citta-alla-conquista-della-kursaal-locarno-sa
Lo stabile del Teatro visto da Largo Zorzi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Gallery
Luganese
7 ore

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
10 ore

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
10 ore

Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’

Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
16 ore

Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo

Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
18 ore

Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni

Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
1 gior

Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’

Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
1 gior

Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi

Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
1 gior

Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende

Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior

Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina

Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior

Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago

L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
1 gior

Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca

Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
Locarnese
1 gior

Orselina, Silvan Zingg al Parco

Il grande pianista svizzero, re del Boogie Woogie e del Blues, sarà di scena mercoledì
Locarnese
1 gior

Onsernone, da mezzo secolo senza mai perdere ‘LaVoce’

Compie 50 anni il semestrale (un tempo bimestrale) della locale Pro; una rivista cartacea nata per parlare di territorio e offrire spunti di riflessione
Luganese
1 gior

Pregassona, tanta frutta e verdura agli orti condivisi

Le cassette messe a disposizione dall’Associazione Amélie hanno dato, nel vero senso della parola, i loro frutti. Purtroppo ci sono stati anche dei furti.
23.06.2020 - 05:50

Città alla conquista della Kursaal Locarno Sa

Tutto pronto per l’acquisizione dell'intero pacchetto dell’Organizzazione turistica, per diventare la maggiore azionista

Diventare di gran lunga il maggiore azionista della società (con l'80,03% del capitale); poter gestire liberamente e in modo strategico il futuro dello stabile in Largo Zorzi; trattare direttamente con la Casinò Locarno Sa in vista del rinnovo della concessione federale a scadenza nel luglio del 2025; incassare i contributi della casa da gioco alle Fondazioni Cultura e Turismo, per poi ridistribuirli; e garantirsi dividendi sicuri pari a circa 80mila franchi all'anno.

Provvidenziale anche per l'ente turistico

Appare estremamente interessante da diversi punti di vista, l'operazione con cui la Città intende acquisire l'intero pacchetto azionario della Kursaal Locarno Sa attualmente detenuto dall'Organizzazione turistica regionale (Otlmv). Interessante non soltanto per il Comune - per i motivi descritti sopra - ma anche per l'Otlmv, l'ente turistico, che da una parte troverebbe, per il "post-Covid", una stampella finanziaria a dir poco provvidenziale; e dall'altra si trarrebbe oltretutto d'impaccio nei complicatissimi rapporti che da tempo intercorrono fra la Kursaal Locarno Sa, di cui è appunto maggiore azionista, e la Casinò Locarno Sa. Quest'ultima, confrontata alla bassa congiuntura, ha smesso di erogare i contributi alle Fondazioni Cultura e Turismo (da convenzione ammonterebbero a 400mila franchi all'anno ognuna) e ha deciso di pagare soltanto la metà - 500mila franchi - dell'affitto pattuito a contratto per l'occupazione degli spazi nello stabile del Teatro. Mesi di trattative fra le due società sono valsi in pratica un nulla di fatto, con il corollario finale di un precetto esecutivo che la Kursaal ha intimato alla Casinò alla fine dello scorso anno.

Ecco allora che l'assunzione di maggiori responsabilità da parte dell'ente pubblico potrebbe sbloccare la situazione toccando contemporaneamente più punti sensibili. Il primo elemento importante riguarda l'entità finanziaria dell'operazione: con 3 milioni di franchi la Città potrebbe portarsi a casa un pacchetto azionario che ne vale sicuramente di più. Ma questo è solo l'inizio, poiché i fronti di intervento che si aprirebbero per la Kursaal con la Città come maggiore azionista sono come accennato molti e diversificati. Il primo riguarda il futuro dello stabile del Teatro, al centro di infinite discussioni riguardo l'opportunità di salvaguardia. L'edificio è malmesso e l'opzione municipale più accreditata riguarda un restauro delle parti originali con la sostituzione di quelle aggiunte e la creazione di nuovi spazi. Si parla di un intervento, previsto fra 3-5 anni, nel cui ambito è ipotizzabile una valorizzazione del teatro. Ciò sarebbe comunque preceduto da opere urgenti sulla struttura, da effettuare a più breve termine.

Obiettivo: nuovo accordo con la Casinò

Poi, c'è il doppio binario gestione casa da gioco-rapporti con la Casinò Locarno Sa. L'impegno della Città è finalizzato a favorire un nuovo accordo fra Kursaal e Casinò, che sarà però subordinato all'impegno della società di gestione della casa da gioco di rimanere a Locarno anche dopo il rinnovo della convenzione. La prospettiva è un dimezzamento dell'affitto (a mezzo milione l'anno, ovvero quanto sembra sostenibile dal punto di vista della Casinò e tutto sommato accettabile per la Kursaal) e una ridefinizione dei contributi alle Fondazioni. Come e in che misura era proprio il tema centrale che andava discusso nei mesi scorsi, ma volavano i piatti e non c'è stato verso di mettersi a tavolino con la necessaria calma.

Dal profilo prettamente contabile, l'acquisizione delle 2'309 azioni Otlmv (per 1,15 milioni di capitale) consentirebbe dunque alla Città di affrancarsi dal ruolo di secondo azionista pubblico (al 25,3%), attualmente detenuto grazie alle sue 1'012 azioni per un valore di 506mila franchi. Il Comune aumenterebbe così all'83,03% la sua presenza nella società. L'acquisto non peserebbe oltretutto sulle finanze cittadine; questo, grazie ad una liquidità sufficiente per effettuare l'operazione senza ricorrere ad un indebitamento supplementare. E c'è, sempre in ambito pecuniario, la prospettiva di generosi dividendi, che potrebbero fruttare introiti annui sugli 81mila franchi contro i 35mila attuali. Infine, l'operazione è considerata "interessante" anche dal profilo economico sia sulla base del valore di stima di terreno e stabile, sia su quella dell'affitto e della capitalizzazione lorda.

Fra i buoni motivi della "scalata" v'è anche l'ubicazione dello stabile del Teatro, strategica nell'ottica della riqualifica degli spazi pubblici del centro urbano, con particolare attenzione a Largo Zorzi. E a Palazzo Marcacci piace guardare a possibili sinergie con il Palacinema, il Fevi e il Gran-Rex.

La transazione, nei programmi delle parti coinvolte, potrebbe avvenire "a rate": mezzo milione alla vendita (prevista entro fine anno, dopo l'approvazione del messaggio municipale con la richiesta di credito, attualmente in allestimento); un altro milione e mezzo fra il 2022 e il 2023; e il milione rimanente al momento del rinnovo della concessione di sito per un casinò di tipo B alla Casinò Locarno Sa.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved