ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 ore

Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni

L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
7 ore

Origlio, l’avventura di un negozietto di paese

Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
19 ore

Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’

Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
19 ore

‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’

Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
19 ore

Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’

A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Locarnese
1 gior

Cordoglio per la morte di Pierino Tomatis

Ingegnere, già sindaco di Lavertezzo per diverse legislature, era molto attivo in ambito energetico
Luganese
1 gior

Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%

Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
Locarnese
1 gior

Attive della Sfg Losone sugli scudi a Zugo e a Veyrier

Ginnastica, ottimi risultati delle ragazze locarnesi, impegnate oltre Gottardo in due gare di livello nazionale
29.05.2020 - 09:51
Aggiornamento: 11:53

Centovalli, da Verdasio a Rasa con 'l'Umbrela'

Il concorso per le stazioni di partenza e arrivo del collegamento via fune è andato all'architetto Francesco Buzzi. Le motivazioni della giuria

centovalli-da-verdasio-a-rasa-con-l-umbrela

La giuria del concorso d’architettura per la progettazione delle stazioni della Funivia Verdasio - Rasa, riunitasi il 27 maggio, ha assegnato il primo premio al progetto con il motto “Umbrela” dell’architetto Francesco Buzzi di Locarno. Il secondo premio è andato al progetto “Paesaggi” degli architetti Nicola Baserga e Christian Mozzetti di Muralto. È stato poi deciso l’acquisto del progetto “Un edificio comincia sempre dalle fondamenta” della Homa Architetti (architetti Dario Martinelli e Michel Roncelli) di Muralto. Al concorso, indetto dal Comune di Centovalli, erano stati invitati 6 studi di architettura del Locarnese.
Il progetto “Umbrela” dell’architetto Francesco Buzzi - riferisce una nota del Municipio centovallino - prevede in ognuna delle due stazioni una semplice pensilina di copertura degli impianti elettromeccanici e degli spazi di servizio contenuti in una cabina di vetro. La proposta ha convinto per il suo carattere infrastrutturale e unitario che ben si inserisce nei due diversi contesti, quello di partenza caratterizzato dalla complessità delle situazioni presenti nell’area di Verdasio e quello di arrivo a Rasa in un chiaro e delicato contesto storico. In questo progetto si è riscontrata una sintesi ottimale di tutti i temi posti e delle aspettative espresse nel programma di concorso.
Per garantire la giusta coerenza con l'estetica e la funzionalità delle diverse stazioni, delle cabine e dei piloni, la giuria ha raccomandato al committente di estendere il mandato dell’autore del progetto vincitore pure alla progettazione degli interventi alle stazioni di Intragna e Costa, oltre che della fermata intermedia di Pila, in collaborazione, questo per le due funivie, con lo specialista incaricato del design di questi elementi. La giuria ritiene pure auspicato un coinvolgimento nella coordinazione della progettazione degli interventi di sistemazione delle aree in prossimità della stazione ferroviaria di Verdasio e delle connessioni fra i diversi impianti di trasporto che qui convergono.
La giuria, presieduta dal sindaco Ottavio Guerra, era formata dal municipale Ewan Freddi e dagli architetti Michele Arnaboldi, Paolo Canevascini e Francesca Pedrina, in qualità di membri e dagli architetti Bruno Buzzini e Gustavo Groisman in qualità di supplenti. La procedura di concorso è stata coordinata dall’architetto Fabio Giacomazzi con il supporto dell’ingegner Reto Canale, capo-progetto per il rinnovo delle funivie situate sul territorio di Centovalli e dal consulente giuridico Daniele Graber.

A causa delle restrizioni imposte dalla situazione sanitaria, l’esposizione pubblica dei progetti non avrà luogo in uno spazio reale, ma sarà unicamente virtuale. Il programma di concorso, il rapporto della Giuria e le tavole ed elaborati dei concorrenti con le foto dei rispettivi modelli saranno visionabili sulla pagina web del Comune a partire dal 10 giugno 2020 (www.centovalli.swiss).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved