confermato il 18 aprile’

La Sezione enti locali scrive ai municipi. Della Santa: stiamo studiando le necessarie misure per garantire il regolare e corretto esercizio del voto
Luganese
56 min

Lugano, ‘nei negozi la sicurezza è garantita’

Enzo Lucibello, presidente della Disti, tranquillizza la cittadinanza e la clientela scioccata dal fatto di sangue avvenuto martedì alla Manor
TICINO
1 ora

Gli allievi infermieri sono già in corsia

Saranno quasi ottanta coloro che prolungheranno il periodo di pratica nei vari servizi presenti sul territorio
Bellinzonese
1 ora

Nuovi orari a scuola, stessa folla su bus e treni

Allievi di Liceo e Commercio di Bellinzona ritengono il cambiamento inutile e svantaggioso. E scatta un sondaggio
Ticino
1 ora

Defunti Covid, pompe funebri spaventate dalle nuove direttive

Confederazione e Cantoni aprono a manipolazioni delle salme e commiato a bare aperte, ma le imprese temono contagi e quarantene aziendali
Luganese
11 ore

Lugano, Forum alternativo: 'I Verdi stanno col Ps'

Elezioni, sfuma l'accordo per la lista unica. Nicola Schönenberger: 'Un discorso di area di sinistra meglio della frammentazione'
Gallery
Mendrisiotto
12 ore

Incontro ravvicinato con un Rubens per Natale a Chiasso

Il M.a.x. museo della cittadina inaugura la consuetudine di una esposizione per l'Avvento. In prestito da un privato la 'Madonna con Bambino'
Mendrisiotto
12 ore

Superstrada allungata, Mendrisio non ci sta

Il Municipio è pronto a opporsi all'opera. Si teme un aumento del traffico transfrontaliero
Locarnese
22.10.2020 - 06:000

Verscio, la gallina transgender che fa chicchirichì

Insolito mutamento sessuale in un pollaio nella campagna. All'alba, dal trespolo, il pennuto lancia il suo canto strozzato. La spiegazione del veterinario

La prima gallina che canta ha fatto l'uovo. Lo dice un proverbio del quale non si conosce l'autore ma che si suppone arrivi dal mondo contadino. Resta il fatto che non è sempre così. Soprattutto se il pennuto (in età matura) che canta lo fa alle prime luci dell'alba (di questi tempi verso le 7), credendosi un gallo. Succede nella campagna di Verscio, dove una vecchia gallina domestica (sul genere dell'animale non vi sono dubbi) da un po' di tempo a questa parte, dal suo trespolo si mette a fare il verso agli altri galli presenti nel pollaio. Un chicchiricchì strozzato in gola, quasi un rantolio a collo allungato per lanciare ai quattro venti il segnale, mentre sbatte le ali impettita. Pochi colpi, poi basta. Niente bis nel corso della giornata. Il vicinato può stare tranquillo. Di che lasciar di stucco la proprietaria, più divertita che sorpresa. «Se ne vedono di stranezze» - commenta l'interessata, che alleva pollame da decenni e che l'ha presa con filosofia.

L'animale, che ha smesso di produrre uova, per ora non simula altri atti tipici del re del pollaio. Nulla a che vedere, lo diciamo subito, né con la stregoneria né con il diavolo.

Un disturbo delle ovaie e il testosterone prende il sopravvento

Come spiega a LaRegione il veterinario Mauro Cavalli, questa stranezza della natura è da ricondurre a un disturbo (infiammazione o tumore il più delle volte) delle ovaie. Raro (si parla di un caso su 10mila, ndr)  ma non impossibile. La mutazione, per essere più precisi, è il risultato di una disfunzione di una delle due ovaie: quando una di esse non funziona più bene l’altra diventa iperattiva e puo’ iniziare a produrre testosterone, l’ormone maschile steroideo presente anche negli esemplari femminili, che prende dunque il sopravvento influenzando il carattere del pennuto. Nel caso specifico, lo strano cambiamento non ha comportato mutamenti dell'aspetto fisico. In altri, invece, succede che il bipede aumenti di peso o palesi evidenti cambiamenti del piumaggio (soprattutto della coda), con sviluppo dei bargigli (le appendici rosse sotto il becco, ndr) e ingrandimento della cresta. Un'inversione sessuale rara ma non impossibile, dunque.

Niente uova, niente padella

Poco importa tutto ciò, perché l'esemplare  verscese "mascolinizzato" anche se non farà più il classico "coccodè" che indica che ha deposto l'uovo, non finirà comunque in padella. Su questo possiamo rassicurarvi visto che la sua padrona è profondamente animalista. Potrà continuare nei suoi razzolamenti "double face" quotidiani, indisturbata/o. E a unirsi al coro degli altri galli (tolleranti) che echeggia alle prime luci del nuovo giorno.

Guarda le 2 immagini
© Regiopress, All rights reserved