la-pgi-sostiene-il-pacchetto-a-favore-dei-media
09.12.2021 - 12:27
Aggiornamento : 16:03

La Pgi sostiene il pacchetto a favore dei media

La Pro Grigioni italiano è preoccupata per la situazione dell’informazione in lingua italiana nei Grigioni e in Svizzera

La Pro Grigioni italiano (Pgi) sostiene il Comitato ‘La libertà di opinione’ che si impegna per un Sì al pacchetto a favore dei media “e quindi per garantire media forti e indipendenti in tutte le regioni linguistiche della Svizzera”. Lo scorso giugno il Parlamento federale ha approvato il pacchetto con cui nei prossimi sette anni verranno aumentati gli attuali finanziamenti, rendendo possibile il sostengo i media privati svizzeri a livello locale, regionale e nazionale. “Questa decisione – scrive la Pgi – sottolinea l’importanza della funzione dei media e indica quanto la situazione generale sia a rischio: il calo dei proventi pubblicitari pone il settore dei media svizzero di fronte a enormi sfide. Al giornalismo di qualità mancano risorse importanti per garantire la copertura mediatica di base”. Come noto a ottobre del 2021 è stato lanciato un referendum contro quest’iniziativa e il 13 febbraio 2022 l’elettorato svizzero voterà dunque in merito al pacchetto di misure a favore dei media. Il Consiglio federale e il Parlamento, ricorda la Pgi, raccomandano il SÌ.

La Pgi che si dice preoccupata per la situazione dei media in lingua italiana nei Grigioni e in Svizzera, aspetto per il quale la Pro si è battuta negli ultimi anni ad esempio per l’ottenimento di un posto di corrispondente in lingua italiana per l’agenzia Keystone-ATS a Coira, ha partecipato attivamente alla campagna contro l’iniziativa “No Billag” e ha sostenuto l’incarico Atanes concernente il futuro dei media nel Grigioni. “Il rapporto del Governo in risposta a tal incarico è ancora in fase di elaborazione e lo si attende per la primavera 2022”, si legge in comunicato diffuso. “Tale rapporto – scrive la Pgi citando quanto aveva detto il Governo nel 2018 – dovrà indicare le modalità con cui sfruttare le opportunità derivanti dai cambiamenti in atto; le modalità con cui garantire anche in futuro l’informazione e in particolare l’informazione regionale nel Cantone dei Grigioni in tutte e tre le lingue cantonali; i passi che il Cantone deve o può intraprendere e i settori in cui sarebbe necessario il sostegno o l’intervento della Confederazione”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
media pacchetto pro grigioni italiano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved