Samuel Golay
Losone
23.04.2016 - 17:160
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:10

Sommaruga a Losone visita il Centro richiedenti l'asilo

«Al Centro per richiedenti l’asilo di Losone i migranti ricevono la prima assistenza dopo un viaggio spesso terribile, in fuga da situazioni spaventose di conflitto e crisi». La consigliera federale Simonetta Sommaruga è giunta oggi pomeriggio nel Locarnese, per una lunga visita all’ex caserma. A riceverla parecchie decine di abitanti del posto, altrettanti richiedenti l’asilo di diversa provenienza, il presidente del Consiglio di Stato Paolo Beltraminelli, il sindaco Corrado Bianda e altre autorità locali.

Sommaruga ha tenuto un breve discorso ricordando l’importanza degli alloggi come quelli di Losone, che – ha affermato – sono «la spina dorsale della politica d’asilo». Ha poi sottolineato i molti aspetti positivi che hanno caratterizzato l’attività del centro nella località sulla destra della Maggia. «La cordialità e l’apertura dei losonesi hanno trasformato il Centro in un luogo d’incontro e di scambio. Essenziale è stato il ruolo dei volontari, che da subito hanno affiancato le autorità e il personale». In conclusione Sommaruga ha ricordato che ci si sta preparando  a superare eventuali emergenze che potrebbero  manifestarsi nel corso dei prossimi mesi, con un massiccio afflusso di persone alle frontiere elvetiche. Ha poi chiesto esplicitamente ai losonesi l’appoggio alla nuova Legge sull’asilo che andrà in votazione il prossimo 5 giugno: permetterà di accelerare le procedure d’asilo e, allo stesso tempo, di renderle più eque.

Alla giornata di “porte aperte” organizzata oggi all’ex caserma dalla Segreteria di Stato per la migrazione (Sem) hanno aderito oltre 300 persone, che hanno colto l’occasione per visitare alcuni locali e per intrattenersi con gli ospiti nel grande parco di fronte all’edificio principale. Attualmente a Losone alloggiano 130 richiedenti l’asilo. Dall’apertura nell’ottobre del 2014 sono passate dall’ex caserma 4mila persone.

Samuel Golay
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved