la-galleria-del-san-bernardino-sempre-piu-sicura
Ti-Press/Gianinazzi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
2 ore

Rivoluzione e trasformazione digitale, incontro al Ciani

Conferenza a più voci il 30 agosto nell’ambito degli Eventi al parco promossi dalla Città di Lugano
Mendrisiotto
2 ore

Vacallo, una colonia da Grecia antica ma non un’Odissea

Successo per l’iniziativa che ha visto la partecipazione di 55 bambini e 20 giovani monitori
Locarnese
3 ore

È morto Aldo Belloli. Fu re Kapiler del Carnevale di Locarno

Prima bidello al Liceo, poi ristoratore: è stato uno degli ideatori del premio ‘Boccalino’ del Festival del film
Locarnese
3 ore

Recuperato il corpo dell’83enne annegato a Vira Gambarogno

Il cadavere è stato ritrovato a una profondità di circa 106 metri e a 550 metri da riva usando fra l’altro un sonar e un robot per il recupero
Mendrisiotto
3 ore

Vacallo, ti presento la nuova edizione della Via Lattea

La manifestazione, alla sua 18esima edizione, che unisce il piacere del camminare a quello dell’ascolto, sarà illustrata il 23 agosto
Bellinzonese
4 ore

A Bellinzona ricco programma per la stagione Mini e Maxi teatro

Dodici gli appuntamenti suddivisi in spettacoli per bambini e adolescenti. Si comincia mercoledì 21 settembre
Ticino
4 ore

Il ritorno a scuola si avvicina, la polizia invita alla prudenza

Lo scorso anno 36 bambini si sono infortunati a seguito di un incidente stradale. A dover fare attenzione anche chi utilizza l’auto vicino alle scuole
Bellinzonese
4 ore

Festa popolare per i 127 anni della Musica di Daro

Venerdì 9 settembre ad Artore il corteo seguito dal concerto, dai saluti ufficiali e da una cena
Bellinzonese
4 ore

Luca Chieregato al Teatro Tan di Biasca

Venerdì 26 agosto lo scrittore, regista e cantastorie presenterà il suo nuovo libro ‘Di che storia hai bisogno?’
Locarnese
4 ore

Teatro Scintille, ‘Mille e una notte’ a Locarno

La rappresentazione è prevista nel giardino del Centro Sant’Antonio
Locarnese
4 ore

Festa patronale a Frasco, in Verzasca

Messa, processione e incanto dei doni
Mendrisiotto
5 ore

Ligornetto, binomio di poesia e musica antica al Museo Vela

Sabato 27, si terrà una serata dedicata al dialogo tra parola e suono dell’arte antica con Luca Pianca alla trioba e con Marcel Dupertuis e i propri poemi
Luganese
5 ore

Un altro furbetto dei crediti Covid in aula: condannato

Sottratti 80mila franchi ai danni dello Stato. ‘Aiuti ottenuti illecitamente’ gonfiando i bilanci di una società che gestiva un ristorante di Lugano
Mendrisiotto
6 ore

Morbio Superiore, sagra sul colle di San Martino

Appuntamento per domenica 28 dalle 11 alle 14.30 con santa messa, pranzo e lode Vespertina organizzati dal gruppo nuova Bragada
Bellinzonese
6 ore

Rodi, ecco la Festa di Lèras

Domenica 21 agosto al campo da calcio pranzo a base di polenta e contorni, musica e tombola
Locarnese
6 ore

Festa di San Bartolomeo a Indemini

La messa sarà celebrata dal vescovo Valerio Lazzeri
Locarnese
6 ore

Corso di pesca con la Locarnese

Lezioni per ragazzi dai nove anni e per principianti
21.07.2022 - 14:06
Aggiornamento: 20:44

La galleria del San Bernardino sempre più sicura

Inaugurati stamane i portali termici: il dispositivo intercetta, prima che entrino nel tunnel, i camion con temperature elevate così da evitare incendi

Sempre più sicurezza nella galleria autostradale del San Bernardino grazie alla messa in funzione di due portali termici. L’Ufficio federale delle strade (Ustra) ha presentato stamane ad autorità locali e cantonali, polizia, corpo pompieri e media il dispositivo in grado di prevenire il divampare di incendi nel traforo, fermando prima che entrino nel tunnel i mezzi pesanti che manifestano un surriscaldamento anomalo nelle parti meccaniche o nel carico. Il pericolo maggiore d’incidenti è infatti rappresentato dalle fiamme, molto spesso innescate dalle elevate temperature del motore, delle pastiglie dei freni o dall’impianto di scarico. «Da parecchio tempo ormai si parla della possibilità di utilizzare dei sistemi capaci di rilevare il surriscaldamento di camion o autobus – ha puntualizzato durante la conferenza stampa il vicedirettore di Ustra Guido Biaggio –. All’indomani della tragedia che nell’ottobre 2001 provocò la morte di undici persone sotto il Gottardo, il Consiglio federale, su postulato dell’allora consigliera nazionale Chiara Simoneschi-Cortesi, ha incaricato Ustra di attuare delle misure a livello di prescrizioni, infrastrutture e formazioni antincendio. Come, per l’appunto, il sistema dei portali termici». Simili dispositivi in precedenza erano già stati installati in alcuni importanti gallerie autostradali europee. «È quindi necessario assicurare i medesimi standard di sicurezza sui principali assi di transito della Svizzera – ha precisato il vicedirettore –. Perciò il nostro ufficio si è orientato sull’implementazione di questi sistemi nonché dei centri di controllo del traffico pesante, spesso al centro dell’attenzione della politica federale e cantonale. I termoportali permettono di conferire un ulteriore e notevole contributo alla sicurezza di tutti gli utenti dell’A13, sempre più utilizzata quale alternativa al Gottardo». Infatti quando la galleria fra Leventina e Uri rimane chiusa, quella del San Bernardino registra un massiccio aumento del traffico.

Per evitare altre tragedie

Si tratta quindi di un sistema di prevenzione importante per evitare il possibile sviluppo d’incendi in galleria, come successo ad esempio nel maggio 2018 quando un autobus prese fuoco provocando ingenti danni, un principio di intossicamento di alcune persone rimaste intrappolate e la paralisi dell’A13 per alcuni giorni. Detto della tragedia al Gottardo, non sono da dimenticare quelle verificatesi in precedenza nei trafori del Monte Bianco e del Fréjus. L’Ustra aveva allora fatto sviluppare nuove apparecchiature e software in grado di rilevare le temperature anche sui veicoli in movimento. Il primo prototipo venne installato nel 2010 al portale sud del Gottardo. In seguito ai buoni risultati ottenuti dal 2013 col termoportale piazzato all’entrata sud della galleria, l’Ustra ha deciso d’installarne uno anche sul versante nord. E ora su entrambi i portali del San Bernardino per un investimento di 4,1 milioni di franchi. Oltre al nuovo termoportale, la sicurezza della galleria sarà ulteriormente migliorata grazie a una serie di misure che saranno implementate nei prossimi anni (senza creare disturbo al traffico). Citiamo il rinnovo dei sistemi di aspirazione antincendio con ridondanza dei ventilatori, l’adeguamento dell’impianto di messa in pressione delle vie di fuga e dei cunicoli di salvataggio, l’ammodernamento dei sensori della ventilazione, la manutenzione straordinaria delle serrande a soffitto per l’aspirazione dei fumi in caso d’incendio nonché il nuovo sistema d’illuminazione. La gestione di questi impianti sarà affidata al Corpo pompieri di San Bernardino.

Allarme? Cosa succede

La strumentazione è collocata un km prima del portale sud e due km da quello nord e permette di misurare all’istante le differenti componenti del camion in transito, lanciando qualora necessario un allarme alla Centrale della polizia cantonale e ai pompieri. «Il traliccio metallico ospita vari apparati di rilevamento: laser, telecamere termiche e una telecamera convenzionale – ha spiegato il capo progetto Filippo Civetta –. I laser ricostruiscono le dimensioni geometriche del veicolo, stabilendone le caratteristiche principali come classe, lunghezza, altezza e larghezza. Le telecamere a infrarossi misurano la temperatura, mentre una terza telecamera riprende l’immagine laterale del mezzo in movimento tridimensionalmente». Sulla base dei rilievi eseguiti finora e dell’esperienza maturata negli anni al Gottardo è stato possibile generare una banca dati con le temperature normali delle diverse componenti dei veicoli. «Nel caso in cui il sistema rilevi almeno il superamento di uno di questi valori scatta subito l’allarme. Pompieri e Centrale della polizia cantonale vengono informati della presenza di un potenziale rischio d’incendio». Mediante il sistema di controllo della segnaletica viene quindi chiusa la galleria e intimato al Tir identificato come surriscaldato di uscire dall’autostrada. In caso di allarme «il semaforo al portale diventa automaticamente rosso e delle frecce direzionali indicano al veicolo il percorso da seguire per uscire dall’A13. Il veicolo dovrà poi fermarsi sui piazzali antistanti la galleria, in una postazione di controllo – ha continuato Civetta –. Una volta constatato, mediante videosorveglianza, che il veicolo potenzialmente pericoloso è fuori dall’autostrada, il personale della Centrale fa tornare verde il semaforo al portale della galleria in modo che gli altri mezzi possano proseguire. I pompieri (equipaggiati per spegnere eventuali incendi) raggiungeranno quindi in tre minuti a sud e otto a nord il veicolo (autotreno o autobus) identificato come a rischio: oltre a effettuare ulteriori misurazioni delle temperature, confermano o meno la pericolosità del mezzo e della componente che ha presentato un’anomalia». Nel caso in cui l’allarme venga confermato, il principio d’incendio viene domato e meccanici specializzati effettuano una diagnosi sulle cause del surriscaldamento

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
filippo civetta galleria san bernardino guido biaggio portali termici
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved