resort-a-bre-avanti-tutta-inaugurazione-entro-5-anni
Ti-Press/Francesca Agosta
Il lusso che potrebbe sorgere al Monte Brè
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 min

‘Troppi indizi’, due rapinatori condannati alle Criminali

Gli imputatIl si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sul tentato colpo alla Raiffeisen di Monteggio del 2016 e sulla rapina a un distributore
Grigioni
8 min

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
14 min

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
Luganese
1 ora

Rissa in centro Lugano, 22enne autore e vittima: condannato

Il giovane, accoltellato da un coetaneo tre anni fa, ha chiesto l’assoluzione. La Corte ha confermato il decreto d’accusa, pur dimezzando la pena
Bellinzonese
2 ore

Tassa rifiuti più salata a Bellinzona: ‘La legge è legge’

Il Municipio risponde alle critiche della Lega che in un’interpellanza chiedeva se fosse il momento giusto per applicare il balzello
Bellinzonese
2 ore

In colonna di buon mattino per il ponte dell’Ascensione

Ancora prima di mezzogiorno la colonna al portale nord della galleria del San Gottardo ha toccato i 9 km. Controesodo da domenica pomeriggio
Luganese
2 ore

Carona, si rovescia con la ruspa e finisce in una scarpata

Il 45enne alla guida del mezzo ha riportato ferite serie. Non sono chiare le cause dell’incidente.
Bellinzonese
4 ore

Due appuntamenti con l’Atte Leventina

Tombola ad Ambrì e ballo liscio a Pollegio
Bellinzonese
4 ore

Utoe Bellinzona in assemblea

Sabato 28 maggio nella sala del Consiglio comunale
Bellinzonese
4 ore

Officine Ffs a Castione: da Amica opposizione cautelativa

Le obiezioni dell’Associazione per il miglioramento ambientale. Contrari Municipio di Losone, Mancini&Marti, Pro Natura, Wwf, Ficedula e Unione contadini
30.09.2020 - 06:00
Aggiornamento : 11:59

Resort a Brè avanti tutta: ‘Inaugurazione entro 5 anni’

Nuovo prospetto per i potenziali investitori nel ‘mega resort’ sulla collina locarnese. Intanto, il Ceo di Aedartis Marc Sontag lascia la conduzione

Importante e forse significativo cambiamento alla testa della Aedartis Ag, la holding che ha rilevato la Augur Invest nella promozione del grande progetto immobiliare confederato al Monte Brè: il famoso “maxi resort” denominato Borgo Miranda. Marc Sontag ha infatti annunciato urbi et orbi su Linkedin che il mese di ottobre sarà per lui l’ultimo vissuto nelle vesti di Ceo della Aedartis. Abbandona così una personalità che fin dagli albori del progetto ha personificato le ambizioni immobiliari dell’azienda e difeso da tutti e da tutto la sostenibilità dell’iniziativa. Ciò era avvenuto anche pubblicamente, in occasione dell’incontro organizzato al Palacinema nel gennaio di quest’anno e sfociato in “cagnara” per la presunta opacità dimostrata dai vertici della Aedartis rispetto alle richieste di chiarimento da parte del folto pubblico accorso.

Nel suo ultimo messaggio, affidato al servizio web di rete sociale specializzato nello sviluppo dei contatti professionali, Sontag sottolinea la sua costante vicinanza ad un’operazione “che negli ultimi 3 anni ho amato molto, anche grazie alle persone talentuose con cui ho avuto a che fare”. L’ormai quasi ex Ceo si mette poi a disposizione per ogni lavoro o mandato, “non solo nell’industria alberghiera”, in cui servano “la mia esperienza di gestione patrimoniale e di sviluppo di progetti”.

A proposito di quello al Monte Brè, come noto l’iter è di fatto bloccato dalla zona di pianificazione fatta istituire dalla Città in vista dell’entrata in vigore dei nuovi parametri edificatori per i quartieri del Monte Brè e di Cardada Colmanicchio. Ma ciononostante continua a spron battuto la campagna di reclutamento di nuovi investitori. Stando ad un recente prospetto fatto circolare dalla Aedartis, i cui contenuti sono noti alla “Regione”, la ricerca di fondi è più che mai attiva: parliamo di una cifra variabile fra i 6 e i 10 milioni di franchi, da aggiungere ai 6 milioni “cash” già raccolti e ad alcune decine di milioni di franchi di ipoteca.

18mila 500 franchi al metro quadrato

Dalla documentazione emergono altri dati estremamente interessanti. Il primo riguarda i contenuti del progetto, i cui punti focali sono quanto meno confermati nella sostanza rispetto al progetto presentato al Municipio di Locarno: 17 camere alberghiere (da ricavare negli spazi del “fu Albergo Monte Brè”) su 1'200 metri quadrati di superficie, più 53 appartamenti in stile “apparthotel” su 4'800 metri quadrati. Calcolando un prezzo di vendita di 18mila 500 franchi al metro quadro – secondo quanto indicato dalla Aedartis ai potenziali investitori – ne sortirebbe un’operazione con una cifra d'affari di 111 milioni di franchi. Soltanto la costruzione – esclusi i terreni – costerebbe 63 milioni di franchi. Allettante, dal punto di vista di chi ci metterà i soldi, si prospetta poi la questione utili: quello lordo sarebbe di 48 milioni di franchi, che emendato da 7 milioni di franchi spesi nel marketing, da 3 di interessi e da 6 di tasse, produrrebbe un profitto netto di 32 milioni di franchi.

Fra le indicazioni contenute nel prospetto vi sono anche quelle che riguardano la tempistica: la Aedartis conta di ottenere dalla Città la licenza edilizia entro e non oltre il giugno del prossimo anno. Con il “via libera” in mano, partirebbero immediatamente i lavori di costruzione. Nei programmi aziendali il cantiere inizierebbe dunque fra 7-8 mesi a partire da oggi e dovrebbe protrarsi per circa 3 anni e mezzo, consentendo il taglio del nastro al Borgo Miranda all’inizio del 2025.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
maxi resort monte brè
Ti-Press/Francesca Agosta
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved